Richmond Logistics forum It Solutions

Gubbio Park Hotel ai Cappuccini 6 - 8 Luglio 2022

La buona logistica ha bisogno di buona informatica. Cioè di soluzioni che rendono la ‘scatola’ del magazzino e della distribuzione trasparente, governabile, efficace, scalabile, sicura e competitiva. E soprattutto ha bisogno di un luogo dedicato dove trovare tutte le risposte che cerca oggi pensando al domani.

Richmond Italia lancia nel 2022 un nuovo evento che nasce come derivazione diretta dello storico forum dedicato alla logistica: Richmond Logistics forum IT solutions. Il focus è sulle tecnologie digitali e di Internet delle cose che supportano la logistica verso la catena di distribuzione 4.0

A chi è dedicato?


Delegate


A Richmond Logistics forum IT solutions si danno appuntamento, ingegneri gestionali, top e middle manager, imprenditori e player globali che presidiano il fronte caldo della logistica in tutte le sue declinazioni e infrastrutture. Qui trovano nuovi saperi e visioni, best practice, soluzioni e servizi all’avanguardia.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2022


A.LOACKER Outbound Logistics Manager & Key User – AEROPORTO G. MARCONI DI BOLOGNA SpA Innovation Manager | Responsabile Sistemi e Infrastrutture ICT – APG COO – ARISTON GROUP ICT Director – SC&O Solutions | Digital Supply Chain Director – BRETON SpA ICT SAP & BI Specialist – C.O.I.M. SpA Supply Chain Manager – CANDY HOOVER GROUP Head of Logistics – CASILLO GORUP Buyer – CAVAGNA GROUP ICT SAP Specialist – CONTSHIP ITALIA IT Director – COOPERATIVA EDILE APPENNINO Responsabile Ufficio Ricerca e Sviluppo – CURIA GLOBAL INC. Director Global Supply Chain – DANONE NUTRICIA IT Data Business Partner – DAYCO Logistic Manager – DE WAVE GROUP Srl Purchasing Dept | Materials Management | SGQ  – DECATHLON PRODUZIONE ITALIA Supply Chain Manager| Production Leader – DESKTOO ITALIA IT & Operations Director – EASYTECH CLOSURES SpA IT, Innovation & Logistic Manager – ELICA SpA Logistics Sourcing Coordinator | IT Manager Operations & R&D – ERIDANIA ITALIA SpA Supply Chain Manager – ESAOTE SpA Direttore Operations – EVOTEC Sr Solutions Manager Supply Chain – FERRARELLE SpA Logistic Plant Manager | Logistic and Production planning – FERRARI F.LLI LUNELLI SpA ICT Manager – FERRIERE NORD SpA OSOPPO UDINE Responsabile di Logistica di Stabilimento | Project Manager – Logistica e Spedizioni – FINCANTIERI Smart Cities & IoT Initiatives  – GRISSIN BON CIO – CISO – GRUPPO LOGISTICO LD Business Innovation Manager – HARTMANN Supply Chain and Operations Director – HEINEKEN ITALIA IT Business relationship manager SC&HR  – IBI SpA Procurement – IGNAZIO MESSINA & C. CIO – INDUSTRIE DE NORA SpA Procurement Specialist – ITALTRANS SpA CIO – IVECO GROUP Supply Chain Excellence – LIFEBRAIN SERVICES Srl Logistics Manager – LONGINO & CARDENAL SpA Responsabile Operation – MACAER AVIATION GROUP Head of Supply Chain – MAIL BOXES ETC. CTO – MENI20 Srl Direttore Generale – MODULA Srl IT Manager – MORETTI FORNI IT Manager – OBERALP SpA Group Logistics Director | Senior Technology Manager – OBI ITALIA IMPORT Srl Project Manager Logistic – ONIS VISA Procurement Director – ONTEX Supply Chain IT Analyst – RINALDI GROUP Srl CIO & ICT Manager – ROCHE DIAGNOSTICS Supply Chain Manager0 | Warehouse & Distribution Officer – SERGIO ROSSI SpA Logistic Manager – SEWS CABIND IS&T Corporate Manager – SISME SpA IT Manager  – SNATT LOGISTICA SpA IT Director – STAR SHOP DISTRIBUZIONE Srl IT Manager – STELLA McCARTNEY ITALIA Srl  IS&T Supply Chain & Logistics Specialist – SUEDWOLLEGROUP Logistics and Warehouse Manager – SUMIRIKO ITALIA Head of Purchasing – TEDDY SpA Responsabile Logistica E-Commerce – TRANSMEC TO BE Srl ICT Manager – TRILLIUM FLOW TECHNOLOGIES Sales inventory & Operation Planning Manager

Exhibitor


Gli exhibitor – sviluppatori, software house, ingegneri, consulenti e startupper – trovano un contesto adeguato e fattivo per presentare le nuove tecnologie alle imprese che fanno logistica e distribuzione in Italia.

 

Conferenza di apertura


GIULIO SAPELLI


Professore di storia economica ed economia politica presso Università Statale di Milano e ricercatore emerito Fondazione Eni Enrico Mattei

TRA ITC E PROGETTAZIONE STRATEGICA LOGISTICA

La pandemia ha spezzato le linee di comunicazione logistica a livello mondiale con meno intensità di quanto sarebbe accaduto anni e anni or sono. Un tempo la capacità imprenditoriale e scientifica di utilizzare i campi magnetici per trasmettere informazioni e creare realtà virtuali in una forma potente come non mai, ancora non si erano sviluppate.

Oggi le sfide della logistica – e dello sviluppo del mercato che essa consente – hanno forma diversificata: si va dalla carenza di manufatti (i semiconduttori per esempio) a quella delle materie prime che queste infrastrutture consentono (minerali di vario tipo rari o rarissimi).

A ciò si aggiunge il consumo immenso di acqua e di energia che tutto ciò comporta e che costituirà un problema sempre più pressante. Ma l’internet delle merci e la capacità di programmazione strategica risolveranno i nuovi problemi.

Workshops

  • HOW CAN SUPPLY CHAIN IMPROVE CUSTOMER EXPERIENCE?

    COSA INTENDIAMO PER CUSTOMER EXPECTATIONS? COME LA SUPPLY CHAIN SI POSIZIONA ALL'INTERNO DEL CUSTOMER JOURNEY APPORTANDO VALORE E AFFRONTANDO LA SFIDA DEL MIGLIORAMENTO CONTINUO? ALCUNE IDEE A RIGUARDO

    Cosa intendiamo per customer journey e come i diversi touch point influiscono nella customer satisfaction. Questi sono argomenti essenziali per i professionisti della supply chain. La supply chain ha la sfida di deliziare il cliente...
    AGNESE ROSSI

    Head Of Supply Chain, Roche Diagnostics spa

    AGNESE ROSSI

    Head Of Supply Chain, Roche Diagnostics spa

    Cosa intendiamo per customer journey e come i diversi touch point influiscono nella customer satisfaction. Questi sono argomenti essenziali per i professionisti della supply chain. La supply chain ha la sfida di deliziare il cliente attraverso un servizio di qualità e con processi e procedure che abbiano un focus dedicato sui clienti.

    AGNESE ROSSI

    Agnese Rossi, Ingegnere Civile, Professional Project Manager, MBA e Scrum Master. Appassionata di persone, di processi e di miglioramento continuo, ha lavorato in diverse industry GDO no Food, Software House, Logistica e settore Healthcare. Le persone fanno la differenza e l’engagement del team è cio che porta a grandi successi. In famiglia siamo tutti sportivi, lo sci, gli sport d’acqua e solo per me l’equitazione sono elementi importanti per stare bene.

  • LA LOGICA DELLA LOGISTICA SOSTENIBILE

    PER ESSERE EFFICACE O LA LOGISTICA È SOSTENIBILE O È UN FARDELLO DELL’IMPRESA

    Il movimento di merci e persone è centrale in sistemi economici globalizzati, ancor più in quelli “regionalizzati” da conflitti armati e guerre economiche. La logistica richiede visione strategica quanto un continuo supporto tecnologico fatto di...
    MASSIMO LUCIDI

    Direttore Editoriale, The Map Report

    MASSIMO LUCIDI

    Direttore Editoriale, The Map Report

    Il movimento di merci e persone è centrale in sistemi economici globalizzati, ancor più in quelli “regionalizzati” da conflitti armati e guerre economiche. La logistica richiede visione strategica quanto un continuo supporto tecnologico fatto di innovazione di processo e di prodotto, di sperimentazione di continuo confronto uomo macchina. Per essere efficienti ed efficaci. Ma pure per contrastare la crescente insicurezza e il rischio salute tra le risorse coinvolte. Per essere efficace (e sostenibile) la logistica deve essere trasparente, scalabile, sicura e competitiva. E in questo la sostenibilità è l’essenza. Non un addendum.

    È ambientale, ma pure economica e sociale. La sostenibilità al tempo di un conflitto che rafforza logiche di regionalizzazione alla globalizzazione tout court diventa per il nostro occidente il faro distintivo capace, con l’impegno di tutti e in primis degli innovatori, di distinguerci e costruire uno straordinario valore aggiunto.

    MASSIMO LUCIDI

    Giornalista impegnato in Italia e nel mondo su temi di economia e cultura. Ideatore di numerosi salotti ed eventi tra cui spicca il Premio Eccellenza Italiana a Washington DC. Non nasconde la sua Visione cattolica e liberale a cui si accompagna la cultura del dubbio e dell’accoglienza del diverso. Intransigenti col Peccato, non con i peccatori è il suo motto.

  • SISTEMI DI TRACCIABILITÀ PER UNA LOGISTICA AZIENDALE PIÙ EFFICIENTE

    TRACCIABILITÀ ESTESA

    Lo scopo della tracciabilità estesa è quello di fornire ai Clienti ed alle funzioni Operative una visbilità real time, una ETA dinamica, un arricchimento delle informazioni e servizi di connettività per creare una leading supply...
    PAOLO SANTONI

    Global IT Head Products and Implementations Ground & Rail and Lead Logistics, CEVALOGISTICS

    PAOLO SANTONI

    Global IT Head Products and Implementations Ground & Rail and Lead Logistics, CEVALOGISTICS

    Lo scopo della tracciabilità estesa è quello di fornire ai Clienti ed alle funzioni Operative una visbilità real time, una ETA dinamica, un arricchimento delle informazioni e servizi di connettività per creare una leading supply chain visibility.​

    Perchè questo è importante nel business del trasporto:​

    • per fornire le migliori soluzioni di Track & Trace visibility per i nostri clienti e operation
    • per armonizzare le tecnologie di T&T e fornire una unica Visibility Experience basata su diverse piattaforme operative
    • per poter offrire soluzioni analitiche avanzate basate su fatti concreti ai nostri clienti e trasportatori.
    PAOLO SANTONI

    Con un Master in Information Technology IFDA IBM SEMEA, SDA Bocconi and una laurea al Politecnico di Milano in ingegneria Elettronica ho lavorato più di 10 anni nella consultenza internazionale e nelgi ultimi 20 anni in CEVA ho ricoperto diversi ruoli. Negli ultimi anni sono responsablie Globale delle Implementazioni e dello sviluppo dei prodotti per il Ground & Rail and Lead Logistics.

  • COME L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE MIGLIORA I MARGINI DEL COMMERCIO ONLINE E OFFLINE

    SCOPRIAMO COME L'INVENTORY MANAGEMENT AI EFFICIENTA I FLUSSI DELLA SUPPLY CHAIN SIA IN APPROVVIGIONAMENTO CHE NELLE VENDITE

    La scarsità di materie prime, le mutabili condizioni di mercato portano le aziende odierne a lavorare con grossi problemi di tempi e marginalità. Il commercio in omni canalità determina il fatto che per vendere bene...
    OSVALDO MAURO

    Imprenditore

    OSVALDO MAURO

    Imprenditore

    La scarsità di materie prime, le mutabili condizioni di mercato portano le aziende odierne a lavorare con grossi problemi di tempi e marginalità. Il commercio in omni canalità determina il fatto che per vendere bene bisogna comprare bene. Sia nell’approvvigionamento dei materiali che nell’allocazione dell’inventario nei canali di vendita, bisogna oramai giocare d’anticipo. Anticipare i mercati e la domanda del consumatore passa da essere un “nice to have” ad un “must have”. I problemi legati alla sostenibilità portano inoltre le operations a dover ridurre i viaggi logistici, l’overstock e il conseguente smaltimento dei beni deteriorati. L’analitica predittiva viene incontro a queste esigenze grazie all’apporto dell’intelligenzia artificiale che, in una sua accezzione human supervised, è una grande opportunità per l’inventory managemet ed il commercio

    OSVALDO MAURO

    Imprenditore seriale nel campo dell’intelligenza artificiale e dell’e-commerce è oggi alla quarta startup di respiro internazionale, dopo tre precedenti exit.

    Docente presso i master del Sole24ore e Its, lavora nel web dall’era pre internet.

    Già Content Manager It di lastminute.com, membro della Google Travel Alliance è oggi cofondatore di una startup della supply chain predittiva e della no profit Artificial Intelligence Cuneo.

  • RFID E INTERNET OF THINGS PER UNA LOGISTICA 4.0

    CASI D'USO E BEST PRACTICES DI CHI STA GIÀ CREANDO VALORE

    La tecnologia RFID abilita l'internet delle cose. Prodotti, imballaggi, assets diventano vivi, parlano, e lasciano tracce che permettono a chi fa logistica di aumentare l'efficienza dei processi, migliorare l'accuratezza, ridurre gli sprechi, garantire tracciabilità. Durante...
    ANTONIO RIZZI

    PROFESSORE ORDINARIO DI SUPPLY CHAIN MANAGEMENT, UNIVERSITÀ DI PARMA

    ANTONIO RIZZI

    PROFESSORE ORDINARIO DI SUPPLY CHAIN MANAGEMENT, UNIVERSITÀ DI PARMA

    La tecnologia RFID abilita l’internet delle cose. Prodotti, imballaggi, assets diventano vivi, parlano, e lasciano tracce che permettono a chi fa logistica di aumentare l’efficienza dei processi, migliorare l’accuratezza, ridurre gli sprechi, garantire tracciabilità. Durante l’intervento vengono presentati anche alcuni casi reali di aziende che ogni giorno sfruttano i tag RFID su pallet, colli, assets a ricircolo per creare valore.

    ANTONIO RIZZI

    Sono professore ordinario di Logistica e Supply Chain Management presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Parma. Negli ultimi 20 anni, la mia ricerca si è concentrata sull’applicazione di tecnologie RFID e IOT per la gestione della supply chain, della logistica e del retail. Più in particolare, la mia ricerca ha affrontato come e dove l’RFID può essere considerato uno strumento abilitante quella che ho definito “la tracciabilità a valore aggiunto”, quella tracciabilità non solo difensiva per il ritiro/richiamo del prodotto, ma visibilità puntuale, accurata e selettiva dei flussi in grado di aumentare l’efficienza e l’accuratezza dei processi, ridurre scorte e inefficienze, ridurre gli scarti e aumentare il fatturato Sono il fondatore e il direttore di RFID Lab presso l’Università di Parma (www.rfidlab.unipr.it), un centro di ricerca leader a livello mondiale ideato per promuovere ricerca, formazione e servizi agli stakeholder, come fornitori di tecnologia e aziende utilizzatrici. Il centro è stato il pioniere della ricerca sulla tecnologia RFID in Italia ed è ampiamente riconosciuto come centro di eccellenza a livello mondiale.

  • LA SUPPLY CHAIN DEL FUTURO

    TRA ANALOGICO E DIGITALE

    L’emergenza pandemica, l'economia di guerra ed i loro effetti a livello planetario hanno solo enfatizzato alcuni elementi già chiari nell’evoluzione delle Supply Chain e che le stanno portando naturalmente a trasformarsi per rispondere alle esigenze...
    PIETRO PEDONE

    Libero professionista, Consulente di Direzione

    PIETRO PEDONE

    Libero professionista, Consulente di Direzione

    L’emergenza pandemica, l’economia di guerra ed i loro effetti a livello planetario hanno solo enfatizzato alcuni elementi già chiari nell’evoluzione delle Supply Chain e che le stanno portando naturalmente a trasformarsi per rispondere alle esigenze del mercato. Molti oggi, in tempi di crisi, si chiedono quale livello di resilienza abbia la propria Supply Chain. Chiedendosi anche se sia arrivato finalmente il momento di accettare la rivoluzione copernicana che mette il Cliente, e non più solo il costo, al centro delle scelte aziendali. Non è più il tempo di modelli rigidi, che in realtà sono adatti solo ad un mondo in cui va sempre tutto bene. Non va sempre tutto bene e non è sempre tutto prevedibile. In queste situazioni ciò che è rigido si dimostra anche fragile. A noi invece servono sistemi – o meglio ecosistemi – agili, reattivi, immunizzati dalle difficoltà e forti anche grazie alla qualità garantita dai propri partner. E per questo sempre più resistenti in una prospettiva di lungo periodo. Se siete interessati a conoscere le basi sulle quali si fonda questa visione adottata da prestigiose realtà che hanno raggiunto risultati concreti attraverso questo approccio, non mancate questo appuntamento.

    PIETRO PEDONE

    Pietro Pedone dal 2009 è libero professionista, consulente di direzione.

    Dopo la maturità classica al liceo G. D’Annunzio di Pescara e gli studi di Ingegneria Meccanica presso l’Università di Bologna (100 e lode), è stato per 10 anni presso un’azienda multinazionale leader nelle grandi costruzioni, fino a diventare Direttore dell’Organizzazione e Sviluppo Sistemi. Dal 1980 opera nella Consulenza Direzionale, come Vicepresidente e Partner di primarie società internazionali (A.T. Kearney, Roland Berger, …)

    Grazie ai numerosi progetti con aziende leader italiane ed internazionali, della produzione e della distribuzione, Pietro ha accumulato profonda esperienza nelle strategie, nel supply chain management e nelle operation in diversi settori industriali, tra cui Largo Consumo, Distribuzione Moderna, Automotive, Telecomunicazioni, Sanità, Beni Culturali, Trasporti e Operatori Logistici.

    In importanti progetti ha guidato sia il ridisegno delle strategie, dei modelli logistici e dei processi di gestione interfunzionali (e interaziendali), sia la realizzazione e l’attivazione del cambiamento, ottenendo quindi sia risultati tangibili a breve sia miglioramenti di competitività a medio lungo termine. Le sue competenze, infatti, vanno dal miglioramento delle performance di business all’eccellenza del servizio al cliente, all’efficienza nelle operazioni attraverso interventi interfunzionali quali Category Management, Demand e Supply Planning, Manufacturing e Sourcing.

    Pietro, infine, è relatore di convegni internazionali, collaboratore di riviste di settore, docente per associazioni (Assologistica, ilsole24ore, …), università (MIP, Unicatt, Unipr, …) e imprese, e consulente di GS1-ECR Italia dal 1999 (Category Management, OSA Optimal Shelf Availability, Shrinkage), learning programme partner di ECR Europe e membro del board di CSCMP Italy (Council of Supply Chain Management Professionals).

     

     

     

    Exhibitor Corner

    • LE TECNOLOGIE RTLS AVANZATE PER IL TRACCIAMENTO PRECISO DELLA MERCE E LA DIGITALIZZAZIONE DEI FLUSSI DI MAGAZZINO

      LE TECNOLOGIE DI TRACKING (RTLS) CONFERISCONO AGLI OPERATORI UNA PRECISIONE PARAGONABILE AI MAGAZZINI AUTOMATICI

      I sistemi moderni di tracciamento della merce (RTLS) portano ad avere stessa precisione di inventario di un magazzino automatico, ma valorizzando le mani esperte dei vostri operatori. Volete ottenere fino al 30% in più dal...
      MATTEO DE ANGELI

      Ingegnere, Imprenditore, Engynya Srl

      MATTEO DE ANGELI

      Ingegnere, Imprenditore, Engynya Srl

      I sistemi moderni di tracciamento della merce (RTLS) portano ad avere stessa precisione di inventario di un magazzino automatico, ma valorizzando le mani esperte dei vostri operatori. Volete ottenere fino al 30% in più dal vostro magazzino logistico o di produzione, in termini di tempi e costo / udc?

      Questo risultato viene raggiunto con la combinazione di tre fattori: precisione nel tracciamento, efficace interfaccia utente veicolare, integrazione intelligente con i sistemi informativi. Nel corso dell’intervento vedremo insieme le diverse tecnologie di tracciamento disponibili allo stato dell’arte con i relativi pro e contro, con alcuni esempi e la presentazione di alcuni impianti reali, a cui potremo collegarci in tempo reale. In seguito si salirà a bordo di un carrello elevatore e con gli occhi dell’operatore valuteremo diverse interfacce di guida (Forklift Guidance System) che permettono di ottimizzare anche del 30% le operazioni di prelievo e stoccaggio del magazzino, sia esso di logistica o di produzione.

      Infine, verranno delineati i requisiti IT per aggiungere intelligenza al sistema di generazione delle missioni di magazzino in modo pratico ed economico, senza mettere in difficoltà l’attuale ambiente ERP dell’azienda.

      MATTEO DE ANGELI

      Matteo De Angeli, ingegnere con doppia laurea in Automazione Industriale e Informatica, è fondatore e titolare di Engynya Srl, una PMI innovativa italiana che si è fatta riconoscere in Italia per la realizzazione di sistemi innovativi per la logistica e l’industria principalmente nell’ambito del tracciamento di precisione, per il quale detiene ben 6 brevetti. Tra gli importanti clienti serviti in questi anni si ricordano importanti nomi nella GDO e nell’industria alimentare come Aia, Coop, Rummo, e nella metallurgia, come Arcelor Mittal – Delna, Vender acciai, Chiaravalli. Engynya è da 10 anni anche partner di Jungheinrich per le soluzioni speciali in intralogistica.

    • VISIBILITÀ E SINCRONIZZAZIONE LE PAROLE CHIAVE PER UNA SUPPLY CHAIN INTELLIGENTE E SOSTENIBILE

      COME EFFICIENTARE I PROCESSI DI PLANNING, OPERATION & TRANSPORTATION LUNGO TUTTA LA CATENA DEL VALORE

      L'imprevedibilità degli eventi implica la necessità di un processo estremamente rapido di adattamento delle previsioni e visibilità della reale domanda del cliente con una supply-chain sempre più flessibile e sostenibile. Visibilità e sincronizzazione sono alla...
      FABRIZIO AGAZZONE

      Supply Chain Director, Nextea

      STEFANO SOLANO

      Manufacturing & Extended Supply Chain Solution Manager, Altea UP

      FABRIZIO AGAZZONE

      Supply Chain Director, Nextea

      STEFANO SOLANO

      Manufacturing & Extended Supply Chain Solution Manager, Altea UP

      L’imprevedibilità degli eventi implica la necessità di un processo estremamente rapido di adattamento delle previsioni e visibilità della reale domanda del cliente con una supply-chain sempre più flessibile e sostenibile. Visibilità e sincronizzazione sono alla base di una strategia di successo perché permettono azioni e reazioni immediate e distribuite lungo tutto il processo di pianificazione Sales & Operations. La tecnologia è fondamentale in questo processo, con la sua crescita esponenziale offre alle aziende la possibilità di ottimizzare processi e procedure e di gestire in real-time dati e monitorare KPI innovativi. Dall’ottimizzazione della domanda operativa, al picking intelligente fino alla completa tracciabilità dei trasporti la nuova supply-chain diventa intelligente e sostenibile.

      FABRIZIO AGAZZONE

      Supply Chain Director di Nextea, , da sempre in Altea Federation impegnato nel miglioramento dei processi attraverso la Business Trasformation abilitata dalle tecnologie in ambito Controlling, Supply Chain Planning & Execution, Logistica di Magazzino e applicazioni innovative sviluppate anche con Team di ricerca legati al mondo accademico.

      STEFANO SOLANO

      Da oltre 15 anni nel settore della system integration in particolare, esperto di tematiche di Supply Chain, Planning e Operations. Aiuta le aziende nel percorso innovativo della Supply Chain e le supporta nel miglioramento della capacità di execution. Collabora con l’università del Salento sul tema della modellizzazione matematica di problemi complessi applicata al contesto industriale reale. Recentemente ha lavorato sulle tematiche dell’Intelligent Factory con pubblicazioni, seminari, convegni.

    • B810 TRASFORMA LA PIANIFICAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN GRAZIE A DGS E COMPLETE®

      UNA SOLUZIONE VERTICALIZZATA SPECIFICA PER AUMENTARE EFFICACIA ED EFFICIENZA DEI PROPRI PROCESSI AZIENDALI, RIDURRE I COSTI E MIGLIORARE LA QUALITÀ DEL SERVIZIO

      Il gruppo B810, realtà dinamica nel settore dell’elettronica e della connettività integrata, di cui fanno parte il Brand Digicom e le aziende Rework Company ed Intellienergy srl, si è affidato a DGS e alla Suite...
      CORRADO AZZALONI

      IT Manager, B810 Group

      CORRADO AZZALONI

      IT Manager, B810 Group

      Il gruppo B810, realtà dinamica nel settore dell’elettronica e della connettività integrata, di cui fanno parte il Brand Digicom e le aziende Rework Company ed Intellienergy srl, si è affidato a DGS e alla Suite ComplEtE® per concretizzare la trasformazione digitale della propria supply chain tramite modelli evoluti di pianificazione della produzione e dei materiali. Il progetto ha interessato la pianificazione della produzione a breve termine e la pianificazione dei materiali a medio termine alimentata dal forecast sui prodotti finiti, validato sul modello capacitivo dei due stabilimenti produttivi italiano e albanese.

      CORRADO AZZALONI

      Nel mondo IT da quasi 30 anni, appassionato di tecnologia e delle sue concrete applicazioni per le persone e per le aziende. La mia attività è sempre stata focalizzata sui sistemi ERP e di Supply Chain a supporto della produzione, in particolare della produzione elettronica.
      Da diversi anni mi occupo inoltre di progettazione e sviluppo di sistemi e piattaforme IoT per diversi settori.

    • LA DIGITALIZZAZIONE DELLA LOGISTICA: PROCESSI DI COMPLIANCE NORMATIVA A CUI NON AVEVI MAI PENSATO

      PRASSI, METODOLOGIE ED ESEMPI PRATICI PER UNA SICURA DIGITALIZZAZIONE DELLA LOGISTICA

      I processi di Logistica, quando vengono digitalizzati, presentano degli obblighi normativi e di Digital Trust, che molto spesso non vengono considerati nei progetti di innovazione digitale, comportando processi che hanno aspetti di efficacia ed efficienza,...
      NICOLA SAVINO

      CEO, Savino Solution Srl

      NICOLA SAVINO

      CEO, Savino Solution Srl

      I processi di Logistica, quando vengono digitalizzati, presentano degli obblighi normativi e di Digital Trust, che molto spesso non vengono considerati nei progetti di innovazione digitale, comportando processi che hanno aspetti di efficacia ed efficienza, ma che mancano completamente di sicurezza e di validità legale, che invece è assolutamente necessaria. In questo Speech verrano analizzate tutte le normative italiane ed europee obbligatoria nella digitalizzazione della Logistica, con esempi ed applicazioni pratiche.

      NICOLA SAVINO

      Ing. Nicola Savino, esperto nazionale riconosciuto per la digitalizzazione a norma di legge dei processi aziendali, è oggi CEO della Holding Savino Solution, specializzata in servizi e soluzioni di digital automation trust. Nel 2021 è stato nominato tra le Top 100 Forbes PMI.

    • MOVE: LA DIGITAL MANUFACTURING PLATFORM DI HORSA GROUP

      COME PORTARE EFFICIENTAMENTO LUNGO TUTTA LA SUPPLY CHAIN, GRAZIE AD UNA DIGITAL MANUFACTURING PLATFORM CHE INTEGRA CONSULENZA, TECNOLOGIA E SERVIZI A SUPPORTO DEI PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICI

      Il nuovo scenario produttivo si presenta molto complesso e ha un impatto trasversale su tutte le funzioni aziendali, necessita quindi di Piattaforme Digitali Integrate, in grado di gestire dati ed eventi, provenienti da fonte eterogenee,...
      MAURO CHIARALUCE

      Business Development Manager - Digital Manufacturing, HORSA GROUP

      MAURO CHIARALUCE

      Business Development Manager - Digital Manufacturing, HORSA GROUP

      Il nuovo scenario produttivo si presenta molto complesso e ha un impatto trasversale su tutte le funzioni aziendali, necessita quindi di Piattaforme Digitali Integrate, in grado di gestire dati ed eventi, provenienti da fonte eterogenee, in tempo reale, per controllare i flussi dei processi produttivi, logistici, gli impianti di automazione e per supportare il management aziendale nelle decisioni critiche. Durante il workshop verranno evidenziati i vantaggi ottenibili da un approccio end to end , che va dalla Consulenza per l’ottimizzazione ed efficientamento dei processi Operation, all’implementazione di Soluzioni Digitali Industriali Integrate, in area di Produzione e Logistica. Verranno presentati Sistemi Industriali basati su tecnologie HW e SW quali : ERP, MES, MOM, WMS, IIOT, LMS, con particolare focus sull’ AIDC (Automatic identification and data capture), RTLS (Real Time Location System) e RFID (Radio Frequency Identification) per la geolocalizzazione e tracciabilità indoor/outdoor di prodotti, asset e risorse.

      MAURO CHIARALUCE

      Svolge attività di consulenza tecnico commerciale in progetti di Digital Transformation, in ambito produzione e logistica, per i principali settori industriali, tra cui: Discrete Manufacturing, Life Science, Food & Beverage, con consolidata esperienza in: Industrial Software: MES, MOM, WMS, LMS, SCADA, QMS, CMMS; Industrial Middleware : IIOT; AIDC (Automatic identification and data capture) & Industrial Rugged Mobile Device; RFID Track & Trace Solution; RTLS (Real Time Location System

      Soft Skills

      • IL POTERE DELLE ABITUDINI

        ROUTINE, RITMI E STRATEGIE

        Le nostre abitudini influenzano in modo significativo sia ciò che facciamo che come lo facciamo. Un imprenditore è un tutt’uno con il proprio brand. Le abitudini personali possono quindi influenzare il business ed essere determinanti....
        ALESSANDRA MONASTA

        PERFORMANCE E BUSINESS COACH METODO R.I.G.O.R.E. – FORMATORE, CONSULENTE FONICO FORENSE, LAW5 S.R.L.

        ALESSANDRA MONASTA

        PERFORMANCE E BUSINESS COACH METODO R.I.G.O.R.E. – FORMATORE, CONSULENTE FONICO FORENSE, LAW5 S.R.L.

        Le nostre abitudini influenzano in modo significativo sia ciò che facciamo che come lo facciamo. Un imprenditore è un tutt’uno con il proprio brand. Le abitudini personali possono quindi influenzare il business ed essere determinanti. Le Abitudini non sono un destino, le possiamo ignorare, potenziare, sostituire o mantenere. Quasi il 40% delle azioni che svolgiamo tutti i giorni sono conseguenza di un’abitudine e non di una scelta consapevole. Gran parte del marketing sfrutta proprio il potere delle abitudini per comprendere i bisogni dei clienti. Spesso associamo le Abitudini al concetto di Routine, inteso come ripetitività rigida, mentre invece è possibile ragionare con più flessibilità, una skill fondamentale in questa nuova fase in cui stiamo vivendo. Faremo un viaggio alla scoperta di come si formano, quanto ci condizionano e soprattutto… come possiamo modificarle o inserirne di nuove. Possiamo innescare il cambiamento esplorando in questo Laboratorio che faremo insieme, alcune straordinarie Strategie. “Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l’eccellenza non è un’azione, ma un’abitudine” (Aristotele).

        ALESSANDRA MONASTA

        Una delle pochissime donne che ha svolto l’attività di Consulente Fonico Forense in ambito di Intercettazioni Telefoniche e Ambientali, occupandosi di indagini di grosso calibro sia italiane che internazionali. Si è specializzata nelle Tecniche d’ascolto e nello Studio della Voce come mezzo espressivo delle emozioni. È Autrice del Romanzo “La cacciatrice di bugie” edito da Longanesi, unico nel suo genere, che apre le porte a chi lavora dietro le quinte delle indagini ascoltando le vite degli altri. Agli inizi del 2014 l’incontro con l’ex Arbitro Stefano Farina, grande leader nel mondo del Calcio e lo studio effettuato insieme, hanno portato alla creazione di una Metodologia innovativa, semplice e funzionale da mettere a disposizione dell’eccellenza dello Sport e dell’Azienda. Il Metodo R.I.G.O.R.E.® e il Progetto S.E.A.® sono strumenti in continua evoluzione, creati per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse personali. Oggi svolge attività di Performance e Business Coach: la LAW5 S.r.l. è la prima Società al mondo che utilizza la metafora dell’Arbitro in Azienda, un’idea che allarga l’orizzonte della Formazione.

      • SCOPRIRE TALENTI E RIVELARE BELLEZZA

        Il manager generativo ha occhi capaci di cogliere la bellezza delle persone. È costantemente impegnato nella ricerca del loro valore, e quando lo trova, lo svela sia a sé sia all’altro. In questo seminario ci...
        A CURA DI HXO

        A CURA DI HXO

        Il manager generativo ha occhi capaci di cogliere la bellezza delle persone. È costantemente impegnato nella ricerca del loro valore, e quando lo trova, lo svela sia a sé sia all’altro. In questo seminario ci alleneremo a diventare attenti osservatori pronti a cogliere gli indizi che ci aiutano a riconoscere la bellezza altrui nonostante i possibili veli che la celano.

        A CURA DI HXO

        Siamo una società di servizi di formazione, coaching e teambuilding per lo sviluppo delle persone, dei gruppi, della managerialità. Crediamo fortemente in quello che facciamo. Ci prendiamo cura di clienti e progetti distinguendoci per ispirazione, profondità e innovazione. Ispirazione, perché siamo certi che in ogni organizzazione, in ogni team, ci sono energie e potenzialità inespresse che aspettano solo un’azione di scoperta, valorizzazione, liberazione. Profondità, perché costruiamo una relazione basata sull’ascolto, co-progettiamo ogni intervento affinché ogni cliente abbia il “suo” progetto, lasciando una traccia indelebile. Innovazione, perché rinnoviamo costantemente modelli, metodi e strumenti, forti di un grande patrimonio e curiosi verso nuove prospettive.

      • RACCONTI DI FUTURO: COSA POSSIAMO IMPARARE DA CIÒ CHE ANCORA NON È STATO

        Siamo abituati a pensare che si impari soprattutto dalle esperienze, dunque dal passato. In questo seminario scopriremo che apprendimenti ancora più stimolanti possiamo trarli dal futuro. Quello che vogliamo costruire. Ci alleneremo a riportare la...
        A CURA DI HXO

        A CURA DI HXO

        Siamo abituati a pensare che si impari soprattutto dalle esperienze, dunque dal passato. In questo seminario scopriremo che apprendimenti ancora più stimolanti possiamo trarli dal futuro. Quello che vogliamo costruire. Ci alleneremo a riportare la capacità di sognare nella nostra quotidianità lavorativa e a trarne stimoli e apprendimenti inaspettati.

        A CURA DI HXO

        Siamo una società di servizi di formazione, coaching e teambuilding per lo sviluppo delle persone, dei gruppi, della managerialità. Crediamo fortemente in quello che facciamo. Ci prendiamo cura di clienti e progetti distinguendoci per ispirazione, profondità e innovazione. Ispirazione, perché siamo certi che in ogni organizzazione, in ogni team, ci sono energie e potenzialità inespresse che aspettano solo un’azione di scoperta, valorizzazione, liberazione. Profondità, perché costruiamo una relazione basata sull’ascolto, co-progettiamo ogni intervento affinché ogni cliente abbia il “suo” progetto, lasciando una traccia indelebile. Innovazione, perché rinnoviamo costantemente modelli, metodi e strumenti, forti di un grande patrimonio e curiosi verso nuove prospettive.

        Media Partner


        Vuoi partecipare?


        Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
        Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

        Come ci hai conosciuto?
        LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro
        Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come da informativa form per:
        finalità di marketing.

        Location


        Il Park Hotel ai Cappuccini è un monastero del XVII secolo, sapientemente restaurato. È a Gubbio nel cuore dell’Umbria, immerso nel verde. La sua architettura è tra le testimonianze più alte di un Medioevo colto. Il Park Hotel ai Cappuccini unisce antichi ambienti e nuovi comfort.