Richmond IT Director Forum

Rimini GRAND HOTEL 15 - 17 Novembre, 2020

Offrire nuovi strumenti di formazione e business nel mondo IT: questo è l’obiettivo primario del forum.

L’evento si pone come momento di incontro tra la domanda e l’offerta di prodotti, servizi, soluzioni e progetti che coinvolgono i responsabili delle scelte informatiche e tecnologiche delle aziende italiane.

IT Director forum è un salone a porte chiuse, con una selezione rigorosa dei partecipanti che ne garantisce la qualità.

A chi è dedicato?


Delegate


I Responsabili/Direttori IT, CIO e IT manager potranno accedere a sessioni, pensate per la loro formazione umana e professionale. Inoltre, incontreranno in un ambiente riservato e professionale i fornitori di servizi, soluzioni e progetti altamente tecnologici.

Visualizza la lista

Vai ai Delegate 2019

Lista Delegate 2020


A2A SpA Responsabile ufficio acquisti Corporate – A. RIEPER SpA ICT Manager – AIR DOLOMITI SpA ICT Director –  ALCAS SpA IT Manager – ALIA SERVIZI AMBIENTALI ICT Manager – AMC ITALIA IT Manager – AMIU GENOVA SpA CIO – ARNEG SpA CIO – ARNOLDO MONDADORI EDITORE CTO – AUGUSTA RATIO Head of ICT & Innovation – BARALAN INTERNATIONAL SpA IT Manager – BELRON ITALIA SpA ICT Infrastructure & Process Manager – BLUVACANZE SpA CIO – BONELLIEREDE CIO – BOZZETTO GROUP IT Manager – CARVICO SpA Group CIO – CAVAGNA GROUP ICT Director – CESAR ARREDAMENTI IT Manager – CHIOMENTI STUDIO LEGALE Responsabile Sistemi Informativi – COGNE ACCIAI SPECIALI SpA ICT Manager – COLOROBBIA SAP Program manager – COMECER IT Manager – COMUNE DI PRATO Responsabile IT – CONFEZIONI ANDREA ITALIA Srl Head of IT – DEENOVA ICT Director – DELLA TOFFOLA SpA CIO IT Manager – DIASORIN IT Business Partner Manager – DOLFIN SpA Responsabile IT – DOLOMITI ENERGIA HOLDING SpA CIO – ECOPACK SpA IT Group Manager – ERBA VITA GROUP SpA Resp. Sistemi Informativi – ESSELUNGA SpA IT Manager-area infrastrutture – EUROSPIN Group CIO  – GNUTTI CARLO GROUP Group CIO – GROUPM IT Director – GRUPPO BALLETTA CIO – GRUPPO CISALFA SPORT CIO – HERNO SpA CIO – ISTITUTO BIOCHIMICO ITALIANO ICT Manager – KOMATSU ITALIA MANUFACTURING SpA EU ICT Deputy General Manager – LOMBARDI SA IT Manager –  MACRON CIO – MAGAZZINI BERTON Srl IT Manager – MELCHIONI SpA IT Manager – OFFICINE MACCAFERRI SpA Group IT Director – PETRONAS LUBRICANTS ITALY SpA ICT Emea Lead – PIZZOLI SpA IT Manager – QUALITY FOOD GROUP SpA CIO – RAPETTI FOODSERVICE Responsabile IT – REGINE CATENE CALIBRATE Group CIO – RENATO CORTI SpA IT Manager – ROBERTO CAVALLI SpA IT Manager – ROCHE IT Business Partner – SECI SpA IT Manager – SEPHORA IT Manager – SIRIO SpA CIO – SIT SpA IT Director – SNATT LOGISTICA SpA IT Director – SOLE365 CIO – SODEXO MOTIVATION SOLUTION ITALIA IT Manager – SODEXO BRS CIO – SPENCER ITALIA Srl IT Manager – SPORTLER SpA IT Director – TERRE CEVICO Soc. Coop. Agricola IT Manager – TESSIVAL Srl ICT Manager – TILLMANNS SpA IT Manager – VALETUDO Srl IT Manager – VALMEX SpA IT Manager – VIVIGAS SpA Responsabile IT – WITT ITALIA SpA ICT Manager

Exhibitor


Gli exhibitor avranno un contatto diretto con i manager di aziende alla ricerca di nuove soluzioni informatiche. Proponendo così il loro ventaglio di prodotti e servizi nella sfera dell’Information Technology.

Conferenza di apertura


CRISTIAN FRACASSI


CEO, ISINNOVA Srl

ESSERE INVENTORE NEL 2020

COME L’INNOVAZIONE PUÒ SALVARE LE VOSTRE VITE E LE VOSTRE AZIENDE

Ognuno di noi ha idee e sogni ogni giorno, ma la chiave dell’innovazione è riuscire a trasformare l’idea in qualcosa di concreto. Come diceva Edison: “le idee, senza la loro esecuzione, sono allucinazioni”. Vi racconterò come analizzare la bontà di un’idea, come saper valutare se ha mercato e quale sia il processo che noi adottiamo per svilupparla. Qualunque essa sia. Parleremo di casi concreti, a partire dalle maschere da snorkeling convertite in maschere respiratorie, ma non solo.

Seminari

  • INTELLIGENZA ARTIFICIALE – FORZA E DEBOLEZZA – L’ESPERIENZA IN FBK

    AI: IN COSA PUÒ VERAMENTE ESSERE UTILE E IN COSA NO: ALCUNI ESEMPI PRATICI

    Intelligenza Artificiale (AI): se ne parla molto, per alcuni può fare cose incredibili e risolvere tutti i problemi. C’è però chi dice che si sta avvicinando il secondo inverno dell’Intelligenza Artificiale. Dopo un breve riassunto...
    PAOLO TRAVERSO

    Direttore Centro di Ricerca FBK ICT, Fondazione Bruno Kessler (FBK)

    PAOLO TRAVERSO

    Direttore Centro di Ricerca FBK ICT, Fondazione Bruno Kessler (FBK)

    Intelligenza Artificiale (AI): se ne parla molto, per alcuni può fare cose incredibili e risolvere tutti i problemi. C’è però chi dice che si sta avvicinando il secondo inverno dell’Intelligenza Artificiale. Dopo un breve riassunto sulle tecnologie alla base dell’AI, vorrei illustrare alcuni progetti in cui alcune tecnologie di AI hanno portato un vantaggio competitivo e altre no. Gli esempi riguarderanno settori diversi: dall’AI per la medicina all’AI per l’industria 4.0. Le tecniche di AI di cui parlerò e che sono state valutate e/o utilizzate in questi progetti non si limiteranno all’ormai famoso “deep learning”, ma spazieranno su tecniche diverse di apprendimento (machine learning), tecniche di verifica e di pianificazione automatica e sistemi che integrano tecniche simboliche con tecniche numeriche. Sono progetti “vissuti sulla pelle” da diversi team del
    centro ICT di FBK (Fondazione Bruno Kessler), un centro di ricerca che da anni studia e applica tecniche di AI, riconosciuto a livello internazionale e il cui obiettivo è una ricerca d’eccellenza che abbia un impatto sul mercato e la società.

    PAOLO TRAVERSO

    Direttore del Centro ICT della Fondazione Bruno Kessler (FBK) dal 2007, il centro di FBK dedicato fortemente all’Intelligenza Artificiale (AI), un centro di circa 350 persone, fra ricercatori, sviluppatori, CTO, PM e studenti di dottorato. Ha lavorato in diverse aziende ICT a Milano, Chicago e Londra e presso il Dipartimento di AI dell’Università di Edimburgo. È stato Chair di EIT Digital Italy – l’Istituto Europeo di Tecnologia e Innovazione in ICT, membro dell’Executive Board dell’Associazione Europea di Intelligenza Artificiale (EurAI). È membro del Consiglio Scientifico del DFKI (Deutsches Forschungszentrum für Künstliche Intelligenz), il centro di ricerca tedesco in AI. Ha più di cento pubblicazioni in riviste e conferenze internazionali. È co-autore di due libri di testo sulle tecniche di Intelligenza Artificiale per la pianificazione automatica.

  • IOT NELLE CITTÀ DEL FUTURO: LE PERSONE AL CENTRO

    L'IOT PUÒ RIVOLUZIONARE LA USER EXPERIENCE NEGLI AMBIENTI DI VITA, ARRIVANDO A CAPIRE LE SENSAZIONI E REAZIONI DELL'UTENTE

    L'IoT, in particolare dopo la pandemia di Covid 19, sarà un mezzo fondamentale per supportare il benessere delle persone nelle città del futuro, massimizzando salute e comfort negli ambienti di vita e di lavoro. La...
    GIAN MARCO REVEL

    Professore Ordinario, Università Politecnica delle Marche

    GIAN MARCO REVEL

    Professore Ordinario, Università Politecnica delle Marche

    L’IoT, in particolare dopo la pandemia di Covid 19, sarà un mezzo fondamentale per supportare il benessere delle persone nelle città del futuro, massimizzando salute e comfort negli ambienti di vita e di lavoro. La possibilità di seguire sensazioni, aspettative e reazioni delle persone apre nuovi scenari nel mondo del lavoro, del business e del supporto alle persone fragili. In questo contesto l’unione di IoT ed Intelligenza Artificiale può fare la differenza, ma occorre prestare attenzione all’interpretabilità delle decisioni che vengono prese, talvolta difficilmente decifrabili. Misure sono ovviamente necessarie anche per supportare la privacy dell’utente. L’impatto atteso può essere rilevante sotto molti punti di vista, anche da quello economico. Basti pensare all’effetto che il comfort ed il benessere possono avere sulla produttività, sia che si parli di smart working che di lavoro tradizionale. La presentazione tratterà questi temi con analisi dei principali trend e di innovative applicazioni.

    GIAN MARCO REVEL

    Professore ordinario di Misure presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche dell’Università Politecnica delle Marche, dove svolge anche il ruolo di Delegato del Rettore alla Progettazione Europea. Si occupa da anni di sistemi di misura e di sensoristica avanzata per applicazioni domotiche, energetiche, acustiche, per controlli non distruttivi e gestione di processi di produzione di materiali da costruzione. Coordinatore del Materials & Sustainability Committee della European Construction Technology Platform – ECTP, è stato Rapporteur per la Commissione Europea nell’ambito del SET-Plan (Strategic Energy Technology Plan).

  • COSTRUIRE UN’EFFICACE CYBERSECURITY CULTURE NELLE ORGANIZZAZIONI

    UNA VISIONE UMANA E SOCIALE

    L’intervento intende discutere l’importanza del fattore umano e della consapevolezza delle minacce informatiche nell’ottica di costruire all’interno della propria organizzazione una cultura della cybersecurity efficace. Questo significa prima di tutto essere disponibili a superare alcuni...
    ISABELLA CORRADINI

    Direttore scientifico, Centro Ricerche Themis

    ISABELLA CORRADINI

    Direttore scientifico, Centro Ricerche Themis

    L’intervento intende discutere l’importanza del fattore umano e della consapevolezza delle minacce informatiche nell’ottica di costruire all’interno della propria organizzazione una cultura della cybersecurity efficace. Questo significa prima di tutto essere disponibili a superare alcuni pregiudizi e rivedere gli approcci finora sviluppati, anche alla luce dell’esperienza maturata nella gestione della pandemia da Covid-19. La relatrice, che ha una vasta esperienza sul campo ed è autrice di un testo internazionale pubblicato dalla Springer (Building a Cybsersecurity Culture in Organizations. How to Bridge the Gap between People and Digital Technology) analizza il tema secondo una prospettiva psicosociale e individua alcuni punti chiave nella costruzione di una cultura della cybersecurity la cui osservanza o mancata applicazione è in grado di determinare il successo o l’insuccesso delle iniziative di cybersecurity awareness.

    ISABELLA CORRADINI

    Psicologa sociale e criminologa, è esperta di fattore umano nella sicurezza (safety e security) e di benessere organizzativo. È direttrice di Themis, centro ricerche socio-psicologiche e criminologico-forensi, e fondatrice del Link&Think Research Lab per lo sviluppo di ricerche e articoli sui temi della consapevolezza digitale. È membro di diversi comitati tecnici e scientifici ed insegna in master universitari. Vanta inoltre anni di insegnamento accademico in psicologia sociale. È autrice di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali (saggi, libri e articoli). È responsabile scientifico della rivista Reputation Today e curatrice di una collana per la Franco Angeli sul tema della reputazione.

    Workshops

    • LA PANDEMIA 2020 VISTA COME UN ESPERIMENTO SOCIALE E TECNOLOGICO

      COME UN EVENTO (QUASI) IMPREVEDIBILE HA CAMBIATO LE NOSTRE VITE (LAVORATIVE) E IL NOSTRO APPROCCIO ALLA TECNOLOGIA

      La necessità di affrontare il cambiamento è stato uno dei motivi ricorrenti negli ultimi anni. La realtà ha superato la nostra capacità analitica. Ora il cambiamento non è più un paradigma immaginato, spesso auspicato, ma...
      SERGIO CAUCINO

      IT Director, GroupM

      SERGIO CAUCINO

      IT Director, GroupM

      La necessità di affrontare il cambiamento è stato uno dei motivi ricorrenti negli ultimi anni. La realtà ha superato la nostra capacità analitica. Ora il cambiamento non è più un paradigma immaginato, spesso auspicato, ma lontano. È diventato parte del nostro quotidiano. Lo spunto della discussione sarà quello di un viaggio nel nuovo mondo che emerge tra le pieghe di quello che può essere interpretato come il più esteso esperimento sociale del secolo. In modo rude e improvviso ci siamo scoperti fragili, impreparati ed insicuri, ma allo stesso tempo disciplinati e reattivi, sia nella sfera personale che in quella lavorativa. Molto di questo cambiamento è stato mutuato dalle tecnologie, spesso non nuove, che la necessità ci ha fatto considerare sotto una luce diversa. Vista dalla prospettiva dei CIO, questa crisi è stata complessa, ma ha tuttavia accelerato fortemente l’adozione o il rafforzamento di spinte di rinnovamento tecnologico delle aziende. Siamo stati anche testimoni di un diverso rapporto dell’utente rispetto al luogo di lavoro. Queste sono le dinamiche più interessanti prodotte da questo periodo e rappresentano elementi di un nuovo scenario con cui ci dovremo confrontare negli anni a venire.

      SERGIO CAUCINO

      IT Director di GroupM Italia, azienda del gruppo WPP che si occupa di Media ed Advertising. Nel recente passato ha gestito aspetti della crisi generata dal COVID-19, da un punto di vista tecnologico e organizzativo. Alle spalle ha una esperienza diversificata nel mondo IT& Tech, sia nella consulenza che presso aziende, in settori anche distanti tra loro, come Finance, Events, Automotive, Energy e Media. Nel tempo libero, ama stare con la famiglia, che coinvolge in attività sportive variegate. Scrive romanzi, racconti, articoli di cultura enologica e gastronomica e ha collaborato con testate giornalistiche, università e associazioni sia nel campo della tecnologia, della divulgazione scientifica e della scrittura creativa.

      Exhibitor Corner

      • COME L’EVOLUZIONE DELLO SPEAR PHISHING INCONTRA IL BROWSER GRAZIE ALLE INFORMAZIONI CHE QUOTIDIANAMENTE LASCIAMO SUL WEB

        SPEAR PHISHING E BROWSER: COME QUESTI SUBDOLI ATTACCHI NASCONO E SI SVILUPPANO SEMPRE PIÚ ATTRAVERSO LA NAVIGAZIONE WEB DEI DIPENDENTI

        Negli ultimi anni stiamo sempre più assistendo a quello che viene definito il “paradosso” della navigazione web: da una parte, l’aumento dei servizi in cloud e le potenzialità dei browser, assimilabili ormai ad un sistema...
        ANDREA FILIPPO MARINI

        Managing Director, Ermes - Intelligent Anti Phishing

        ANDREA FILIPPO MARINI

        Managing Director, Ermes - Intelligent Anti Phishing

        Negli ultimi anni stiamo sempre più assistendo a quello che viene definito il “paradosso” della navigazione web: da una parte, l’aumento dei servizi in cloud e le potenzialità dei browser, assimilabili ormai ad un sistema operativo a sé stante, portano i dipendenti a passare sempre più tempo sul web; dall’altra parte diverse dinamiche in atto sul web e nelle aziende mostrano come una delle aree più delicate all’interno della security aziendale sia ormai diventata la protezione dei momenti che i dipendenti passano sul web con i loro device aziendali e non. L’intervento avrà lo scopo di mostrare come ormai gli attacchi di phishing, che ormai sono sempre più mirati, si stiano adeguando a questa dinamica, mostrando con alcune demo come attraverso il browser si possano sviluppare completamente (o anche solo alcune fasi) di attacchi di spear phishing. Presenteremo infine come Ermes Cyber Security possa aiutare le aziende a diminuire la propria esposizione agli attacchi di spear phishing grazie al proprio sistema di protezione integrato e centralizzato, garantendo anche totale privacy a tutti i propri dipendenti.

        ANDREA FILIPPO MARINI

        42enne torinese, è da ottobre il Managing Director di Ermes Cyber Security, con il compito di individuare la strategia go-to-market e sviluppare i fatturati. Prima di accettare la sfida/l’opportunità di/in Ermes, Andrea ha sviluppato la sua carriera in multinazionali operanti nel FMCG/“fast moving consumer goods” in ambito commerciale, dapprima in Kimberly Clark per poi coprire posizioni direzionali in ambito internazionale sia in Diageo che in Bacardi- Martini, dove viene anche eletto dagli associati di Centromarca come membro dello Steering Committe. La carriera professionale di Andrea è sempre stata contraddistinta da un forte orientamento ai risultati ed è per questo che non ha esitato ad accettare la sfida/l’opportunità di Ermes. Andrea è sposato ed ha due figli, Ludovica di 10 anni e Tommaso di 7 con cui condivide diverse passioni tra cui la montagna/che ora paragonano il loro papà ad un medico “dato che vende vaccini contro i virus”.

        Media Partner


        Vuoi partecipare?


        Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
        Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

        Come ci hai conosciuto?
        LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro

        Location


        Simbolo della Dolce Vita e luogo dell’immaginario felliniano, il Grand Hotel di Rimini ha un posto nella leggenda. Vanta una storia centenaria: dal 1908, è la quinta ideale di uno spettacolo caleidoscopico con i suoi saloni storici e le nuove, modernissime zone relax.

        Rivivi l’edizione del 2019


        Ecco cosa è successo