Richmond Security Director Forum

GUBBIO Park Hotel ai Cappuccini 18 - 20 LUGLIO 2021

Nel mondo di oggi la security ha un ruolo cruciale: security, intesa come tutela del sito fisico e dei beni dell’azienda.

In due giorni di meeting e workshop faremo il punto sulle soluzioni presenti e future. Il tutto, in un contesto professionale dove i manager della sicurezza (Security Director, Facility Director, Site Director) avranno la possibilità di incontrare i fornitori delle soluzioni tecnologicamente più evolute.

In parallelo con conferenze e seminari, si svolge l’agenda degli incontri tra invitati (delegate) e società fornitrici (exhibitor). Gli incontri sono one-to–one, durano 30 minuti e si svolgono in un’area che ciascun exhibitor occupa per tutta la durata dell’evento.

A chi è dedicato?


Delegate


I delegate avranno la possibilità di immergersi in un vortice di stimoli e idee, conoscendo nuovi colleghi e valutando le offerte di un gruppo selezionato di fornitori, in relazione a un tema fondamentale come quello della security.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2021


ABBVIE Srl EHS Security Manager – ACCIAI SPECIALI TERNI Chief Security Officer – ACCIAIERIE BERTOLI SAFAU SpA Security Manager –  ANSALDO ENERGIA SpA Security Officer – ARCESE TRASPORTI SpA Security Supervisor – ATAC SpA Responsabile Vigilanza e Tecnologie della Sicurezza – AVIO SpA Security Manager – AVIO SpA  Sostituto Funzionario alla Sicurezza – BABCOCK INTERNATIONAL ITALY SpA Security Manager – BANCA POPOLARE DI BARI Responsabile Comparto Sicurezza Aziendale Fisica – BASF ITALIA SpA Security & Facility Manager – BASF ITALIA SpA Vice Responsabile Security – BENSEC scarl Presidente – BNPPARIBAS Head of Corporate Security – BONATTI SpA Corporate Security Manager – BOTTEGA VENETA Security Manager – BULGARI GIOIELLI Security Manager – CASILLO GROUP Group Security Manager – CASSA DI RISPARMIO DI FERMO Security Manager – CEVA LOGISTICS Security Manager – CHIESI FARMACEUTICI SpA Security & Travel Risk Manager – COCA-COLA HBC ITALIA Country Security & Facility Manager – COSMO SpA Facility e Security Manager/RSPP – CREDIT SUISSE ITALY SpA Head of GBSS Italy and Ticino Area – CSI PIEMONTE Head of Safety and Security/CSO – ENGIE ITALIA SpA Head of General Services Real Estate Sec. e Mobility Manager – ESSELUNGA Security Manager – FERRERO Security Specialist – FERRERO Regional Head of Security Italy – FIERA MILANO SpA Security Specialist – GEODIS HOLDING ITALIA SpA Security Manager – GEOX SpA Head of Security and General Service – GIANNI VERSACE Srl Corporate Security Manager – GIORGIO ARMANI SpA Asset Protection & Loss Prevention Manager – GRUPPO PAM Responsabile Security D’area – GRUPPO PITTINI Security Manager – GRUPPO STEF Security Manager – GUCCIO GUCCI SpA Corporate Security Manager – GUCCIO GUCCI SpA Global Security Director – IEN ITALIAN ENTERTAIMENT NETWORK Safety & Senior Security Manager – IMPRESA PIZZAROTTI & c. SpA Corporate Security Manager – INTERPORTO CAMPANO SpA Security Manager – INTESA SANPAOLO Security Specialist- KERING ITALIA Security Officer – KUEHNE + NAGEL National Security Manager – LEROY MERLIN ITALIA Srl Risk Specialist  – LEROY MERLIN ITALIA Security – MARIONNAUD PARFUMERIES ITALIA Srl Security Specialist – MEGAMARK Security Manager – METLAC SpA HS&E Manager – MILAN BERGAMO AIRPORT SABCO SpA Security Manager –  MIRIADE SpA IT Manager – MODULA Srl RSPP – NARDO’ TECHNICAL CENTER S.r.l. Security Team Leader – NARDO’ TECHNICAL CENTER S.r.l. Security Coordinator – NKD ITALIA Responsabile Sicurezza – PENNY MARKET ITALIA Country Security Manager – RISPARMIO CASA Security Manager Area Nord e Svizzera – ROBERTO BOSCH Corporate Security Manager – SARAS SpA Security Manager – SCARPE & SCARPE Security & Loss Prevention Manager – SCARPE & SCARPE CFO Direttore Loss Prevention – SEA SpA Responsabile Security Operations Linate – SKY ITALIA Senior Investigation Specialist & Physical Security Specialist – SOGIN SpA Dirigente – THERMO FISCHER SCIENTIFIC Supervisor General Services – THUN SpA HSE & Facility Manager – TNT/FEDEX Manager Security – TRENORD S.r.l. Dirigente Responsabile Funzione Security – UCI ITALIA SPA  Head Of Service Delivery Southern Region – UNIEURO SpA Security Director – VENEZIA TERMINAL PASSEGGERI SpA Data Protection Officer – WIND TRE Security & Emergency Management – YOOX NET A PORTER GROUP Gruop Corporate Security Manager – ZARA ITALIA Srl Loss Prevention – ZARA ITALIA Srl Responsabile di Zona Loss Prevention & Security

Vai ai Delegate2020

Exhibitor


Gli exhibitor avranno la possibilità di creare nuovi business, presentando in modo efficace prodotti e servizi. E facendo parte di un evento che aggiunge valore alla propria brand reputation, in riferimento al tema cruciale della security.

Conferenza di apertura


QUENTIN LADETTO


armasuisse Scienza & Tecnologia

FORESIGHT, TECNOLOGIA E IMMAGINAZIONE: LA COMBINAZIONE PER PREPARARCI ALL’IMPREVEDIBILE

Anticipare il futuro significa proiettarsi nell’ignoto preparandosi non per uno, ma per una moltitudine di futuri possibili. Partendo dai mega-trends tecnologici, identificheremo i cambiamenti che potrebbero avere un impatto sulla sicurezza e soprattutto sulla difesa.

Ma ha ancora senso distinguere i due settori in un mondo in cui l’innovazione civile ha soppiantato quella militare e in cui la velocità di sviluppo è condizionata dalla convergenza di campi di ricerca differenti? Sfruttando l’immaginazione e ispirandosi alla fonte della fantascienza questo keynote presenta metodologie e strumenti concreti per rendere visibili i segnali deboli, indicatori di cambiamenti già in atto; per renderne prevedibili le conseguenze analizzando i loro vari livelli di maturità; per passare da una posizione passiva di osservatore a quella di attore attivo nella costruzione del domani. Informare, educare, ma soprattutto ispirare sono le promesse del foresight per stare allerta e prepararci all’imprevedibile, qualunque cosa il futuro possa portare!

Seminari

  • AFFRONTARE LA SFIDA DELLE CRISI DEL XXI SECOLO

    PERCHÉ È NECESSARIO UN CAMBIO DI PARADIGMA ANCHE IN AZIENDA

    La parola "crisi" è spesso confusa con "emergenza". E già questo non aiuta a riconoscere eventi critici inattesi. Il Covid19 rappresenta la quarta crisi sistemica del XXI secolo e ha messo in evidenza l'inadeguatezza della...
    PATRICK TRANCU

    Consulente di gestione di crisi

    PATRICK TRANCU

    Consulente di gestione di crisi

    La parola “crisi” è spesso confusa con “emergenza”. E già questo non aiuta a riconoscere eventi critici inattesi. Il Covid19 rappresenta la quarta crisi sistemica del XXI secolo e ha messo in evidenza l’inadeguatezza della nostra attuale “cassetta degli attrezzi”. Il contributo determinante alla gestione di crisi, oltre alla preparazione, è dato oggi dalla capacità di pensare fuori contesto ricercando soluzioni originali e creative. Spesso, tuttavia, questi “pensatori” vivono ai margini delle gerarchie aziendali. Quale il ruolo dei security manager nell’identificare i “pensatori” prima delle crisi?

    PATRICK TRANCU

    Crisis Advisor con 20 anni di esperienza al fianco di società multinazionali. La sua esperienza spazia settori industriali e tipologie di crisi gestite. In una vita precedente, 30+ anni di consulenza in comunicazione d’impresa. Ha una passione per tutto quello che riguarda il crisis management, la comunicazione di crisi e la business continuity. Fornisce consulenza a clienti in Italia e all’estero e lavora con i CDA e il top management aziendali per creare programmi di trasformazione culturale in grado di rafforzare la resilienza aziendale e che permettano ai clienti di formulare risposte “adeguate, responsabili ed etiche” in situazioni di crisi. È inoltre membro effettivo di Crisis Management Team aziendali e supporta i clienti in tutte le fasi del ciclo della crisi. Ha partecipato a seminari IATA sulla comunicazione di crisi, del Geneva Centre for Security Policy sulla gestione di crisi ed è in possesso di una certificazione CBCI in business continuity da parte del Business Continuity Institute.

    Workshops

    • IL SECURITY MANAGER ED IL MONDO CHE VERRÀ

      UN APPROCCIO AI NUOVI RISCHI PER LA SECURITY CAUSATI DALLA CRISI ECONOMICA POST PANDEMICA

      I vaccini ci permetteranno di azzerare o quasi i decessi ed i sovraffollamenti nelle terapie intensive, ma non sappiamo con certezza se il SARS Cov2 sparirà del tutto o se - come i virologi temono...
      SAMUELE CARUSO

      International Security Manager, Fincantieri

      SAMUELE CARUSO

      International Security Manager, Fincantieri

      I vaccini ci permetteranno di azzerare o quasi i decessi ed i sovraffollamenti nelle terapie intensive, ma non sappiamo con certezza se il SARS Cov2 sparirà del tutto o se – come i virologi temono – diventerà un virus endemico continuando a girare tra la popolazione per anni. Con certezza la pandemia è sia un game changer che un catalizzatore di tendenze già in atto. Il mondo che verrà dopo la pandemia, sarà caratterizzato da grande ottimismo e rinascita economica a livello globale, con grandi opportunità da cogliere per le aziende. D’altro lato le criticità irrisolte che il mondo già manifestava, hanno covato come brace sotto il lockdown e genereranno nuovi scenari. Lo scacchiere dei rischi su cui il security manager si muoverà diviene ancora più liquido e complesso a livello tecnologico-digitale, geopolitico, economico sociale. È tempo di ridisegnare la cartografia dei rischi.

      SAMUELE CARUSO

      Samuele Caruso, è un Security Manager. Da 20 anni lavora in grandi aziende italiane, rivestendo ruoli di responsabilità in diverse specialità del settore. Attualmente guida l’ufficio International Security Fincantieri coordinando il programma di Travel Risk & Crisis Management. Serve la famiglia professionale Security nel ruolo di presidente del capitolo italiano di ASIS International.

    • IL VALORE DELLA SICUREZZA INTEGRATA CON LE FUNZIONI AZIENDALI

      UN PROCESSO INTEGRATO E CONDIVISO PER DARE VALORE AGGIUNTO NEL RETAIL

      La sicurezza è un valore fondamentale: la protezione delle persone, dei beni e dei dati sono un dovere che l'azienda deve assumere con costante impegno ed aggiornamento. Ciò è possibile solo se le varie funzioni...
      GIUSEPPINA MANCUSO

      Responsabile Audit & Risk, Leroy Merlin Italia

      SEBASTIANO CASTORINA

      Direttore Tecnico, Leroy Merlin Italia

      GIUSEPPINA MANCUSO

      Responsabile Audit & Risk, Leroy Merlin Italia

      SEBASTIANO CASTORINA

      Direttore Tecnico, Leroy Merlin Italia

      La sicurezza è un valore fondamentale: la protezione delle persone, dei beni e dei dati sono un dovere che l’azienda deve assumere con costante impegno ed aggiornamento. Ciò è possibile solo se le varie funzioni aziendali mettono a disposizione professionisti e competenze che si integrano in un sistema interdipendente e collaborano ad un disegno unico. Il contesto complesso ed estremamente mutevole che stiamo vivendo ci ricorda costantemente che dobbiamo trovarci pronti a reagire per costruire nuovi modelli e definire nuove regole di funzionamento. Solo grazie ad un dialogo costante e un lavoro fortemente interconnesso tra le diverse aree aziendali e la sinergia con i professionisti del settore è possibile raggiungere questo risultato.

      GIUSEPPINA MANCUSO

      Nata a Roma laureata in economia e commercio con una tesi sul Retail, si appassiona alla Gdo iniziando un percorso nel controllo di gestione e spostandosi successivamente nell’area audit e risk.

      SEBASTIANO CASTORINA

      Nato a Catania dopo gli studi inizia il suo percorso lavorativo nella grande distribuzione come progettista in Metro Italia Cash and Carry. Nel 2008 inizia la sua collaborazione lavorativa con Leroy Merlin. Nel corso degli anni ha avuto modo di collaborare per altri marchi del Gruppo Adeo tra cui Zodio Italia e Bricocenter. Dal 2017 prende il ruolo di Direttore Tecnico in Leroy Merlin. “Considero l’integrazione tra progettazione, costruzione, manutenzione e analisi dei rischi il modo più efficace per massimizzare i risultati; non possiamo considerare ogni area fine a se stessa: ognuna fa parte di un sistema interconnesso”.

    • LA SECURITY COME STRUMENTO DI BUSINESS PER LE AZIENDE

      LA TRASVERSALITÀ E POLINFUNZIONALITÀ DELLA SECURITY

      La sicurezza aziendale, nell'accezione "security", spesso viene fraintesa dai non addetti ai lavori con il controllo accessi o i servizi di scorta e tutela. In realtà, sotto un profilo maggiormente integrale, rappresenta uno strumento polivalente...
      MARCO LIVIO NASPONI

      Corporate Security Manager, Bonatti SPA

      MARCO LIVIO NASPONI

      Corporate Security Manager, Bonatti SPA

      La sicurezza aziendale, nell’accezione “security”, spesso viene fraintesa dai non addetti ai lavori con il controllo accessi o i servizi di scorta e tutela. In realtà, sotto un profilo maggiormente integrale, rappresenta uno strumento polivalente e multifunzionale per l’azienda che se ne dota in maniera convinta. Travel security, access control, due diligence, close protection, physical security e cyber security sono solo alcuni dei settori governati (o che dovrebbero esserlo) dalla funzione di security in un’azienda di qualsiasi livello o tipologia di business, considerando come primario e deontologico fine quello di mettere in sicurezza le risorse umane, i beni e le conoscenze/informazioni/marchi/brevetti. Partendo dalla certezza che molto c’è da proteggere all’interno di un’azienda, lo strumento della security risulterà sicuramente trasversale ed utile se impiegato ad alti livelli e in maniera completa, razionale e integrata con tutte le altre funzioni.

      MARCO LIVIO NASPONI

      Corporate Security Manager con oltre 20 anni di esperienza nel settore della sicurezza. Multifunzionale e di formazione giuridico-militare, ha maturato circa 17 anni di servizio nell’Arma dei Carabinieri quale Ufficiale, con incarichi nazionali ed internazionali di comando e di staff. Laureato in “Giurisprudenza” e in “Scienze della Sicurezza interna ed esterna”, ha conseguito il master universitario in “Peacekeeping and security studies” ottenendo poi la certificazione “Senior Security Manager” UNI 10459. E’ membro AIPSA e collabora con gruppi di lavoro di livello nazionale sui temi della Travel Security e Cyber Security. Esercita oggi l’attuale professione marcatamente internazionale, analizzando il variegato contesto operativo aziendale ed individuando le possibili fonti di rischio a cui porre la mitigazione migliore nel congruo rapporto costi/benefici.

    • COME INTERAGISCONO E COME SI INFLUENZANO LE DIVERSE TIPOLOGIE DI RISCHIO

      I RISCHI ASSUMONO MOLTE FORME, TANTE QUANTE LE CONSEGUENZE CHE POSSONO COLPIRE OGNI ORGANIZZAZIONE

      Non è possibile prevedere l’incertezza che accompagna ogni nostra singola attività operativa, ma è possibile cercare di prevenire e ridurre la portata dei suoi effetti. Solo tramite un’attenta, ordinata, coordinata, sequenziale ed incessante attività di...
      GIANLUIGI LUCIETTO

      Indipendent Risk&Business Continuity Consultant - Membro del Consiglio Direttivo ANRA

      GIANLUIGI LUCIETTO

      Indipendent Risk&Business Continuity Consultant - Membro del Consiglio Direttivo ANRA

      Non è possibile prevedere l’incertezza che accompagna ogni nostra singola attività operativa, ma è possibile cercare di prevenire e ridurre la portata dei suoi effetti. Solo tramite un’attenta, ordinata, coordinata, sequenziale ed incessante attività di gestione dei rischi è possibile ridurre l’imprevedibilità e gli effetti degli eventi. Il rischio ha una e più facce, una e più modalità di minacciare la nostra organizzazione, una e più modalità di sfruttare le nostre vulnerabilità. Se non siamo in grado di analizzare le sorgenti di rischio, le interazioni, le influenze e le correlate evoluzioni, non saremo mai in grado di garantire un appropriato livello di sicurezza al sistema organizzato che siamo chiamati a proteggere. L’incertezza genera il CHAOS, ma il CHAOS è organizzabile, bisogna solo sapere come fare. L’addestramento continuo verso la ricerca delle vulnerabilità sfruttabili dalle minacce, rendono le organizzazioni più forti e, la loro gestione, più resilienti. Dobbiamo ricordare sempre che tutte le organizzazioni forti possono cadere sopraffatte dagli effetti catastrofici di un evento, ma nessuna deve cedere” (fortis cadere, cedere non potest).

      GIANLUIGI LUCIETTO

      Da oltre 20 anni opera – con proprio network ultra specializzato – come consulente per un ristretto numero di imprese nazionali e internazionali sulle tematiche relative alla gestione dei rischi e alla continuità operativa. È inoltre professore a contratto all’Università di Verona ed è docente ANRA.

    • LO SVILUPPO DEL CRIMINE ORGANIZZATO, DAI REATI APPROPRIATIVI NEL MONDO RETAIL E LOGISTICA ALLE INFILTRAZIONI NELL’ECONOMIA E NELLE INFRASTRUTTURE PUBBLICHE

      Un’analisi di come, in un momento particolarmente delicato e complesso, nuove e vecchie forme di criminalità organizzata rappresentino una minaccia reale e rilevante per le aziende Italiane ed internazionali. Questa situazione impone una concreta risposta...
      GIUSEPPE MASTROMATTEI

      Presidente, Laboratorio per la Sicurezza

      MARCO DUGATO

      Docente di Ricerca Criminologia, Università Cattolica del Sacro Cuore

      GIUSEPPE MASTROMATTEI

      Presidente, Laboratorio per la Sicurezza

      MARCO DUGATO

      Docente di Ricerca Criminologia, Università Cattolica del Sacro Cuore

      Un’analisi di come, in un momento particolarmente delicato e complesso, nuove e vecchie forme di criminalità organizzata rappresentino una minaccia reale e rilevante per le aziende Italiane ed internazionali. Questa situazione impone una concreta risposta basata sulla definizione di nuovi approcci alla prevenzione e al contrasto e sulla condivisione di informazione tra tutti gli stakeholders interessati, sia in ambito pubblico sia in ambito privato.

      GIUSEPPE MASTROMATTEI

      Operativo nel settore della sicurezza da oltre un quarto di secolo, è laureato in scienze e tecniche psicologiche e dal 2006 possiede la certificazione di Senior Security Manager secondo lo standard UNI 10459:2017. Già Ufficiale dei Carabinieri, dal 1995 inizia l’attività di professionista nel mondo della security aziendale prima per TNT Global Express e poi nel Gruppo Carrefour. Nel 1997 diviene responsabile della sicurezza per il Centro di Produzione RAI di Milano; dopo aver istituito localmente la funzione Security, nel 2002 lascia Milano per trasferirsi a Roma, presso la direzione generale della RAI per ricoprire il ruolo di Corporate Security Manager. Nel 2009 assume l’incarico di Security Manager per H&M Italia diventandone, nel 2011, responsabile per la Regione Ovest dell’Europa. Autore di numerose pubblicazioni sulla gestione del rischio e della sicurezza, è Presidente e fondatore dell’Associazione “Laboratorio per la Sicurezza”, collabora con diverse università italiane come docente.

      MARCO DUGATO

      È uno dei fondatori e amministratori di Crime&tech, spinoff di Università Cattolica del Sacro Cuore, e Senior Researcher a Transcrime. È anche Docente a Contratto di Metodi e Tecniche per la Ricerca Criminologica presso la facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Dall’a.a.2010/2011 all’a.a. 2012/13 è stato Docente a Contratto di Statistica della Criminalità presso la facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ha conseguito il Dottorato Internazionale in Criminologia (PhD) presso l’Università Cattolica ed è laureato in Sociologia (MA) presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca. I suoi principali ambiti di ricerca sono: analisi spaziale del crimine; predictive policing; retail security; statistiche della criminalità; criminalità organizzata e mercati illeciti. Ha coordinato diversi progetti di ricerca a livello nazionale ed internazionale.

    • COME MANTENERE UN EFFICACE MODELLO DI SECURITY ANCHE A FRONTE DI TAGLI ECONOMICI

      IL RUOLO STRATEGICO DELLA SECURITY METRICS E DELLA MTD AL SERVIZIO DEL SECURITY MANAGER

      La Security è un asset strategico ed organizzativo a supporto del top management, in grado di garantire quei livelli di tempestività, reattività e flessibilità necessari a gestire e fronteggiare l’universo dei cosiddetti “rischi generici aggravati...
      ANNA VILLANI

      Security Manager RES ON NETWORK Intelligence & Global Defence Network, WIS - Women In Security Liason ASIS INTERNATIONAL

      ANNA VILLANI

      Security Manager RES ON NETWORK Intelligence & Global Defence Network, WIS - Women In Security Liason ASIS INTERNATIONAL

      La Security è un asset strategico ed organizzativo a supporto del top management, in grado di garantire quei livelli di tempestività, reattività e flessibilità necessari a gestire e fronteggiare l’universo dei cosiddetti “rischi generici aggravati ed emergenti” che contraddistinguono i nuovi scenari internazionali. L’efficacia della security è da perseguire, anche a fronte di eventuali tagli economici, attraverso modelli olistici basati su Security Metrics multidimensionali e sul principio della Miglior Tecnologia Disponibile (MTD) volti all’acquisizione della migliore scienza ed esperienza, così come richiesto – secondo i più recenti orientamenti giurisprudenziali – dal rapporto esistente tra norme prevenzionistiche cogenti e norme tecniche, avvalendosi dell’utilizzo di nuovi e moderni tools operativi, linee guida e best practices internazionali.

      ANNA VILLANI

      Security Manager certificato UNI 10459 con esperienza ventennale nel campo della sicurezza fisica e del risk management. È Women In Security Liason Italy (WIS) di ASIS INTERNATIONAL, referente italiano Security Commission CFPA-Europe e Presidente Vicario CT Safety & Security di AIAS Sicurezza. È membro del CEI CT 79 (Controllo Accessi, Videosorveglianza ed Antintrusione) e del GL 10 UNI-CEI (certificazione attività professionali sistemi di security).

    • LA GESTIONE DEI TEAM DI CRISI, EVOLUZIONI E INNOVAZIONE

      L'USO DELLE TECNICHE DI INTELLIGENZA COLLETTIVA IN AMBITO SECURITY E GESTIONE CRISI

      L'intelligenza collettiva è ormai entrata nelle migliori aziende, ma è possibile estenderla anche nell’ambito security, alle cui fondamenta sta da anni la preparazione militare e di polizia. Dove è evidente che nelle emergenze e nelle...
      LUCA TENZI

      International Security and Organizations Resilience consultant

      LUCA TENZI

      International Security and Organizations Resilience consultant

      L’intelligenza collettiva è ormai entrata nelle migliori aziende, ma è possibile estenderla anche nell’ambito security, alle cui fondamenta sta da anni la preparazione militare e di polizia. Dove è evidente che nelle emergenze e nelle crisi vengono utilizzati metodi consolidati di comando, controllo, comunicazione e informazione. Come in tutte le cose, anche le tecniche di problem solving si sono evolute, così come i metodi di presa di decisione in ambito security, a cui si possono applicare metodi d’intelligenza collettiva, anche nella pianificazione e gestione di crisi, quando è importante creare un ambiente moltiplicatore di capacità. Il nuovo responsabile security o crisis leader deve essere infatti un leader enabler, che metta la propria leadership al servizio dell’intelligenza collettiva, per il bene ultimo dell’azienda in situazioni di stress e di crisi.

      LUCA TENZI

      Esperto di sicurezza, gestione crisi e resilienza con 20 anni di carriera in diversi settori in aziende quotate Fortune 100 e 500 e CAC40, in Europa, Africa, Medio Oriente, Estremo Oriente e America Latina. Completa gli attuali impegni come consulente in Organisation Resilience presso le agenzie delle Nazioni Unite

    • FOCUS GROUP: LA SECURITY A PROTEZIONE DEL CIBO E DELL’INTERA FILIERA

      FILIERA AGROALIMENTARE: UN’INFRASTRUTTURA CRITICA DEL NOSTRO PAESE

      La protezione del cibo è un imperativo categorico. Un contesto, quello della filiera agroalimentare, complesso grazie al contributo strategico di molteplici attori e nello stesso tempo evoluto. Di pari complessità è lo scenario di rischio...
      FRANCESCO RANA - Group security manager, Casillo Group

      DANEIELE COLANTONIO - Security Manager, Penny Market Italia

      ALESSANDRO PERON - Segretario Generale FIAP e Segretario Consiglio Direttivo dell'Osservatorio T.C.R.

      FRANCESCO RANA - Group security manager, Casillo Group

      DANEIELE COLANTONIO - Security Manager, Penny Market Italia

      ALESSANDRO PERON - Segretario Generale FIAP e Segretario Consiglio Direttivo dell'Osservatorio T.C.R.

      La protezione del cibo è un imperativo categorico. Un contesto, quello della filiera agroalimentare, complesso grazie al contributo strategico di molteplici attori e nello stesso tempo evoluto. Di pari complessità è lo scenario di rischio in cui la filiera si muove, dai campi agricoli sino agli scaffali della grande distribuzione per finire poi sulle nostre tavole. La Food Defense si propone – mediante la strutturazione di processi di controllo, l’utilizzo di tecnologie d’avanguardia e professionalità specifiche – di fronteggiare situazioni critiche che vanno dal terrorismo biologico al sabotaggio, assicurando la protezione del cibo e dell’intero processo produttivo, anche in situazioni di crisi. Nella criticità del momento il settore agroalimentare ha tenuto il colpo. I consumi nell’ambito food & beverage sono stati tra i pochi ad aver segnato delle variazioni positive durante il lockdown ma anche dopo, confermandosi anticiclici rispetto alle altre filiere. Questo trend positivo ha determinato l’aumento di esposizione al rischio di natura fraudolenta, inducendo gli Operatori ad innalzare il livello, già elevato, di attenzione e sensibilità in ogni step della filiera. Parliamo di strategie e soluzioni tecnologiche oggi disponibili sul mercato per garantire la sicurezza del cibo con Francesco Rana Group Security manager – Casillo Group.

      FRANCESCO RANA - Group security manager, Casillo Group

      Laureato in legge, ha maturato una diversificata esperienza lavorativa in circa 20 anni di attività professionale come Security manager, fra l’altro in diversi settori (industria, servizi, bancario e grandi eventi). Attualmente è Group Security manager della Casillo, uno dei leader mondiali nell’ambito dell’industria molitoria, stoccaggio cereali, trading di commodities agricole e retail.

      DANEIELE COLANTONIO - Security Manager, Penny Market Italia

      Dopo la maturità scientifica, inizia il proprio percorso lavorativo a 20 anni arruolandosi nell’Esercito. Nel corso degli anni lavorativi consegue la laurea in scienze politiche e sociali, maturando diverse esperienze in funzioni chiave della grande distribuzione, incluse Logistica e Vendite. Nel 2011 approda nella Security di Penny Market Italia, discount alimentare del gruppo Rewe, leader del commercio retail e del turismo in Germania e in Europa. Da ottobre 2019 riveste il ruolo di Security Manager e responsabile di funzione.

      ALESSANDRO PERON – Segretario Generale FIAP e Segretario Consiglio Direttivo dell’Osservatorio T.C.R.

      Esperto di Normativa, Innovazione e Gestione d’impresa nel settore dei Trasporti e della Logistica. Nel corso della mia carriera ho ricoperto incarichi di responsabilità in aziende di grandi dimensioni dell’ICT, occupandosi di start-up e gestione d’impresa, sistemi informativi automatici, system integration applicata a progetti di innovazione tecnologica.

      Exhibitor Corner

      • INDUSTRY 4.0

        OLTRE LA SICUREZZA, VERSO LA GOVERNANCE

        La tecnologia e i processi per la sicurezza si evolvono andando a delineare un nuovo paradigma in cui la sicurezza può diventare un centro di ricavo per l’azienda in un’ ottica di security governance. Le...
        ANDREA MONTELEONE

        National Sales Manager, Axis Communications

        GIUSEPPE MASTROMATTEI

        Presidente, Laboratorio per la Sicurezza

        ANDREA MONTELEONE

        National Sales Manager, Axis Communications

        GIUSEPPE MASTROMATTEI

        Presidente, Laboratorio per la Sicurezza

        La tecnologia e i processi per la sicurezza si evolvono andando a delineare un nuovo paradigma in cui la sicurezza può diventare un centro di ricavo per l’azienda in un’ ottica di security governance. Le opportunità legate all’innovazione, alla sperimentazione e alla ricerca e sviluppo, cosi come definite da Transizione 4.0, sono la leva con cui il security manager, attraverso l’integrazione e l’ascolto attivo delle varie esigenze aziendali, può diventare collante trasversale tra le diverse funzioni, andando oltre il concetto di sicurezza, per creare più valore e competere meglio sul mercato.

        ANDREA MONTELEONE

        Andrea Monteleone è National Sales Manager per l’Italia di Axis Communications. Ha la responsabilità di definire la strategia commerciale e di raggiungere gli obiettivi previsti a livello internazionale in tutte le linee di produzione dell’azienda. Oltre al coordinamento e alla motivazione del proprio team, Andrea gestisce la relazione con le altre funzioni aziendali in ambito Sales e marketing. Nel corso della sua carriera professionale, cominciata nel 2004, ha svolto il ruolo di Sales Manager in diverse aziende tecnologiche multinazionali in Italia e all’estero.

        GIUSEPPE MASTROMATTEI

        Operativo nel settore della sicurezza da oltre un quarto di secolo, è laureato in scienze e tecniche psicologiche e dal 2006 possiede la certificazione di Senior Security Manager secondo lo standard UNI 10459:2017. Già Ufficiale dei Carabinieri, dal 1995 inizia l’attività di professionista nel mondo della security aziendale prima per TNT Global Express e poi nel Gruppo Carrefour. Nel 1997 diviene responsabile della sicurezza per il Centro di Produzione RAI di Milano; dopo aver istituito localmente la funzione Security, nel 2002 lascia Milano per trasferirsi a Roma, presso la direzione generale della RAI per ricoprire il ruolo di Corporate Security Manager. Nel 2009 assume l’incarico di Security Manager per H&M Italia diventandone, nel 2011, responsabile per la Regione Ovest dell’Europa. Autore di numerose pubblicazioni sulla gestione del rischio e della sicurezza, è Presidente e fondatore dell’Associazione “Laboratorio per la Sicurezza”, collabora con diverse università italiane come docente

      • PRIVACY E INTELLIGENZA ARTIFICIALE: PROSPETTIVE ED EVOLUZIONI

        UN APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CONCETTO DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE, ALLE SUE EVOLUZIONI ED OPPORTUNITÀ, NEL PIENO RISPETTO DELLA PRIVACY

        Valicheremo i confini del TVCC tradizionale esplorando i territori dell’AI e le sue innumerevoli ramificazioni: protezione perimetrale, face detection, face recognition, tecnologia di lettura targhe ANPR, metadati umani e veicolari, funzioni di business intelligence e...
        TIZIANO CHIARINI

        Training Manager, Dahua Technology Italy

        DOMENICO VOZZA

        Avvocato

        TIZIANO CHIARINI

        Training Manager, Dahua Technology Italy

        DOMENICO VOZZA

        Avvocato

        Valicheremo i confini del TVCC tradizionale esplorando i territori dell’AI e le sue innumerevoli ramificazioni: protezione perimetrale, face detection, face recognition, tecnologia di lettura targhe ANPR, metadati umani e veicolari, funzioni di business intelligence e molto altro ancora. Progettazione e sviluppo all’insegna dell’apertura verso le terze parti: integrazione e interoperabilità per creare un ecosistema di sicurezza efficace, accessibile a tutti e pienamente conforme alle tutele della privacy.

        TIZIANO CHIARINI

        Da oltre trent’anni nel settore della sicurezza, Tiziano Chiarini ha maturato un’esperienza significativa negli ambiti della videosorveglianza, antintrusione, controllo accessi, video citofonia ed antincendio. Nella sua vita professionale ha ricoperto posizioni di prestigio in importanti aziende operanti nel settore della sicurezza. Da diversi anni svolge il lavoro di training manager in Dahua Technology Italy organizzando e tenendo seminari in tutta Italia. Ha molteplici interessi e intraprende diverse attività nel campo sociale, culturale ed artistico. Scrive romanzi e sceneggiature teatrali ed è attore e regista. Presta la sua voce in audiolibri destinati alle persone non vedenti ed è da diversi anni volontario per un’associazione che si occupa di curare le vittime delle guerre.

        DOMENICO VOZZA

        Dopo una lunga esperienza nei ruoli della Pubblica Amministrazione, dove ha ricoperto incarichi di responsabilità di primissimo piano, , ha diretto la Security aziendale di un’importante Azienda italiana, operante in diversi Stati dell’Europa e delle Americhe. Attualmente è avvocato del Foro di Roma – libero professionista e svolge l’attività legale specialistica e di consulenza di alta direzione d’impresa in ambito Governance e Compliance Aziendale; in particolar modo, si occupa di tematiche di profilo specialistico quali la tutela dei dati personali e delle informazioni aziendali, nonché i connessi risvolti legati agli illeciti informatici, l’antiriciclaggio e gli illeciti fiscali, l’anticorruzione, la sicurezza sul lavoro e i reati tributari e contro l’economia, gli illeciti in materia di tutela del brand. Domenico Vozza fornisce, altresi, servizi di consulenza e assistenza legale, giudiziale e stragiudiziale nei settori specialistici sopra indicati, oltre che in materia di mediazione civile e commerciale. Si avvale dell’opera di una rete di consulenti, investigatori, periti ed esperti dotati di capacità etico-culturali-morali e professionali di primissimo livello, soprattutto in attività di legalforensic e investigazioni difensive. Domenico Vozza è docente presso Università e Scuole della Pubblica Amministrazione ed è Data Protection Officer certificato.

        Soft Skills

        • GESTIONE DELLO STRESS E IPERCONNESSIONE

          LARA CESARI

          Il rapporto tra le persone e le tecnologie è ormai diventato simbiotico e inscindibile. Questa relazione porta a dare per scontate le possibilità che il digital ci offre, ma allo stesso tempo anche le nuove...
          Psicologa, responsabile marketing e partner di HXO

          Psicologa, responsabile marketing e partner di HXO

          Il rapporto tra le persone e le tecnologie è ormai diventato simbiotico e inscindibile. Questa relazione porta a dare per scontate le possibilità che il digital ci offre, ma allo stesso tempo anche le nuove dis-abitudini che abbiamo acqusito. Il seminario vuole esplorare questo legame nei suoi aspetti fisiologici, psicologici e comportamentali per dare delle nuove chiavi e categorie di lettura del nostro rapporto col digital.

          Psicologa, responsabile marketing e partner di HXO

          Psicologa, responsabile marketing e senior partner di HXO (www.hxo.it), dal 1993 opera come consulente di organizzazione e come formatore. Progetta e realizza interventi in ambito di sviluppo, gestione e formazione delle persone in azienda. Ha nel tempo ideato e realizzato numerose innovazioni metodologiche nel campo della formazione. Ha progettato e implementato percorsi di Diversity Management e di sostegno al rientro della maternità. È autrice di testi e pubblicazioni, fra cui “Persone a colori” (Castelvecchi editore 2017).

        • LE ZONE CIECHE DELLA MENTE: FLESSIBILITÀ E TRAPPOLE COGNITIVE

          LARA CESARI

          La possibilità di costruire un ambiente di lavoro caratterizzato da flessibilità ed evoluzione continua è fondata sulla capacità di generare nel gruppo la disponibilità a riconoscere i propri automatismi nel valutare situazioni e prendere decisioni....
          Psicologa, responsabile marketing e partner di HXO

          Psicologa, responsabile marketing e partner di HXO

          La possibilità di costruire un ambiente di lavoro caratterizzato da flessibilità ed evoluzione continua è fondata sulla capacità di generare nel gruppo la disponibilità a riconoscere i propri automatismi nel valutare situazioni e prendere decisioni. Affidarsi a modalità consolidate di rappresentazione della realtà inibisce l’ariosità del pensiero. Il seminario accompagna i partecipanti a riconoscere i bias cognitivi e a identificare le modalità per diffondere entro il proprio team l’orientamento all’esplorazione e alla conoscenza, la creatività, la capacità di fare connessioni.

          Psicologa, responsabile marketing e partner di HXO

          Psicologa, responsabile marketing e senior partner di HXO (www.hxo.it), dal 1993 opera come consulente di organizzazione e come formatore. Progetta e realizza interventi in ambito di sviluppo, gestione e formazione delle persone in azienda. Ha nel tempo ideato e realizzato numerose innovazioni metodologiche nel campo della formazione. Ha progettato e implementato percorsi di Diversity Management e di sostegno al rientro della maternità. È autrice di testi e pubblicazioni, fra cui “Persone a colori” (Castelvecchi editore 2017).

        • I GRANDI LEADER SANNO ASCOLTARE

          QUALI SONO LE TECNICHE PER ASCOLTARE LE PERSONE CHE TI CIRCONDANO?

          Come sono cambiate le relazioni? E quali sono i nuovi bisogni che stanno emergendo in questo contesto storico di grande cambiamento? È necessario saper ascoltare e sostenere il capitale umano per affrontare questa grande sfida...
          ALESSANDRA MONASTA

          Life/Sport, Business Coach Metodo R.I.G.O.R.E - Fonico Forense, LAW5 S.r.l.

          ALESSANDRA MONASTA

          Life/Sport, Business Coach Metodo R.I.G.O.R.E - Fonico Forense, LAW5 S.r.l.

          Come sono cambiate le relazioni? E quali sono i nuovi bisogni che stanno emergendo in questo contesto storico di grande cambiamento? È necessario saper ascoltare e sostenere il capitale umano per affrontare questa grande sfida dando il meglio di sé. Ogni Leader di successo riconosce l’importanza di questa competenza ed è consapevole di quali siano i vantaggi competitivi che può portare nella comunicazione. I veri ostacoli all’Ascolto degli altri si trovano spesso nell’atteggiamento che adottiamo e… talvolta nella fatica di ascoltarsi. Andremo ad individuare i principi fondamentali dell’arte dell’Ascolto in una sessione dove sperimenteremo insieme tecniche, strategie e fattori che favoriscono o ostacolano un Ascolto efficace.

          “Saper ascoltare l’altro ci permette di riconoscere i mille volti della realtà” Carl Rogers

          ALESSANDRA MONASTA

          Nasce a Firenze nel 1969, e lo sviluppo della sua carriera professionale viaggia su un doppio binario. Per oltre vent’anni ha svolto attività di Consulente Fonico Forense in ambito di Intercettazioni Telefoniche, occupandosi di indagini di grosso calibro sia italiane che internazionali e si è specializzata nell’ascolto e nello studio della voce come mezzo espressivo delle emozioni. È Autrice del Romanzo “La cacciatrice di bugie” edito da Longanesi, unico nel suo genere. Agli inizi del Terzo Millennio l’incontro con un leader della Serie A del mondo Arbitrale nel Calcio e lo studio effettuato insieme, hanno generato lo sviluppo di una Metodologia innovativa, semplice e funzionale da mettere a disposizione dell’eccellenza dello Sport e dell’Azienda. Il Metodo R.I.G.O.R.E.® e il Progetto S.E.A.® sono strumenti in continua evoluzione creati per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse personali, che favoriscono un solido ed efficace equilibrio fra la vita privata e la vita professionale. Dai giudici di Aula ai giudici di Campo, svolge oggi attività di Formazione nello Sport e in Azienda. Il doppio binario è diventato quindi un unico progetto di consulenza rivolto al “benessere e alla formazione”. Entrambi passano da un percorso di consapevolezza dei bisogni delle persone che è
          quello che favorisce il cambiamento.

          Attività Extra

          • CONFERENZA PLENARIA SERALE: NON CHIAMATEMI MERCENARIA

            DA CONTRACTOR A SECURITY MANAGER

            Dalle strade di Baghdad a quelle del lusso, è lo straordinario percorso compiuto da Valeria Castellani, oggi Security Manager per un brand di moda tra i più rinomati al mondo. Un percorso che parte da...
            Valeria CASTELLANI

            Security Manager Corporate & Retail di un brand del lusso

            Andrea BETTINETTI

            Regista e Autore

            Valeria CASTELLANI

            Security Manager Corporate & Retail di un brand del lusso

            Andrea BETTINETTI

            Regista e Autore

            Dalle strade di Baghdad a quelle del lusso, è lo straordinario percorso compiuto da Valeria Castellani, oggi Security Manager per un brand di moda tra i più rinomati al mondo. Un percorso che parte da Vicenza quando non ancora trentenne e piena di entusiasmo e voglia di rendersi utile, lascia la sua città per collaborare con una ONG all’estero, per poi rapidamente transitare dalla miseria dei campi profughi dei deserti dell’Afghanistan, all’anarchia insanguinata dell’Iraq della “War on Terror”, dove, guidata dal destino e dalle scelte che il suo idealismo e la sua testardaggine le impongono, intraprende la carriera di contractor al servizio del Governo americano. Per concludersi infine, dopo un’esperienza drammatica che la segnerà per sempre, nel mondo patinato dei grandi marchi del lusso, dove porta con sé un bagaglio personale fatto di conoscenze tecniche, esperienze estreme e capacità relazionali trasversali. Tutte queste esperienze verranno affrontate in un’intervista condotta da Andrea Bettinetti, regista e autore di più di 30 documentari che spaziano dall’arte al current affair, dalla storia allo sport. etc. etc.

            Valeria CASTELLANI

            Nata a Jesolo nel 1974 e cresciuta a Vicenza Valeria Castellani si laurea in Giurisprudenza all’università degli studi di Bologna per poi iniziare un percorso professionale insolito che la conduce dapprima ad approfondire le tematiche legali del mondo aziendale per poi scegliere di scoprire che cosa c’è fuori dal mondo ovattato in cui vive. Dal 2002 sceglie incarichi in Afghanistan, Angola e Iraq dove la sua carriera svolta al mondo della security operativa tra ONG e US Department of Defense e dove si confronta con quella che è stata chiamata “War on Terror”. Rientrata con difficoltà nel mondo civile dal quale si era staccata si dedica alla Security aziendale dove ha ricoperto e ricopre il ruolo di Security Manager per multinazionali nel mondo del lusso. Libro: https://www.edizioniterramarique.com/shop/non-chiamatemimercenaria-iraq-2003-2005/

            Andrea BETTINETTI

            Andrea Bettinetti regista e autore di più di 30 documentari che spaziano dall’arte al current affair, dalla storia allo sport. Molti dei suoi documentari sono stati selezionati a festival e rassegne nazionali ed internazionali cosi come trasmessi dai maggiori canali televisivi italiani. Dal 2007 è docente presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. (www.andreabettinetti.it). Nel 2018 realizza per Sky Atlantic il documentario “Zona di Guerra, Professione Contractor”, dove conosce Valeria Castellani e la sua storia.

            Media Partner


            Vuoi partecipare?


            Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
            Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

            Come ci hai conosciuto?
            LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro

            Location


            Il Park Hotel ai Cappuccini è un monastero del XVII secolo, sapientemente restaurato. È a Gubbio nel cuore dell’Umbria, immerso nel verde. La sua architettura è tra le testimonianze più alte di un Medioevo colto. Il Park Hotel ai Cappuccini unisce antichi ambienti e nuovi comfort.

            Rivivi l’edizione del 2019


            Ecco cosa è successo