Richmond Logistics Forum

Rimini Grand Hotel 24 - 26 Ottobre, 2021

Nato su espressa richiesta dei Direttori Logistica e Supply Chain delle più importanti aziende italiane, questo forum è un momento di confronto unico.

Gli operatori logistici e i fornitori di soluzioni per il comparto si ritrovano per affinare le dinamiche esistenti e per instaurarne di nuove.

Il tema della logistica è in grande ascesa: questo forum registra ogni anno un tasso di partecipazione in netta crescita.

A chi è dedicato?


Delegate


I delegate, direttori e manager della logistica e Supply chain, avranno la possibilità di incontrare e condividere esperienze con persone che occupano lo stesso ruolo in altre aziende. In più, potranno valutare le offerte di fornitori altamente preparati in tema di logistica.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2021


3FILIPPI SpA Responsabile Produzione e Logistica – ABB SpA Logistic Manager – ABBVIE Logistic Manager – ACQUA DI PARMA Operations Director – AFV BELTRAME Srl Group Supply Chain Director – AGCO SpA Production Manager – AMRI Director Global Logistics – ANTONIO CAPALDO SpA Responsabile Inbound – ANTONIO CAPALDO SpA Responsabile Outbound – AURORA BIOFARMA Supply Chain Manager – BAKER HUGHES Logistics and Transportation Leader – C.O.I.M. SpA Supply Chain Manager – CAFFITALY SYSTEM SpA Warehouse & Distribution Manager – CAMBIELLI EDILFRIULI Responsabile Logistica – CAPRARI SpA Indirect Procurement & Tranport – CAPRARI SpA Logistic & Warehouse Manager – CAVIRO Sca Responsabile Supply Chain – CELLI SpA Supply Chain Manager – CERAMICHE MoMA Logistics Manager – CEREAL DOCKS Logistic Manager – CLERPREM SpA Lean & Kaizen Manager – COGNE ACCIAI SPECIALI Responsabile Logistica per l’Outsourcing – COGNE ACCIAI SPECIALI Acquisti – Responsabile Magazzino – COMIFAR DISTRIBUZIONE SpA Head of Logistics South Area – CONSORZIO AGRARIO DEL NORDEST Responsabile Logistica – COSTA D’ORO Purchasing and Logistic Manager – DAO Soc. Coop. Logistics Manager – DOPPELGANGER Supply Chain Manager – DR. SCHAR SpA Logistic Manager – DR. SCHAR SpA Supply Chain Management Specialist – ELECTROLUX Direttore Logistica – ELICA SpA Global Supply Chain Director –  ERIDANIA ITALIA SpA Supply Chain Manager – ESSSE CAFFE’ Direttore Operations – EURO VAST SpA Logistics and Transport Director – EUROVO Srl Logistics Customer Service Manager – EUROVO Srl Sales & Operations Planning Manager – EVOTEC SE Supply Chain Specialist – EXELTIS ITALIA Srl Customer Service Manager – EXHIBO SpA Customer Care & Logistics – EXHIBO SpA Responsabile Logistica – FEDEGARI AUTOCLAVI SpA Supply Chain manager – FHP DI R. FREUDENBERG Supply Chain Director – GHELFI ONDULATI SpA Responsabile trasporti e magazzino – GOLDEN LADY COMPANY Plant Director – HAIER EUROPE Group Phisical Distribution Manager –  IBS TECHNOLOGY SpA Supply Chain Manager – IRCCS Direttore Centro Logistico – KELVIN Srl Logistic Manager – LAICA SpA Logistic manager – LATTERIA SORESINA Logistic and S&OP Manager – LG ELECTRONICS ITALIA SpA Supply Chian Director – LICAR INTERNATIONAL SpA Responsabile Logistica –    – LIDL ITALIA Srl a socio unico Direttore Logistica – LIDL ITALIA Srl a socio unico Dirigente Logistica – LIFEBRAIN National Logistics Manager – LOESCHER EDITORE divisione di Zanichelli Editore SpA Direttore Logistica – LUCART SpA Group Logistic Manager – LUCART SpA Transport Manager – LUCCHINI RS SpA Logistics Manager – LU-VE SpA Supply Chain Manager –  MELONI WALTER SpA Responsabile Logistico – MINERALI INDUSTRIALI Head Of Logistics – MONIER Srl Plannning, Logistics and Warehousing Manager – MUNTERS ITALY Junior Production Planner – NYKY Srl Responsabile Logistica – NYKY Srl Sourcing Manager – OBERALP SpA Group Logistics Director  Manager Logistics – OLIMPIA SPLENDID Management Engineer/Logistic & Production Specialist – ONIS VISA Responsabile Acquisti e Logistica – ONTEX GLOBAL Supply Chain Manager-Italy – ONTEX GLOBAL Transport & Customer Service – PAMA SpA Commodity Manager  – QVC INTERNATIONAL (QVC ITALIA Srl) Customer Logistics Business Alignment & Optimization Leader –  RINASCENTE Head of Logistics – RIZZANI DE ECCHER SpA Procurement Manager – RONCADIN SpA Operations Director – S.A. EREDI CARLO GNUTTI SpA Responsabile Logistica e Acquisti – SPUMADOR SpA Supply Chain Operational Manager – STANHOME SpA Distribution Director – TEMMLER ITALIA Srl Supply Chain Manager – TESA SPA Business Operations Manager –TODINI AND CO. SpA Logistic Manager – TP REFLEX GROUP SpA Central Procurement Manager – TRENITALIA Responsabile Logistica-  TRILLIUM FLOW TECHNOLOGIES GABBIONETA PUMPS Sales inventory & Operation Planning Manager – U-SHIN ITALIA SpA Supply Chain Manager – U-SHIN ITALIA SpA Warehouse Manager – VALAGRO SpA Global Logistic Manager – VERISURE ITALY Supply Chain Manager – VIVIENNE WESTWOOD Srl Logistic coordinator – VODAFONE AUTOMOTIVE SpA Head Of Production and Supply Chain & Logistics – ZIGNAGO VETRO SpA Responsabile Pianificazione e Logistica – ZOPPAS INDUSTRIES Material Management Specialist

Vai ai Delegate2020

Exhibitor


Gli exhibitor potranno relazionarsi con il top delle aziende italiane, conoscere offerte e modalità operative dei competitor e creare new business. Ma soprattutto potranno proporre tutte le loro novità, inerenti il mondo della logistica.

Conferenza di apertura


UMBERTO RUGGERONE - IVANO RUSSO


Presidente Assologistica - Direttore Generale Confetra

TRA DI NOI… 15 ANNI DOPO!

Quest’anno Logistics forum compie 15 anni. Un traguardo che, anche per celebrare l’occasione di ritrovarci finalmente tutti insieme, vogliamo in qualche modo festeggiare. Abbiamo pensato di farlo dedicando il momento della consueta “conferenza di apertura” a voi che lavorate nel mondo della Logistica e della Supply Chain e a noi di Richmond Italia, invitando vecchi e nuovi amici per una conversazione libera, appunto “tra di noi”. Abbiamo percorso insieme questi 15 anni! Anni in cui il mondo è cambiato, anche in modo repentino, in cui sono state fatte previsioni, sbandierate certezze, condivisi dubbi, risolti problemi… Vorremmo insieme fare il punto della situazione, anche con la giusta dose di ironia, per poter guardare avanti insieme e provare a immaginare insieme il futuro. Magari non i prossimi 15 anni, perché il limite dell’orizzonte temporale si è ridotto, ma per poter continuare questo percorso insieme, a braccetto, sostenendoci gli uni gli altri e sempre con il sorriso sulle labbra.

Seminari

  • COME CONIUGARE SERVIZIO LOGISTICO E PERFORMANCE AMBIENTALE

    DAL CARBON FOOTPRINTING PROCESS ALLA REVISIONE DELLE SCELTE DI PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLA LOGISTICA DISTRIBUTIVA

    Il seminario si pone il duplice obiettivo di: 1) presentare un modello di riferimento, che consenta di individuare i driver della produzione di CO2 riferibili alla gestione dei trasporti e dei magazzini; 2) delineare le...
    VALERIA BELVEDERE

    Professore Associato, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

    VALERIA BELVEDERE

    Professore Associato, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

    Il seminario si pone il duplice obiettivo di: 1) presentare un modello di riferimento, che consenta di individuare i driver della produzione di CO2 riferibili alla gestione dei trasporti e dei magazzini; 2) delineare le strategie che le imprese possono adottare per migliorare il footprint ambientale del processo di distribuzione fisica delle merci.

    VALERIA BELVEDERE

    Valeria Belvedere è Professore Associato di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Le sue attività di didattica e ricerca riguardano l’Operations & Supply Chain Management. È coautore, insieme ad Alberto Grando, del libro Sustainable Operations and Supply Chain Management (2017), edito da John Wiley & Sons.

  • CHE COSA È LA LOGISTICA SOSTENIBILE E COME LA SI PUÒ IMPLEMENTARE IN AZIENDA?

    LA DIGITALIZZAZIONE DEI PROCESSI E L’AUTOMAZIONE NEI VARI SETTORI INDUSTRIALI SONO L’OCCASIONE PER RENDERE LE NOSTRE AZIENDE PIÙ SOSTENIBILI, ANCHE NELLA LOGISTICA. IL SEGRETO È NEL METODO

    L’economia circolare e la sostenibilità sono una tendenza, un’opportunità di business o un’esigenza? Per rispondere a questa domanda è necessario cambiare l’approccio ai dati presenti in azienda e il metodo di analisi di questi ultimi....
    AUGUSTO BIANCHINI

    Professore di Ingegneria Industriale all'Università di Bologna

    AUGUSTO BIANCHINI

    Professore di Ingegneria Industriale all'Università di Bologna

    L’economia circolare e la sostenibilità sono una tendenza, un’opportunità di business o un’esigenza? Per rispondere a questa domanda è necessario cambiare l’approccio ai dati presenti in azienda e il metodo di analisi di questi ultimi. In Unibo è stato sviluppato un modello di visualizzazione che supporta le imprese nel progettare ed implementare una concreta transizione volta alla decarbonizzazione dei processi, evitando green washing o soluzioni non competitive. Attraverso gli strumenti della logistica integrata, inoltre, è possibile non solo di cogliere appieno i gap che caratterizzano alcuni distretti e alcuni prodotti, ma dalla messa a sistema degli interessi dei vari attori si riescono a cogliere quei vantaggi che rendono la sostenibilità conveniente. Saranno mostrati alcuni casi studio in cui sarà possibile immedesimarsi sul come attuare la transizione nel proprio contesto aziendale, andando a sfruttare le varie opportunità che la digitalizzazione e l’automazione dei processi offrono oggi come opportunità già mature o anche attraverso soluzioni più innovative.

    AUGUSTO BIANCHINI

    Professore all’Università di Bologna, svolge le sue ricerche nell’ambito dell’automazione degli impianti con particolare interesse alle tecnologie abilitanti dell’Industry 4.0, gestione dei rifiuti nel contesto dell’economia circolare, ottimizzazione dei processi sostenibili e ingegneria dei flussi multifase.

  • SUPPLY CHAIN DINAMICHE: ORIZZONTE 2025

    CAMBIARE LA SUPPLY CHAIN IN UN MONDO VUCA FRA DIGITALIZZAZIONE ROBOT CARENZA DI PERSONE E COMPETENZE

    Le Supply Chain sono sotto pressione, sia nel modo in cui operano sia negli assetti, per molti fattori, tra cui: l’evoluzione tecnologica, l’instabilità mondiale (Volatility Uncertainity Complexity Ambiguity) e il Covid-19 ha accelerato il cambiamento....
    IGINO COLELLA GAROFALO

    President, CSCMP Italy Round Table

    IGINO COLELLA GAROFALO

    President, CSCMP Italy Round Table

    Le Supply Chain sono sotto pressione, sia nel modo in cui operano sia negli assetti, per molti fattori, tra cui: l’evoluzione tecnologica, l’instabilità mondiale (Volatility Uncertainity Complexity Ambiguity) e il Covid-19 ha accelerato il cambiamento. Il CSCMP raccoglie ricerche ed esperienze da oltre 9.000 membri a livello mondiale e offre una visione di tendenze, progetti e difficoltà con due prospettive: Italia e Mondo. Il Council of Supply Chain Management Professionals è la maggiore associazione mondiale di professionisti della supply chain. Promuove ricerche, contributi da Aziende leader e professionisti affermati e li mette a disposizione della comunità. In questa sessione sono presentati casi italiani e mondiali di successo e sperimentazioni in corso su digitalizzazione della supply chain, automazione & robot, modelli operativi e di leadership, per affrontare con successo le sfide di questi tempi.

    IGINO COLELLA GAROFALO

    Una completa esperienza nei Beni di Consumo, Abbigliamento, Retail e Finanza acquisita in 30 anni di posizioni manageriali e in consulenza in grandi realtà: Euromercato, Bocconi, Nestlé, Riso Gallo, Atos Origin e altre aziende internazionali di consulenza. Oggi guida progetti di management consulting su Supply Chain, Operazioni Commerciali e Change Management a livello italiano e internazionale. Collabora a riviste di settore, relatore a convegni e docente in corsi post-laurea. Con altri professionisti della Supply Chain, ha avviato la Round Table Italiana del Council of Supply Chain Management Professionals e ne è stato eletto Presidente dal 2015. È inoltre Consigliere Direttivo di Assochange. Nel 2018 ha pubblicato “Agile Management” in La Quarta Rivoluzione Industriale: verso la Supply Chain Digitale, Franco Angeli.

    Workshops

    • COMUNICO ERGO SUM

      COME SFRUTTARE LA COMUNICAZIONE PER VALORIZZARE IL PROPRIO RUOLO

      Nel corso dell’ultimo decennio la logistica si è profondamente trasformata assumendo un ruolo sempre più importante nell’ambito aziendale. La crisi pandemica ha investito questa funzione aziendale di ancora maggiori responsabilità portandola di fatto al centro...
      PATRICK TRANCU

      TT&A Advisors, CEO

      PATRICK TRANCU

      TT&A Advisors, CEO

      Nel corso dell’ultimo decennio la logistica si è profondamente trasformata assumendo un ruolo sempre più importante nell’ambito aziendale. La crisi pandemica ha investito questa funzione aziendale di ancora maggiori responsabilità portandola di fatto al centro dell’attenzione del top management e dell’opinione pubblica. I manager della logistica, tuttavia, hanno difficoltà ad uscire dal cono d’ombra e a far emergere il loro ruolo e la loro professionalità. Spesso ai margini dei processi di comunicazione aziendali non sanno come sfruttare questa leva. Come mettersi in gioco utilizzando la comunicazione per valorizzare il proprio ruolo? Quali strategie adottare per aumentare il grado di consapevolezza di colleghi e top management rispetto alle proprie competenze? Quale ruolo possono giocare i supply chain manager nell’ambito della business continuity e della gestione di crisi?

      PATRICK TRANCU

      Consulente di comunicazione d’impresa con oltre 30 anni di esperienza ha lavorato a fianco di società multinazionali nello sviluppo di strategie di comunicazione istituzionale e di prodotto. Lavora con il top management aziendale a tutela della reputazione dei singoli e dell’impresa. Nel corso dell’ultimo decennio il suo interesse si è orientato verso le tematiche della gestione e comunicazione in situazioni di crisi. Lavora quindi con il top management aziendale per sviluppare programmi di trasformazione culturale che rendono le imprese “sensibili” alla crisi. TEDx speaker è curatore e co-autore de “Lo Stato in Crisi. Pandemia, caos e domande per il futuro” (2021), edito da Franco Angeli.

    • LOGISTICA. COME CONIUGARE ETICA, EFFICIENZA E REDDITIVITÀ

      PERCHÉ È POSSIBILE GUADAGNARE CON LA LOGISTICA SENZA RINUNCIARE ALL’ETICA. E COME SI FA

      Quasi tutte le aziende hanno deciso di seguire un codice etico o un sistema di compliance. Eppure, sono tanti i fatti di cronaca che fanno nascere il dubbio che questa scelta non sia effettivamente seguita...
      MASSIMO MARCIANI

      Presidente Freight Leaders Council

      MASSIMO MARCIANI

      Presidente Freight Leaders Council

      Quasi tutte le aziende hanno deciso di seguire un codice etico o un sistema di compliance. Eppure, sono tanti i fatti di cronaca che fanno nascere il dubbio che questa scelta non sia effettivamente seguita fino in fondo. Si parla molto di sostenibilità ambientale, spesso si dimentica quella economica, molto raramente si pensa alla sostenibilità sociale. È meritorio che le aziende di produzione riducano il consumo delle materie prime, l’utilizzo della plastica, ma poi come comprano i servizi logistici? Come scelgono i propri fornitori? Quali rischi corrono seguendo soprattutto la logica del risparmio? La cultura della compliance può contribuire alla creazione di valore, attraverso regole, presidi e attività di controllo, riducendo al minimo i rischi. E la compliance può essere anche fonte di vantaggi diretti per le aziende che la realizzano. L’intera organizzazione diventa più efficiente, i processi interni più fluidi. L’intera operatività è più performante all’interno di processi strutturati e regolamentati. L’esistenza di modelli e codici interni rafforza l’immagine e la reputazione dell’azienda, dà prova di solidità strutturale, rassicurando clienti, dipendenti, azionisti e fornitori.

      MASSIMO MARCIANI

      Sposato, padre di due figli, quando non è in viaggio di lavoro, vive nella Città Eterna. Si è laureato in Scienze Statistiche Demografiche e Attuariali presso l’Università di Roma La Sapienza e dopo aver fatto la gavetta in società di ricerche di mercato fonda nel 1997 la FIT Consulting, società di consulenza nel settore logistico, mobilità e trasporti. È componente di Comitati scientifici di più organismi nazionali ed europei, relatore presso meeting e convegni, divulgatore sui media e sul piccolo schermo, Massimo Marciani ha collaborato a numerosi progetti di ricerca e consulenza a favore di enti pubblici e privati a livello nazionale ed internazionale. È presidente del Freight Leaders Council, è membro dell’Expert Group Mobilità Urbana della Commissione Europea, Presidente del Comitato Tecnico Trasporto Merci dell’Associazione Mondiale delle Strade e coordinatore del CTS dell’Osservatorio Transport Compliance Rating. Nel 2019 ha vinto il prestigioso premio Logistico dell’anno di Assologistica.

    • LE NUOVE SFIDE TRA SOSTENIBILITÀ E GARANZIA DI CONTINUITÀ DELLA CATENA LOGISTICA

      MANCANZA DI VEICOLI, FORNITORI INAFFIDABILI E RISCHI REPUTAZIONALI SONO ALCUNE DELLE CRITICITÀ CHE SI DEVONO AFFRONTARE

      Il settore dei trasporti e della logistica in Italia sta facendo emergere molte criticità che mettono a dura prova gli uffici logistici per poter garantire la continuità dei rifornimenti e della distribuzione della merce. L’emergenza...
      ALESSANDRO PERON

      Segretario Generale FIAP (Federazione Italiana Autotrasportatori Professionali) e Segretario Consiglio Direttivo dell'Osservatorio T.C.R.

      ALESSANDRO PERON

      Segretario Generale FIAP (Federazione Italiana Autotrasportatori Professionali) e Segretario Consiglio Direttivo dell'Osservatorio T.C.R.

      Il settore dei trasporti e della logistica in Italia sta facendo emergere molte criticità che mettono a dura prova gli uffici logistici per poter garantire la continuità dei rifornimenti e della distribuzione della merce. L’emergenza Covid-19 ha cambiato molti dei modelli distributivi e stressato ulteriormente la logistica in Italia facendo emergere pregi e difetti. Tra le criticità emerse che esigono una particolare attenzione vanno evidenziati: la mancanza di veicoli disponibili a causa dei pochi autisti, la difficoltà di trovare fornitori strutturati che possono garantire un servizio adeguato alla compliance aziendale e l’impiego di fornitori che competono nel mercato commettendo irregolarità non evidenti che possono portare a danni di corresponsabilità e reputazionali al brand ed i suoi prodotti. Non ultimo e meno importante l’orientamento e l’impegno che trasporto e logistica dovranno mettere in campo verso la sostenibilità (anche in termini di bilancio di sostenibilità) che hanno e avranno un forte impatto anche sulle catene logistiche. Diventa strategico creare e alimentare costantemente un nuovo e differente rapporto tra Committenza e fornitori di servizi di trasporto e logistici, rivolto al miglioramento continuo e alla fidelizzazione. Nella analisi sintetica spunti e idee per affrontare queste nuove sfide.

      ALESSANDRO PERON

      Esperto di Normativa, Innovazione e Gestione d’impresa nel settore dei Trasporti e della Logistica. Nel corso della mia carriera ho ricoperto incarichi di responsabilità in aziende di grandi dimensioni dell’ICT, occupandosi di startup e gestione d’impresa, sistemi informativi automatici, system integration applicata a progetti di innovazione
      tecnologica.

    • LA SUPPLY CHAIN DEL FUTURO

      GREEN & SMART TECHNOLOGIES ABILITANTI TRASPARENZA, RESILIENZA E SOSTENIBILITÀ

      La delicatezza dei prodotti farmaceutici, oggi sempre più biotech, impone massima trasparenza delle Supply Chain. Le tecnologie Rfid ed Iot consentono la visibilità in tempo reale dell’intero processo distributivo, la riduzione degli errori, la chiara...
      MICHELE PALUMBO

      Professore in Operations e Supply Chain, Università Cattolica di Milano

      MICHELE PALUMBO

      Professore in Operations e Supply Chain, Università Cattolica di Milano

      La delicatezza dei prodotti farmaceutici, oggi sempre più biotech, impone massima trasparenza delle Supply Chain. Le tecnologie Rfid ed Iot consentono la visibilità in tempo reale dell’intero processo distributivo, la riduzione degli errori, la chiara attribuzione delle relative responsabilità ed un incremento del livello di sicurezza. Partner logistici ed autotrasportatori possono ottenere rilevanti benefici in termini di produttività ed accuratezza dei loro processi. Tutti gli attori beneficiano di una digitalizzazione dei processi che rende possibile il rispetto dei più severi protocolli COVID-19 grazie alla limitata interazione fisica con persone ed oggetti. I clienti, oltre all’incrementato livello di servizio, hanno la possibilità di automatizzare le procedure di ricevimento merci, rapidamente e senza errori. La considerevole mole di dati relativi ad eventi significativi può essere condivisa in ambienti a fiducia incrementata come Blockchain o distributed ledger. In merito al tema della resilienza, il settore Life Science ha dimostrato un elevato grado di maturità autoregolamentandosi attraverso l’adozione di un indicatore sintetico di resilienza approvato dal consorzio di filiera DAFNE. Attraverso questi protocolli vengono messi a disposizione dei committenti dati cruciali sulla governance e business continuity, sulle buone pratiche e sulla sostenibilità ambientale e sociale, perché i criteri di scelta degli uffici acquisti in fase di selezione dei fornitori non si limitino solo al minor prezzo. Un esempio concreto di soluzione sostenibile è il Green Pallet in plastica riciclata, una soluzione intelligente che mira al recupero di rifiuti plastici poliaccoppiati destinati alla discarica (se non finiscono in mare) con l’obbiettivo di creare attraverso il loro riutilizzo un’economia circolare, sintesi di economia ed ecologia.

      MICHELE PALUMBO

      Professore in Operations e Supply Chain presso l’Università Cattolica di Milano e membro del comitato scientifico di 24 Ore Business School è consulente per le strategie e lo sviluppo di soluzioni logistiche innovative al servizio dei clienti. Entrato in Bayer nel 2010 per ricoprire la responsabilità dell’acquisto di servizi logistici e distributivi del gruppo in Italia, dal 2017 è stato Head of Supply Chain Management Italia ed ha dato vita e guidato importanti progetti di natura strategica e di natura operativa nell’ambito del settore lifescience. Dopo aver collaborato con diverse società di consulenza direzionale ha assunto la responsabilità dell’innovazione e della logistica della piattaforma servizi del gruppo chimico-farmaceutico Hoechst in Italia, successivamente dei servizi logistici centrali di uno dei principali grossisti farmaceutici italiani, il Gruppo Comifar. Laureato a pieni voti in Bocconi con una tesi di ricerca sull’economia circolare e con una specializzazione al Politecnico di Milano in gestione industriale, è approdato alla faculty della SDA Bocconi, dove ha progettato e coordinato i corsi di formazione manageriale in ambito logistico dell’Area Tecnologia e Produzione. “Innovatore seriale”, in qualità di manager ed accademico offre una prospettiva poliedrica in grado di generare valore grazie a soluzioni tecnologicamente avanzate, sostenibili ed efficienti. Empatico ed altruista, intellettualmente curioso e visionario, ha una famiglia numerosa e si dedica da sempre ad attività caritative e di volontariato. Per citarne alcune, è stato membro del Consiglio di Amministrazione del Banco Alimentare e partecipa attivamente ai principali osservatori sulla compliance delle attività logistiche e di trasporto.

    • SE PUOI SOGNARLO, PUOI FARLO

      INGEGNERIA DELL’IMMAGINAZIONE: QUANDO LA LOGISTICA DIVENTA ARTE E SCIENZA DELL'ORGANIZZAZIONE E DELLA PROGETTAZIONE A SUPPORTO DEGLI OBIETTIVI

      Walt Disney era un sognatore, un ingegnere dell’Immaginazione per eccellenza: amava arrivare prima degli altri, osare ed inventare, sfidare lo status quo e immaginare un futuro come nessuno prima. Ma Walt Disney non era “solo”...
      VERONICA BONANOMI

      Chief Vision Officer di HSEquipe & Imagineering in Human Resource & Health & Safety

      VERONICA BONANOMI

      Chief Vision Officer di HSEquipe & Imagineering in Human Resource & Health & Safety

      Walt Disney era un sognatore, un ingegnere dell’Immaginazione per eccellenza: amava arrivare prima degli altri, osare ed inventare, sfidare lo status quo e immaginare un futuro come nessuno prima. Ma Walt Disney non era “solo” un visionario, un leader: Walt Disney ha creato un’”organizzazione leader” ovvero un’organizzazione che da pioniera è diventata modello di sviluppo indiscusso per generazioni e lo è ancora oggi. Ogni organizzazione pioniera che raggiunge il futuro è fatta di Ingegneri dell’immaginazione: donne e uomini dotati della naturale capacità umana grazie al nostro organo predittivo per eccellenza, sua maestà il cervello, di ingegnarsi e divenire il motore del cambiamento, come? Grazie all’Immaginazione: lo sviluppo di scenari futuri attraverso pensiero critico, analisi di problemi e complessità, innovazione, creatività, fantasia, leadership e costruzione condivisa di obiettivi sostenibili. Secondo la definizione data dalla Society Of Logistic Engineers, (SOLE) la logistica è “arte e scienza …. Arte e scienza dell’organizzazione, della progettazione e dell’attività tecnica riguardante i requisiti, la definizione, la fornitura e le risorse necessarie a supportare obiettivi, piani ed operazioni e la principale figura professionale in campo logistico è il responsabile della logistica, a cui si affiancano il supply chain manager e l’ingegnere logistico. E se potessimo essere ingegneri della logistica e dell’immaginazione? E se attraverso organizzazioni come la Disney potessimo vedere la direzione verso uno sviluppo umano, uno sviluppo organizzativo che ci permetta di possedere qualcosa di straordinariamente unico? Il modello delle organizzazioni del futuro.

      VERONICA BONANOMI

      Perito chimico e Ingegnere Ambientale con master in Risorse Umane e Comunicazione, studia i processi di outsourcing nella sicurezza sul lavoro; mi sono specializzata nell’analisi organizzativa-culturale e nel fabbisogno formativo nelle aziende con particolare riguardo per il comportamento ed il fattore umano a supporto della ricerca del talento.

      Soft Skills

      • “LA COMUNICAZIONE E’ UNA STRADA A DUE SENSI”

        I “LIVELLI” DELL’ASCOLTO

        La qualità e l’efficacia della comunicazione sono misurabili dai risultati ottenuti e non dalle intenzioni di chi interagisce nel processo stesso. L’ascolto è una competenza fondamentale per ogni tipologia di relazione poiché la comunicazione non...
        ALESSANDRA MONASTA

        Life/Sport, Business Coach Metodo R.I.G.O.R.E - Fonico Forense, LAW5 S.r.l.

        ALESSANDRA MONASTA

        Life/Sport, Business Coach Metodo R.I.G.O.R.E - Fonico Forense, LAW5 S.r.l.

        La qualità e l’efficacia della comunicazione sono misurabili dai risultati ottenuti e non dalle intenzioni di chi interagisce nel processo stesso. L’ascolto è una competenza fondamentale per ogni tipologia di relazione poiché la comunicazione non è mai univoca ma è una danza fra due interlocutori. Ci sono nuovi bisogni che stanno emergendo in questo contesto storico di grande cambiamento, che richiedono il potenziamento di competenze specifiche. Esiste una scala di diversi livelli di ascolto che è utile conoscere e saper inquadrare per sviluppare benessere e positività nelle relazioni e nel business. Quali sono dunque le tecniche da mettere in atto quando si vuole comprendere realmente ciò che ci stanno comunicando? Saper gestire un feedback, saper accogliere e prevenire bisogni ed obiezioni, non è frutto di strategie ma di un modo di Saper Essere. La capacità di ascoltare può essere allenata, avremo modo di sperimentare insieme semplici ed efficaci tecniche per migliorare questa competenza. Amo ascoltare. Ho imparato un gran numero di cose ascoltando attentamente. Molte persone non ascoltano mai. (Ernest Hemingway)

        ALESSANDRA MONASTA

        Nasce a Firenze nel 1969, e lo sviluppo della sua carriera professionale viaggia su un doppio binario. Per oltre vent’anni ha svolto attività di Consulente Fonico Forense in ambito di Intercettazioni Telefoniche, occupandosi di indagini di grosso calibro sia italiane che internazionali e si è specializzata nell’ascolto e nello studio della voce come mezzo espressivo delle emozioni. È Autrice del Romanzo “La cacciatrice di bugie” edito da Longanesi, unico nel suo genere. Agli inizi del Terzo Millennio l’incontro con un leader della Serie A del mondo Arbitrale nel Calcio e lo studio effettuato insieme, hanno generato lo sviluppo di una Metodologia innovativa, semplice e funzionale da mettere a disposizione dell’eccellenza dello Sport e dell’Azienda. Il Metodo R.I.G.O.R.E.® e il Progetto S.E.A.® sono strumenti in continua evoluzione creati per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse personali, che favoriscono un solido ed efficace equilibrio fra la vita privata e la vita professionale. Dai giudici di Aula ai giudici di Campo, svolge oggi attività di Formazione nello Sport e in Azienda. Il doppio binario è diventato quindi un unico progetto di consulenza rivolto al “benessere e alla formazione”. Entrambi passano da un percorso di consapevolezza dei bisogni delle persone che è quello che favorisce il cambiamento.

      • SEMPLICITY PER LA VISIONE

        In un contesto in cui le persone sono sempre più sollecitate da richieste nella contingenza e da volatilità degli ancoraggi, il segreto della previsione e della pianificazione sta nella capacità di semplificare e lasciare andare....
        FRANCESCA SOLLAZZO

        Psicologa e senior consultant di HXO

        FRANCESCA SOLLAZZO

        Psicologa e senior consultant di HXO

        In un contesto in cui le persone sono sempre più sollecitate da richieste nella contingenza e da volatilità degli ancoraggi, il segreto della previsione e della pianificazione sta nella capacità di semplificare e lasciare andare. I partecipanti sono guidati a scoprire la propria visione, a darle dimensione e densità, a scoprire il vero peso del proprio progetto

        FRANCESCA SOLLAZZO

        Psicologa, senior consultant HXO, si occupa di sviluppo organizzativo, formazione comportamentale e manageriale e coaching. Lavora con dedizione, generosità e passione nella progettazione e realizzazione di progetti ed eventi per promuovere l’evoluzione continua delle persone e dei gruppi.

      • LE ZONE CIECHE DELLA MENTE: FLESSIBILITÀ E TRAPPOLE COGNITIVE

        La possibilità di costruire un ambiente di lavoro caratterizzato da flessibilità ed evoluzione continua è fondata sulla capacità di generare nel gruppo la disponibilità a riconoscere i propri automatismi nel valutare situazioni e prendere decisioni....
        ALESSANDRA PANACCIONE

        Psicologa, responsabile commerciale e partner di HXO

        ALESSANDRA PANACCIONE

        Psicologa, responsabile commerciale e partner di HXO

        La possibilità di costruire un ambiente di lavoro caratterizzato da flessibilità ed evoluzione continua è fondata sulla capacità di generare nel gruppo la disponibilità a riconoscere i propri automatismi nel valutare situazioni e prendere decisioni. Affidarsi a modalità consolidate di rappresentazione della realtà inibisce l’ariosità del pensiero. Il seminario accompagna i partecipanti a riconoscere i bias cognitivi e a identificare le modalità per diffondere entro il proprio team l’orientamento all’esplorazione e alla conoscenza, la creatività, la capacità di fare connessioni.

        ALESSANDRA PANACCIONE

        Psicologa, partner e responsabile commerciale di HXO (www.hxo.it), si occupa di change management e innovazione, sviluppo organizzativo, formazione manageriale e coaching. Attratta dalle sfide, ama generare nuove idee e condividere il suo lungo percorso in consulenza, collaborando con passione con Clienti e Colleghi di primaria qualità nel panorama nazionale e internazionale.

        Attività Extra

        • MORNING YOGA..

          PER INIZIARE AL MEGLIO LA TUA GIORNATA

          Un approccio semplice ad una delle più antiche discipline per la salute e il benessere di mente e corpo. Semplici ed efficaci asana, tecniche di respirazione e rilassamento ti aiuteranno ad iniziare la giornata nel...
          JULIA CARLINI

          Insegnante di Yoga

          JULIA CARLINI

          Insegnante di Yoga

          Un approccio semplice ad una delle più antiche discipline per la salute e il benessere di mente e corpo. Semplici ed efficaci asana, tecniche di respirazione e rilassamento ti aiuteranno ad iniziare la giornata nel miglior modo possibile, riducendo lo stress, l’ansia ed i pensieri negativi. Fare yoga al mattino ti aiuterà ad attivare la mente, il corpo, allungare i muscoli ed acquisire maggiore elasticità. Prenditi cura di te, rilassando corpo e mente, per iniziare la tua giornata con ottimismo e buon umore facendo il pieno di energia!

          Media Partner


          Vuoi partecipare?


          Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
          Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

          Come ci hai conosciuto?
          LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro

          Location


          Simbolo della Dolce Vita e luogo dell’immaginario felliniano, il Grand Hotel di Rimini ha un posto nella leggenda. Vanta una storia centenaria: dal 1908, è la quinta ideale di uno spettacolo caleidoscopico con i suoi saloni storici e le nuove, modernissime zone relax.

          Rivivi l’edizione del 2019


          Ecco cosa è successo