Richmond HSE Forum Spring

Rimini GRAND HOTEL 9- 11 Maggio, 2021

Health (Salute), Safety (Sicurezza), Environment (Ambiente): l’essenza di questo forum sta in queste tre parole chiave che compongono l’acronimo HSE.

Creare un focus specifico su una tematica attuale come la sicurezza dei dipendenti è davvero importante. Così come prendere parte all’evento.

Il forum, a numero chiuso, costituisce un momento di incontro tra domanda e offerta ed è occasione di accrescimento e formazione riguardo una disciplina in continua evoluzione.

A chi è dedicato?


Delegate


I delegate (HSE e QHSE Director, gli RSPP, Safety Manager) saranno protagonisti di sessioni, confronti, scambi di idee. Potranno conoscere nuovi colleghi e selezionare le offerte di fornitori specializzati nell’area della protezione dalle minacce per la salute e la sicurezza della popolazione e dell’ambiente.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2021


A. MENARINI Manufacturing Logistics & Services HSE Corporate Director  AGCO SpA HSE Manager – AGENZIA SPAZIALE ITALIANA RSPP – ALUMINIUM BOZEN Srl HSE Manager-RSPP   ASL TO 4 Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione – ASST BG OVEST RSPP/HSE – AUTOTRASPORTI PIGLIACELLI SpA HSE – BAKER HUGHES HSE Leader – BOSCH REXROTH SpA ASPP – Safety Training Responsible – CANDY HOOVER – GRUPPO HAIER EUROPE Global HSE Manager – CENTRO DIAGNOSTICO ITALIANO RSPP – CEVA LOGISTICS ITALIA ASPP – CEVA LOGISTICS ITALIA QHSE Manager – CFS EUROPE SpA SHE Manager – CIVIDALE SpA RSPP-  CMC DI RAVENNA RSPP  – COFREN MFG & HSE Manager – COMDATA SoA HSE Manager – CONCERIA PASUBIO SpA Group HSE Manager – CONCERIA PASUBIO EHS Specialist – CONSORZIO AGRARIO DELLA ROMAGNA RSPP HSE – COSMO HSE Manager e RSPP – COSTRUZIONI DAL PONT SpA RSPP – CSI PIEMONTE CONSORZIO HSE&Q Manager – DAIKIN AIR CONDITIONING ITALY SpA RSPP –  DELPHARM Milano RSPP – DS SMITH PAPER ITALIA Srl Safety Manager – EDISU PIEMONTE RSPP – ELDOR CORPORATION SpA HSE Manager – ELDOR CORPORATION SpA HSE Specialist – ENERCON SERVICE ITALIA Srl RSPP/Regional Manager Italia Grecia Turchia – EUROTEC SCARL HSE Manager – FATER SpA HSE Coordinator – ASPP  – FELSINEO SpA Human Resources Director – FIVES INTRALOGISTICS SpA QHSE Manager & RSPP – FIVES INTRALOGISTICS SpA QHSE Support – FLINT GROUP ITALIA HSE Regional Manager Europe –GARDALAND – MERLIN ENTERTAINMENT GROUP ASPP – GARDALAND MERLIN ENTERTAINMENT GROUP Direttore HSE – GRAFICA VENETA SpA HSE Manager –  GRUNDFOS POMPE ITALIA Global Head of HS, Service Delivery – IEN – Italian Entertainment Network Safety & Senior Security Manager  IRCCS “CASA SOLLIEVO SOFFERENZA” Dirigente Ingegnere – IKEA ITALIA Srl Safety & Security Specialist – IPLOM SpA RSPP – HSE Manager – ISAGRO SpA HSE Manager – ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Health and Safety Manager – JANSSEN CILAG SpA EHS&S Manager e RSPP – KERING EYEWARE Corporate Security Manager – LEONARDO SpA HSE Governance – LEONARDO SpA HSE Manager External Sites – LEROY MERLIN ITALIA HSE Specialist-ASPP – LEROY MERLIN ITALIA RSGS –  LUXOTTICA HSE Group Director – MARELLI EHS Manager – METLAC SpA Sustainability Manager – NKE AUTOMATION Srl HSE & Facilities Manager – ODE Srl RSPP – OVC ITALIA EHS Manager – PILKINGTON ITALIA RSPP – POLITECNICO DI MILANO ASPP – Coordinatore Dipartimentale Sicurezza – PRAXAIR Srl HSE Manager – RAI (Radio Televisione Italiana) ASPP – RAI (Radio Televisione Italiana) Responsabile Safety & Security CPTV Milano – ROSSIMODA SpA RSPP –  SAES GETTERS RSPP – SAPPI ITALY OPERATIONS SpA HSE Manager – SEMAT SpA HSE – SERIOPLAST Global HSE Manager – SWK UTENSILERIE EHS & Facility Manager – SYSTEM CERAMICS SpA QHSE & GS Manager – SYSTEM CERAMICS SpA RSPP –THUN SpA HSE – TREVI SpA RSPP – UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE RSPP – VAMFARMA RSPP HSE Manager – VERSALIS Responsabile Sicurezza Compagnia

Vai ai Delegate2020

Exhibitor


Gli exhibitor avranno il vantaggio di entrare in contatto con i veri decision maker del settore, ciascuno con una profilazione accurata e minuziosa (fatturato, numero dipendenti, budget). Favorendo così la nascita di nuovi business e aggiungendo valore alla reputation della propria azienda.

Conferenza di apertura


CRISTIAN FRACASSI


CEO, ISINNOVA Srl

COSA SUCCEDE QUANDO L’INNOVAZIONE INCONTRA LA SALUTE

Il COVID19 ha stravolto molte realtà, ha ribaltato dogmi e scardinato certezze. Ogni azienda ha dovuto in qualche modo reinventarsi per reagire e modificarsi alla nuova normalità. Alcuni cambiamenti sono stati temporanei, altri avranno bisogno di tempo per tornare ad essere come prima, ma molte cose rimarranno modificate per sempre. Come ha impattato l’innovazione in questa trasformazione? Come l’innovazione ha modificato il ruolo della salute? Lo scopriremo direttamente dalla voce dell’Ing. Cristian Fracassi, CEO di Isinnova e da un rappresentante dell’Ospedale di Chiari, in provincia di Brescia, il primo ad aver testato la maschera da snorkeling trasformata in respiratore, che ha portato l’eccellenza dell’innovazione italiana all’attenzione  del mondo intero.

Seminari

  • VACCINO ANTI COVID-19 E TUTELA DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO

    IL DATORE DI LAVORO PUÒ IMPORRE IL VACCINO AL LAVORATORE E, IN CASO DI RIFIUTO, LICENZIARLO?

    Con l’inizio della campagna vaccinale anti Covid-19 in Italia e nel resto d’Europa si è posta sin da subito la questione relativa alla possibilità per il datore di lavoro di procedere al licenziamento del lavoratore...
    GABRIELE FAVA

    Legale rappresentante, FAVA&ASSOCIATI

    GABRIELE FAVA

    Legale rappresentante, FAVA&ASSOCIATI

    Con l’inizio della campagna vaccinale anti Covid-19 in Italia e nel resto d’Europa si è posta sin da subito la questione relativa alla possibilità per il datore di lavoro di procedere al licenziamento del lavoratore il quale rifiuti di sottoporsi alla somministrazione del vaccino. La normativa in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro impone precisi obblighi in capo al datore di lavoro, tenuto a porre in atto tutte le misure necessarie a ridurre o a eliminare l’esposizione ad agenti biologici sul luogo di lavoro, tra le quali, senza dubbio, rientra il vaccino anti Covid-19. L’intervento si propone, a seguito dell’analisi del quadro normativo in materia, di fornire qualche spunto di riflessione sul tema, oggetto di posizioni contrastanti, al fine di ricercare una soluzione in linea con gli obblighi normativi in capo al datore di lavoro.

    GABRIELE FAVA

    Nato a Milano nel 1963. Avvocato, fondatore dello Studio Legale Fava & Associati, riconosciuto dal mercato come uno dei massimi esperti del panorama giuslavoristico italiano. Attualmente ricopre diverse cariche presso società multinazionali ed enti. Tra le più importanti si segnalano le seguenti: Presidente dell’osservatorio di Stato della Corte dei Conti; Componente del Consiglio di Presidenza della Corte dei Conti; confermato dall’Assemblea Privata di Confindustria come Probiviro per il quadriennio 2019-2023; Membro del Gruppo di lavoro CNEL per la costituzione della Consulta Nazionale per la Sicurezza Stradale e la mobilità sostenibile; Presidente dell’OdV di Ecòle; Presidente dell’OdV di Capital Dev; Membro dell’OdV della fondazione Collegio di Milano.

    Workshops

    • LA RELAZIONE CON I VERTICI AZIENDALI: COMUNICARE PER COLLABORARE, COLLABORARE PER CAMBIARE INSIEME

      Continuano le interviste di Davide Scotti ai leader aziendali che hanno guidato esperienze di cambiamento culturale in grandi organizzazioni. Interverrà Massimo Calderini, per anni Direttore di stabilimento di Acciai Speciali Terni (Gruppo Thyssen). Sarà l’occasione...
      MASSIMO CALDERINI

      Direttore di Stabilimento di Acciai Speciali Terni e Direttore di Divisione della Divisione Fucine di Acciai Speciali Terni

      MASSIMO CALDERINI

      Direttore di Stabilimento di Acciai Speciali Terni e Direttore di Divisione della Divisione Fucine di Acciai Speciali Terni

      Continuano le interviste di Davide Scotti ai leader aziendali che hanno guidato esperienze di cambiamento culturale in grandi organizzazioni. Interverrà Massimo Calderini, per anni Direttore di stabilimento di Acciai Speciali Terni (Gruppo Thyssen). Sarà l’occasione di un dialogo nel quale scoprire come è stato portare cambiamento positivo nella cultura aziendale. Che ruolo ha la safety leadership nell’influenzare le persone e l’organizzazione? Sarà una conversazione intima e informale con un leader operativo con decennale esperienza nel settore manifatturiero e metallurgico. Una sessione che vuole offrire strumenti pratici e idee ai partecipanti per ispirare e influenzare al meglio i propri senior leader organizzativi, grazie al punto di vista di chi esercita tale ruolo in un contesto industriale complesso.

      MASSIMO CALDERINI

      È laureato in Ingegneria elettronica all’Università “La Sapienza” di Roma. Dopo un’esperienza alla Fiat Auto di Torino, nel 1991 entra nella Società delle Fucine e fino al 1996 ne è Responsabile dell’Area produttiva a caldo. Dal 1997 al 1999 lavora nella Direzione Tecnica della San Pellegrino del Gruppo Nestlè. Nel 1999 torna alla Società delle Fucine, Gruppo thyssenkrupp, dove assume prima l’incarico di Direttore di Produzione e poi quello di Direttore Generale ed infine quello di Amministratore Delegato fino alla fusione di questa in Acciai Speciali Terni. Dal Marzo 2015 ricopre l’incarico di Direttore di Stabilimento e Direttore della Divisione Fucine.

    • SICUREZZA COMPORTAMENTALE NELLA NUOVA NORMALITÀ – LA MAGGIORE CENTRALITÀ DEL LAVORATORE NELLA GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA

      La quotidianità di ciascuno di noi è profondamente cambiata nel corso del 2020 e una “nuova normalità” sta prendendo forma. Ma se i nostri comportamenti sono profondamente cambiati, anche il loro impatto sulla nostra salute...
      INFORMA

      INFORMA

      La quotidianità di ciascuno di noi è profondamente cambiata nel corso del 2020 e una “nuova normalità” sta prendendo forma. Ma se i nostri comportamenti sono profondamente cambiati, anche il loro impatto sulla nostra salute e sicurezza ha portato a situazioni del tutto nuove. La persona, quindi, è diventata ancor più centrale nello sforzo di chi, all’interno delle imprese, deve garantire salute e sicurezza. Quali analisi, quali strumenti, quali azioni si rendono necessarie? Ne parleremo con un esperto.

    • GENERARE CULTURA DELLA SICUREZZA: IMPRESA DA LEADER

      Negli ultimi anni si è parlato sempre più insistentemente di cultura della sicurezza e sempre più organizzazioni hanno implementato strategie e programmi tesi a diffondere comportamenti virtuosi a tutti i livelli aziendali. Il successo di...
      DAVIDE SCOTTI

      Head of HSE Culture, Communication and Training, Saipem

      DAVIDE SCOTTI

      Head of HSE Culture, Communication and Training, Saipem

      Negli ultimi anni si è parlato sempre più insistentemente di cultura della sicurezza e sempre più organizzazioni hanno implementato strategie e programmi tesi a diffondere comportamenti virtuosi a tutti i livelli aziendali. Il successo di questi interventi non è però scontato e l’investimento in termini di tempo e risorse non sempre ha un ritorno nel breve periodo. Generare una vera cultura della sicurezza richiede focus, determinazione e rigido impegno del vertice aziendale. Un’impresa da leader, o meglio da “safety leader”. In questa sessione interattiva scopriremo le 7 dimensioni di safety leadership fondamentali per plasmare l’ambita “organizational safety culture”.

      DAVIDE SCOTTI

      Classe 1975. Laureato alla University of Aberdeen nel 2001, ha 20 anni di esperienza in campo HSE. Responsabile del dipartimento Cultura, Comunicazione e Formazione HSE di Saipem, è anche segretario generale della Fondazione LHS dal 2010, anno di sua costituzione. Ideatore del movimento Italia Loves Sicurezza e co autore de “Il libro che ti salva la vita”, è vice presidente del Club Prevenzione Grandi Organizzazioni. Formatore e speaker di fama internazionale, esperto di comunicazione e cambiamento culturale in grandi organizzazioni, ha diretto e condotto tutte le edizioni del Safety Leadership Event.

    • SOSTENIBILITÀ ED ECONOMIA CIRCOLARE

      QUAL É E QUALE SARÀ IL RUOLO DELL'HSE MANAGER

      La sostenibilità e l’economia circolare iniziano ad entrare nelle logiche di molte aziende e l’HSE Manager è una delle figure più coinvolte nel processo di cambiamento in questa direzione. La sessione si concentrerà su aspetti...
      FRANCESCO ARECCO

      Avvocato, Studio Legale Francesco Arecco

      LUCIA BITTO

      Avvocato, Studio Legale Francesco Arecco

      FRANCESCO ARECCO

      Avvocato, Studio Legale Francesco Arecco

      LUCIA BITTO

      Avvocato, Studio Legale Francesco Arecco

      La sostenibilità e l’economia circolare iniziano ad entrare nelle logiche di molte aziende e l’HSE Manager è una delle figure più coinvolte nel processo di cambiamento in questa direzione. La sessione si concentrerà su aspetti come:

      • la tutela dell’ambiente alla base dello sviluppo dell’Economia circolare
      • l’evoluzione dei principi dell’economia circolare e attenzione al patrimonio umano: non è rinnovabile ed è il centro delle organizzazioni
      • soluzioni pratiche ed innovative: bene-essere aziendale
      FRANCESCO ARECCO

      Avvocati civilisti ed Amministrativisti, operano da vent’anni nel settore dell’economia verde: energie rinnovabili, economiacircolare, tutela ambientale.

      LUCIA BITTO

    • ORGANIZZARE L’AZIENDA PER PREVENIRE REATI AMBIENTALI

      COME "IL SISTEMA 231" AIUTA A TUTELARE L'AMBIENTE E A MIGLIORARE LA GESTIONE DELLE AZIENDE

      Il “sistema231”, costituito dall’adozione di un Modello Organizzativo e Gestionale e dalla nomina di un Organismo di Vigilanza, è uno strumento prezioso per le aziende. Fa parte di quel toolbox che chiamiamo Compliance e che...
      GIOVANNI CATELLANI

      Avvocato

      GIOVANNI CATELLANI

      Avvocato

      Il “sistema231”, costituito dall’adozione di un Modello Organizzativo e Gestionale e dalla nomina di un Organismo di Vigilanza, è uno strumento prezioso per le aziende. Fa parte di quel toolbox che chiamiamo Compliance e che permette alle aziende di migliorare sia l’organizzazione che la gestione quotidiana. Nato dall’esigenza di prevenire una responsabilità da reato, il “sistema 231”, col tempo, si è rivelato determinante per un imprenditore che voglia fare business tutelando beni prioritari, quali la salute e la sicurezza dei lavoratori e l’ambiente. L’intervento vuole evidenziare come dotarsi di un “sistema 231” per prevenire reati che riguardano la gestione dei rifiuti, le emissioni in atmosfera, le autorizzazioni, e specifiche ipotesi di inquinamento, sia doveroso e come dia vantaggi implementando la reputazione aziendale e la sua capacità di stare sul mercato. In un orizzonte industriale che finalmente deve fare i conti con la sostenibilità ambientale, gli strumenti di Compliance, in particolare il “sistema 231”, costituiscono una sfida vincente per un imprenditore virtuoso.

      GIOVANNI CATELLANI

      Presiede gli Organismi di Vigilanza di Gruppi multinazionali e nazionali che producono energia. Per Wolters Kluwer, ha pubblicato due volumi dedicati alla responsabilità delle aziende per reati ambientali. Con l’avv. Francesco Arecco, ne dirige la collana editoriale sulla Compliance aziendale.

    • I NUOVI APPROCCI ALLA SICUREZZA: DALL’IMPOSIZIONE ALL’ADATTABILITÀ

      OGNI UMANO DEVE PROTEGGERE LA PROPRIA ESISTENZA, PURCHÉ LA SALVAGUARDIA DIESSA NON CONTRASTI CON LA PRIMA O CON LA SECONDA LEGGE

      La chiave di lettura moderna della sicurezza passa dalla definizione di leggi e politiche necessarie per garantire la sopravvivenza degli individui, una specie in costante pericolo di sopravvivenza, al controllo dei processi e comportamenti umani...
      GUIDO CHIOGNA

      HSE & Sustainability Manager, Metlac Spa

      GUIDO CHIOGNA

      HSE & Sustainability Manager, Metlac Spa

      La chiave di lettura moderna della sicurezza passa dalla definizione di leggi e politiche necessarie per garantire la sopravvivenza degli individui, una specie in costante pericolo di sopravvivenza, al controllo dei processi e comportamenti umani che deve necessariamente tenere conto delle caratteristiche cognitive e intellettuali delle persone, favorendo la consapevolezza di essere parte di una comunità interdipendente, in cui si possano adattare alla nuova realtà soprattutto per convinzione personale.

      GUIDO CHIOGNA

      Mi occupo di Sicurezza e Salute del Lavoro da una ventina d’anni, sono cresciuto professionalmente in una realtà multinazionale organizzata e strutturato nel settore chimico-cosmetico; forte dell’esperienza nel Facility Management sono stato drasticamente proiettato nell’ampio panorama HSE. Ho avuto la fortuna di sfruttare l’esperienza di base che mi ha portato a sviluppare i temi tecnologici e produttivi per poi andare ben oltre sviluppando la conoscenza e competenza su tutto lo spettro coperto dalla salute e sicurezza, e successivamente anche l’ambiente, con scambio di esperienze a livello internazionale. Da un paio di anni sono passato ad un’azienda di medie dimensioni operante nel settore chimico, sviluppando appieno e a tutto tondo la materia HSE, proiettando l’azienda verso un modello disviluppo sostenibile. Ho riempito con pazienza la cassetta degli attrezzi del professionista HSE, e all’occorrenza cerco gli utensili giusti e adatti alla singola situazione. Dedico parte del tempo libero allo sport e ricopro il ruolo di presidente in una associazione sportiva che promuove principalmente la disciplina dell’Orienteering sul territorio torinese.

      Exhibitor Corner

      • LA VALUTAZIONE E LA GESTIONE DEI RISCHI DERIVANTI DAGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO ARIA

        In epoca pandemica, la qualità dell’aria negli ambienti indoor è diventato uno dei temi più importanti per la salute delle persone. Diventa fondamentale impostare un metodo di gestione avanzata del rischio aeraulico, per prevenire e...
        ANDREA CASA

        Amministratore Delegato, Alisea - Esperto Igienista Aeraulico

        ANDREA CASA

        Amministratore Delegato, Alisea - Esperto Igienista Aeraulico

        In epoca pandemica, la qualità dell’aria negli ambienti indoor è diventato uno dei temi più importanti per la salute delle persone. Diventa fondamentale impostare un metodo di gestione avanzata del rischio aeraulico, per prevenire e mitigare tutti i possibili danni derivanti dalla contaminazione degli impianti di trattamento aria. Durante la sessione capiremo quali sono i principali tipi di rischio derivanti da un impianto contaminato e quali sono gli strumenti più idonei da mettere in campo per gestirne le criticità: dalla valutazione del rischio preliminare, ai piani di sorveglianza periodica, alle azioni correttive di sanificazione aeraulica.

        ANDREA CASA

        Dal 2005 partecipa regolarmente come Docente a convegni e seminari di formazione indetti da ASL, enti e associazioni di settore. Socio Fondatore e Membro del Consiglio Direttivo A.I.I.S.A., l’Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici, è oggi Presidente Emerito. Unico membro europeo a far parte del Board of Directors di NADCA, Andrea Casa è considerato il massimo esperto italiano in materia di igiene aeraulica.

      • CREARE CULTURA DELLA SICUREZZA CON IL SAFETY PILLAR DEL WORLD CLASS MANUFACTURING

        COME OTTENERE LA SICUREZZA QUOTIDIANA ALLA LUCE DEL WCM E UNI/TR 11542

        Il World Class Manufacturing (WCM) è un sistema per la gestione integrata di tutti gli aspetti produttivi di un'organizzazione aziendale, basato sul miglioramento dell'efficienza. La UNI/TR 11542 fornisce un contributo per il miglioramento del sistema...
        ALESSANDRO PAVONE

        CEO, SI&T

        ALESSANDRO PAVONE

        CEO, SI&T

        Il World Class Manufacturing (WCM) è un sistema per la gestione integrata di tutti gli aspetti produttivi di un’organizzazione aziendale, basato sul miglioramento dell’efficienza. La UNI/TR 11542 fornisce un contributo per il miglioramento del sistema di gestione della sicurezza, attraverso un percorso che prevede l’integrazione tra i vari elementi preposti alla riduzione degli infortuni e delle malattie professionali, ed il modello gestionale mirato al miglioramento dell’efficienza globale e continua dell’Organizzazione. Attraverso l’inserimento nel sistema di modelli innovativi, atti ad implementare metodologie rodate per la comunicazione a tutti i livelli dei modi di agire, si ottiene la riduzione concreta degli infortuni e l’aumento della consapevolezza del valore della sicurezza in tutta l’organizzazione. Durante l’incontro verranno presentati gli strumenti utilizzati nel WCM per la gestione proattiva, oltre alle modalità di reportistica e comunicazione utilizzata in organizzazioni virtuose. Il tutto coadiuvato da esempi pratici e reali.

        ALESSANDRO PAVONE

        Consulente di sistemi di gestione con esperienza pluriennale, Auditor di sistemi di gestione certificato per la Sicurezza, qualità e ambiente, CEO SI&T Fondatore e Product manager di Vittoria rms.

      • IL LAVORO DALLA FABBRICA ALLO SMARTWORKING

        RIFLESSIONI E PROPOSTE INTORNO A TEMPI, SPAZI, BISOGNI E RISCHI DEI LAVORATORI INERA POST COVID. NUOVE SFIDE PER I REPARTI HS AZIENDALI

        La pandemia COVID-19 è stata un potente acceleratore nella trasformazione del lavoro, promuovendo lo smartworking da possibilità riservata a pochi eletti (570mila lavoratori ad inizio 2020) a principale modalità lavorativa per 8 milioni di italiani....
        VIVIANA ALBANIA

        GradIOSH, IDipNEBOSH, HSE Manager, AGE web solutions Srl

        VIVIANA ALBANIA

        GradIOSH, IDipNEBOSH, HSE Manager, AGE web solutions Srl

        La pandemia COVID-19 è stata un potente acceleratore nella trasformazione del lavoro, promuovendo lo smartworking da possibilità riservata a pochi eletti (570mila lavoratori ad inizio 2020) a principale modalità lavorativa per 8 milioni di italiani. L’intervento si propone di dare qualche spunto di riflessione sui bisogni lavorativi mutati delle persone in era post-covid, non trascurando il valore del tempo e la qualità degli spazi in una cultura aziendale sempre più orientata ai risultati. Testimonianze letterarie e cinematografiche daranno corpo alla riflessione per evidenziare le nuove sfide operative che i reparti HS aziendali si troveranno a dover affrontare nel prossimo futuro con i mutati scenari lavorativi.

        Soft Skills

        • SCENDERE DALLA RUOTA: I MECCANISMI DELLA MENTE CHE CI FANNO GIRARE COME CRICETI

          La complessità avanza e il cervello non la tollera. Il cambiamento ci chiede di uscire dalla nostra zona di comfort e la nostra mente trova giustificazioni plausibili e razionali per restarci dentro. Il workshop è...
          FRANCESCO FERRARA

          Psicologo del lavoro, specialista delle risorse umane

          FRANCESCO FERRARA

          Psicologo del lavoro, specialista delle risorse umane

          La complessità avanza e il cervello non la tollera. Il cambiamento ci chiede di uscire dalla nostra zona di comfort e la nostra mente trova giustificazioni plausibili e razionali per restarci dentro. Il workshop è rivolto ai professionisti e manager che vogliono affrontare le trasformazioni in atto nel mondo digitale con la consapevolezza di come il nostro modo di pensare è influenzato da trappole mentali, credenze su noi stessi e abitudini che limitano l’esplorazione, le creatività, la capacità di fare connessioni. Facendoci, a volte, perdere delle opportunità.

          FRANCESCO FERRARA

          Psicologo del lavoro, specialista delle risorse umane, dal 2007 opera come consulente per le organizzazioni e come formatore. Si occupa di progettazione e realizzazione di interventi di formazione per lo sviluppo manageriale su competenze comportamentali e di leadership, valutazione e sviluppo del potenziale, analisi dei contesti organizzativi e valutazione dello stress lavoro correlato, per aziende nazionali e internazionali di diversi settori di business (trasporti e logistica, farmaceutico, automotive,bancario e assicurativo, energia, spettacolo, abbigliamento, lusso, industria, informatico).

        • IL PENSIERO CRITICO

          Una sinergia fra problem solving e pensiero critico è indispensabile affichè la concretezza sia generatrice di valore. Il problem solver chiude i cerchi, il pensatore critico mette in dubbio; il problem solver cerca definizioni, il...
          FRANCESCASOLLAZZO

          Psicologa

          FRANCESCASOLLAZZO

          Psicologa

          Una sinergia fra problem solving e pensiero critico è indispensabile affichè la concretezza sia generatrice di valore. Il problem solver chiude i cerchi, il pensatore critico mette in dubbio; il problem solver cerca definizioni, il pensatore critico rinuncia alle certezze; il problem solver è convergente e conclusivo, il pensatore critico scopre ed esplora, ha in sé la forza per ribellarsi agli schemi e portare energie nuove. La concretezza del problem solver e la capacità di dubitare del pensatore critico si integrano per risolvere problemi, prendere decisioni, spingere il cambiamento.

          FRANCESCASOLLAZZO

          Psicologa, si occupa di sviluppo organizzativo, formazione comportamentale e manageriale e coaching. Lavora con dedizione, generosità e passione nella progettazione e realizzazione di progetti ed eventi per promuovere l’evoluzione continua delle persone e dei gruppi.

        • INTELLIGENZA EMOTIVA

          Comprendere come le emozioni impattano sul pensiero, sul comportamento, sulla performance, sull'efficacia personale proprie e degli altri, imparare a conoscersi, a dare il giusto peso alle cose, a ricercare equilibrio, rendersi disponibili a perdonarsi, a...
          FRANCESCA SOLLAZZO

          Psicologa

          FRAMCESCO FERRARA

          Psicologo del lavoro

          FRANCESCA SOLLAZZO

          Psicologa

          FRAMCESCO FERRARA

          Psicologo del lavoro

          Comprendere come le emozioni impattano sul pensiero, sul comportamento, sulla performance, sull’efficacia personale proprie e degli altri, imparare a conoscersi, a dare il giusto peso alle cose, a ricercare equilibrio, rendersi disponibili a perdonarsi, a darsi il permesso di essere come si è, a cogliere cosa ci rende unici, tutto questo permette di stabilire una comunicazione sana con sè stessi e con i propri desideri e bisogni, legittimandosi a credere profondamente in sè stessi e a costruire relazioni sane, basate sulla fiducia.

          FRANCESCA SOLLAZZO

          Psicologa, si occupa di sviluppo organizzativo, formazione comportamentale e manageriale e coaching. Lavora con dedizione, generosità e passione nella progettazione e realizzazione di progetti ed eventi per promuovere l’evoluzione continua delle persone e dei gruppi.

          FRAMCESCO FERRARA

          Psicologo del lavoro, specialista delle risorse umane, dal 2007 opera come consulente per le organizzazioni e come formatore. Si occupa di progettazione e realizzazione di interventi di formazione per lo sviluppo manageriale su competenze comportamentali e di leadership, valutazione e sviluppo del potenziale, analisi dei contesti organizzativi e valutazione dello stress lavoro correlato, per aziende nazionali e internazionali di diversi settori di business (trasporti e logistica, farmaceutico, automotive, bancario e assicurativo, energia, spettacolo, abbigliamento, lusso, industria, informatico).

          Attività Extra

          • IL MEGLIO CHE 6! C’È UN ATLETA DENTRO DI TE, NON LASCIARLO SEDUTO!

            Correre o camminare regolarmente rappresentano per milioni di persone una sana e piacevole abitudine, eppure la maggior parte di noi non riesce a cambiare abitudini.Partecipa al workshop motivazionale «il meglio che 6» e scoprirai i...
            ANDREA GIOCONDI

            Campione olimpico e primatista del mezzofondo

            MAX MONACO

            Life e motivational coach

            ANDREA GIOCONDI

            Campione olimpico e primatista del mezzofondo

            MAX MONACO

            Life e motivational coach

            Correre o camminare regolarmente rappresentano per milioni di persone una sana e piacevole abitudine, eppure la maggior parte di noi non riesce a cambiare abitudini.
            Partecipa al workshop motivazionale «il meglio che 6» e scoprirai i segreti per guidare la tua mente e cambiare facilmente lo stile di vita!
            Il workshop è tenuto da Max Monaco e Andrea Giocondi, rispettivamente mental coach e preparatore tecnico della cantante e campionessa paralimpica Annalisa Minetti.
            Sono oltre 20.000 le persone “ex sedentarie” che Max e Andrea hanno attivato in modo duraturo.
            A tutti i partecipanti in omaggio il «Personal ActivationBook®» e la possibilità di fare un primo allenamento (solo 15 minuti) con Max e Andrea la mattina successiva al workshop.
            Metti in valigia le tue scarpe da jogging, se non lo fai potresti pentirtene!

            ANDREA GIOCONDI

            Campione olimpico e primatista del mezzofondo. Vincitore del Golden Gala 1995. Dottore in scienze motorie, tecnico nazionale di atletica leggera e preparatore atletico della Federazione Italiana Arbitri. Medaglia d’argento al valore sportivo. Coach tecnico e atleta guida del Comitato Paralimpico. Ha personalmente allenato e accompagnato la cantante non vedente Annalisa Minetti a vincere la medaglia olimpica alle paraolimpiadi di Londra. È direttore sportivo Top Runners della Maratona di Roma.

            MAX MONACO

            Life e motivational coach, master trainer in PNL. Collaboratore scientifico dell’Università Roma 3 e Tor Vergata. Coach e formatore di grandi aziende italiane e internazionali. Dal 2014 ha aiutato oltre 20.000 persone sedentarie ad attivarsi e migliorare lo stile di vita in modo duraturo. Tra le persone che ha seguito con attività di mental coaching, merita una citazione la cantante e campionessa paralimpica Annalisa Minetti. È stato un ultramaratoneta ed ha un passato come venditore e top manager di importanti multinazionali.

            Media Partner


            Vuoi partecipare?


            Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
            Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

            Come ci hai conosciuto?
            LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro

            Location


            Simbolo della Dolce Vita e luogo dell’immaginario felliniano, il Grand Hotel di Rimini ha un posto nella leggenda. Vanta una storia centenaria: dal 1908, è la quinta ideale di uno spettacolo caleidoscopico con i suoi saloni storici e le nuove, modernissime zone relax.

            Rivivi l’edizione del 2020


            Ecco cosa è successo