Richmond Human Resources Forum

Gubbio PARK HOTEL AI CAPPUCCINI 25 - 27 Ottobre, 2020

Le risorse umane sono la vera ricchezza delle aziende e chi le gestisce ha un ruolo centrale nell’andamento del business.

Questo evento si rivolge ai Direttori del Personale con l’intento principale di presentare loro fornitori in grado di facilitare il day by day, attraverso servizi di alto livello.

Al top management del HR si offre l’opportunità di conoscere il quadro reale delle altre aziende, attraverso un confronto diretto con i loro rappresentanti.

A chi è dedicato?


Delegate


Un flusso di stimoli ed esperienze che arricchisce il proprio metodo di lavoro: ecco ciò che trova un Direttore del Personale in questo forum. Oltre a confrontarsi con colleghi preparati, avrà una panoramica delle nuove proposte presenti sul mercato nel settore delle risorse umane.

Visualizza la lista

Vai ai Delegate 2019

Lista Delegate 2020


ABOCA Head of HR– AFFIDE CREDITO SU STIMA Senior HR Administration Specialist – ALESSI SpA HR Director – ATB HOLDING SpA Group HR Director – AUGUSTA RATIO SpA Head of People & Organization & Culture – BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA SpA Responsabile di Direzione – BNL HR Business Partner – CAPP PLAST Srl Direttore Risorse Umane e Organizzazione – CAPP PLAST Srl HR Generalist – CARONTE & TOURIST SpA HR Manager – CARONTE & TOURIST SpA HR Specialist – CECCATO AUTOMOBILI SpA Responsabile HR – CLAYTON Responsabile Risorse Umane – CLAYTON HR Recruiter – COESIA HR European Market – COIN SpA Direttore Commerciale – COLACEM SpA Selezione, Formazione e Sviluppo – COMPAGNIA SURGELATI ITALIANA SpA HR Manager – CONSERVE ITALIA Direttore Risorse Umane e Organizzazione – COOP. CENTRALE ADRIATICA HR People Development – COOP. CENTRALE ADRIATICA Payroll Coordinator – COS.MET Srl Direzione Generale HR Manager – CRIF HR Business Partner CULLIGAN HR Director – DATALOGIC SpA Global HR Business Partner – DE MATTEIS AGROALIMENTARE SpA HR Director – DE SANCTIS COSTRUZIONI SpA HR Director and CFO – DOING HR Manager – DOUGLAS ITALIA SpA HR Director  EMAK HR International – ERICSSON TELECOMUNICAZIONI SpA Resp. Relazioni Sindacali e Normativa del Lavoro – EUSTEMA SpA HR Director – F.LLI TESTORI SpA HR Manager – GIPLAST SpA HR & Legal Manager – GRUPPO PETTI Responsabile del Personale – HDI ASSICURAZIONI SpA Senior HR Manager – ICCREA BANCA HR Business Partner – IGNAZIO MESSINA & C. SpA Direttore Risorse Umane – ILLIMITY BANK Responsabile Risorse Umane – INDUSTRY AMS Srl HR Director – IWT Srl HRBP – JULIAN FASHION Responsabile del Personale – KPMG ADVISORY SpA HR Manager – LECHLER SpA HR Director – LEO PHARMA HR Generalist – LFOUNDRY HR & Corporate Affairs – MACCAFERRI HR L&D Manager – MIELE ITALIA HR Employee – MIELE ITALIA HR Specialist – MONDOFFICE Srl HR Manager – NEGOZI PELLIZZARI Srl HR Manager – NTC PHARMA HR Manager – OMAG Srl Direttore Operativo/HR – PARK HYATT HR Manager – PIRELLI HR Business Partner – PNK FARMACEUTICI HR Manager – POLIS FONDI SGR HR Coordinator – REKEEP SpA Head of Training and Development – SCHNELL HR Manager – SIEMENS SpA Talent Acquisition Specialist – SLOWEAR SpA HR Recruitment & Training Specialist – SONAE SIERRA HR Manager Italy, Romania & Turkey – SWISSCARE Srl HR Generalist – TECHFEM SpA HR Manager – TECNIPLAST HR Manager – TWINSET MILANO Senior HR Business Partner – UNICALCE SpA HR Director  – VALMEX SpA Responsabile Risorse Umane – VETROPACK HR Manager – VICI SpA AD – VILLANI SALUMI HR And Legal Manager – ZOOMARINE HR Director – ZTE Italia HR Development and Compliance

Exhibitor


Agli exhibitor, questo forum propone opportunità concrete, che nascono dalla certezza di incontrare i Direttori del Personale di molte grandi aziende. E con loro, gettare le basi di una futura collaborazione.

Conferenza di apertura


GIANLUCA ROCCHI


Arbitro Internazionale di calcio

COME AGISCE IL LEADER QUANDO SALTANO LE REGOLE?

ASSUMERSI LA RESPONSABILITÀ DEL CAMBIAMENTO È UN PASSO NECESSARIO

Il triplice fischio scandisce la fine di una partita. Nessuna è uguale all’altra. Sono moltissimi i fattori che cambiano e influenzano i ritmi del gioco e il clima della gara. Ogni volta in quei 90 minuti si racconta una storia unica e irripetibile. Emozioni, aspettative, sogni, bisogni, obiettivi. Il ruolo dell’Arbitro è affascinante, una figura fondamentale nel mondo del calcio e dello sport. In lui si racchiudono l’uomo e il professionista. Il direttore di gara, il leader, colui che prende decisioni, gestisce un team, che garantisce il rispetto delle regole.

Quando la quotidianità scandita da ritmi, allenamento, pianificazione, regolamenti, si interrompe all’improvviso, come è accaduto alle nostre esistenze in questi mesi di COVID19, ognuno di noi è “obbligato” a riscrivere la propria storia. Cambiano le priorità, sopraggiungono nuovi bisogni e c’è un momento in cui riflettere. Le regole devono essere reinventate. Come farlo? Come si accetta? Quali difficoltà si incontrano nel farle accettare agli altri? Come costruire un nuovo futuro?

“Ognuno di noi è arbitro di sè stesso, è arbitro della propria vita, ma a volte, e soprattutto, è arbitro della vita degli altri. E quando decidi qualcosa che incide su altre persone, sulle loro emozioni, sulle loro aspettative, sui loro sogni, hai solo un modo per farlo bene: essere te stesso per essere credibile, essere credibile per essere creduto.” Stefano Farina

Seminari

  • VERSO IL “NEW NORMAL” DELLA DIREZIONE HR

    COME CAMBIERANNO I MODELLI DI GESTIONE E SVILUPPO DELLE PERSONE

    L’emergenza sanitaria Covid-19 ha richiesto alle aziende un profondo cambiamento nelle modalità di organizzazione del lavoro e nella gestione delle relazioni con le persone. Il ricorso al lavoro da remoto ha permesso non solo un’estensione...
    EMANUELE MADINI

    HR Transformation & Smart Working Practice Leader, Partners4Innovation

    EMANUELE MADINI

    HR Transformation & Smart Working Practice Leader, Partners4Innovation

    L’emergenza sanitaria Covid-19 ha richiesto alle aziende un profondo cambiamento nelle modalità di organizzazione del lavoro e nella gestione delle relazioni con le persone. Il ricorso al lavoro da remoto ha permesso non solo un’estensione dell’adozione degli strumenti tecnologici e un aumento dell’attitudine al digitale delle persone, ma ha richiesto anche alla Direzione HR di accelerare alcuni cambiamenti dei processi HR. Per esempio, si sono sperimentate nuove modalità per la gestione delle attività di recruiting e induction delle nuove persone, è aumentato il ricorso al digitale per le attività di formazione, si sono introdotti nuovi strumenti di valutazione delle performance e monitoraggio dei livelli di engagement. Il ritorno a una «nuova normalità» sarà graduale, ma le Direzioni HR non dovranno sprecare il bagaglio di esperienza e sperimentazione di nuove modalità di gestione e sviluppo delle persone creato nel contesto di emergenza per poter superare alcuni pregiudizi e consolidare nuovi approcci abilitati da ambiti di innovazione digitale emergenti come Mobile, Artificial intelligence, HR Data Driven Innovation.

    EMANUELE MADINI

    Laurea in Ingegneria Gestionale. Practice Leader dell’area “Smart Working & HR Transformation” di Partners4Innovation. A partire da un’esperienza pluriennale come ricercatore negli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, dove ha contribuito a sviluppare e dirigere i progetti di ricerca sull’innovazione digitale nei modelli di organizzazione del lavoro quali l’Osservatorio “Enterprise 2.0”, l’Osservatorio HR Innovation Practice e l’Osservatorio Smart Working, ha sviluppato esperienza e metodologie per guidare le imprese in progetti di HR Digital Transformation e nell’introduzione ed implementazione di modelli di Smart Working, People Engagement e Results Driven Management.

  • PIÙ PARTECIPAZIONE, PIÙ BUSINESS CON LA COMUNICAZIONE INTERNA

    ALLA FINE DELLA GIORNATA, TIRANDO LE SOMME, LE AZIENDE SCOMMETTONO SULLE PERSONE

    Nel 1997 Steve Jobs torna a lavorare in Apple. Lo fa ripartendo dalle persone. È ciò che possono e devono fare tutti gli HR manager adottando questo mindset: sfide professionali complesse come quelle attuali esigono...
    FILIPPO POLETTI

    Internal communications manager, influencer su LinkedIn, consulente d'impresa

    FILIPPO POLETTI

    Internal communications manager, influencer su LinkedIn, consulente d'impresa

    Nel 1997 Steve Jobs torna a lavorare in Apple. Lo fa ripartendo dalle persone. È ciò che possono e devono fare tutti gli HR manager adottando questo mindset: sfide professionali complesse come quelle attuali esigono l’adozione di soluzioni complesse. Il pensiero “laterale”, assieme a quello “frontale”, è il miglior alleato delle micro, delle piccole, delle medie e delle grandi imprese. A tutto ciò è dedicato l’intervento del comunicatore Filippo Poletti: 45 minuti come il primo tempo di una partita di calcio, come i giri del disco in vinile o come i gradi di un angolo acuto per condividere parole, suoni e immagini in movimento dedicati a chi crede nella forza soprannaturale dell’unione. E a chi su LinkedIn scriverebbe come headline queste otto parole uscite dalla penna di Carlo Collodi, scomparso a Firenze il 26 ottobre di 130 anni fa: «In questo mondo bisogna tutti aiutarsi l’uno coll’altro».

    FILIPPO POLETTI

    Influencer su LinkedIn, milanese, classe 1970, cura online una rubrica quotidiana dedicata ai cambiamenti nel mondo del lavoro. Giornalista professionista ha collaborato con più di 30 testate come il Corriere della Sera. Si occupa di comunicazione digitale aziendale con particolare riguardo alla promozione delle community professionali, dei servizi e dei prodotti. Suo il libro “Tempo di IoP: Intranet of People” dedicato alla comunicazione interna d’impresa ai tempi del coronavirus. In uscita il libro “Dizionario del nuovo mondo”.

    Workshops

    • PSICOLOGIA E PERFORMANCE

      Di fronte all’imprevisto e a situazioni come quella che abbiamo vissuto quest’anno, anche l’essere umano più razionale (o che crede di esserlo) vacilla, in preda ad emozioni e sensazioni difficili da controllare. La psicologia umana,...
      VITTORIA PIETRA

      Psicologa psicoterapeuta, Studio di Psicologia Clinica e del Lavoro

      VITTORIA PIETRA

      Psicologa psicoterapeuta, Studio di Psicologia Clinica e del Lavoro

      Di fronte all’imprevisto e a situazioni come quella che abbiamo vissuto quest’anno, anche l’essere umano più razionale (o che crede di esserlo) vacilla, in preda ad emozioni e sensazioni difficili da controllare. La psicologia umana, già di per sé molto complessa, fa emergere aspetti che noi stessi non conoscevamo, e che a volte ci spaventano. In questo contesto parlare di performance sembra quasi inappropriato. Nei mesi passati per molti il problema è stato sopravvivere, in senso letterale, ma anche psicologico, più che performare o rendere al meglio! Grazie all’aiuto di uno psicologo cercheremo di capire quali meccanismi si sono innescati nelle nostre teste e come possiamo ritarare i nostri obiettivi verso la soddisfazione personale e professionale.

      VITTORIA PIETRA

      Psicologa Psicoterapeuta, svolge attività clinica presso il suo studio privato a Milano; specializzata nel trattamento dei disturbi d’ansia, dell’umore e della terapia di coppia focalizzata sulle emozioni, svolge parallelamente da anni attività di formatrice e consulente aziendale. Nello specifico si occupa di temi quali la motivazione al cambiamento, la risoluzione dei conflitti, la competenza emotiva, con un’enfasi particolare all’aumento della conoscenza del mondo delle emozioni e della loro gestione funzionale.

    • SMART 2W: SMART WOMEN&WORKING

      IL LOCKDOWN COME OPPORTUNITÀ PER RAGGIUNGERE UNA NUOVA LEADERSHIP E VIVERE IL CAMBIO DI PARADIGMA SULLA GESTIONE DEL LAVORO

      Il Direttore Generale di RAJA Italia Lorenza Zanardi e l’AD di Mondoffice Irma Garbella presentano, in un intervento congiunto, il loro approccio alla leadership e la volontà di delineare una visione nuova del rapporto tra...
      LORENZA ZANARDI

      Direttore Generale, Rajapack

      IRMA GARBELLA

      Amministratore Delegato, MONDOFFICE srl

      LORENZA ZANARDI

      Direttore Generale, Rajapack

      IRMA GARBELLA

      Amministratore Delegato, MONDOFFICE srl

      Il Direttore Generale di RAJA Italia Lorenza Zanardi e l’AD di Mondoffice Irma Garbella presentano, in un intervento congiunto, il loro approccio alla leadership e la volontà di delineare una visione nuova del rapporto tra uomo, lavoro e luoghi. Un confronto sulle strategie messe in campo, sulla reattività, sulla collaborazione, sull’innovazione e sui possibili scenari per la costruzione di un nuovo futuro, con le persone al centro. La testimonianza di due donne leader che hanno superato, insieme, tutte le sfide di questo particolare momento storico, vincendole e raggiungendo obiettivi ambiziosi e insperati. Durante l’intervento verranno proposti contributi video a testimonianza del periodo affrontato e delle attività intraprese.

      LORENZA ZANARDI

      Direttore di RAJA Italia dal 2010. Sotto la sua guida il fatturato si è più che triplicato, passando da 5,5 M€ nel 2010 a 23M€ nel 2019. Nata a Piacenza, ha conseguito la laurea in Lingue e letterature straniere all’università di Parma e ottenuto un Executive MBA alla Bologna Business School. Cresce con l’azienda. Inizia la sua esperienza nel marketing di prodotto, coordinando tutte le attività multi canale e occupandosi in particolare della strutturazione dell’offerta a catalogo e della negoziazione delle condizioni di acquisto con i fornitori. In pochi anni acquisisce diverse competenze che le permettono di assumere la direzione generale a soli 32 anni, con la missione di organizzare e sviluppare l’azienda in accordo con la strategia del gruppo. Mossa dalla convinzione che nel mercato odierno non siano i grandi a mangiare i piccoli ma i veloci a fagocitare i lenti, fa della ricerca di innovazione e di soluzioni nuove, del miglioramento continuo delle performance e dei processi, i suoi marchi di fabbrica. Proprio grazie alla versatilità e alla rapidità che la contraddistinguono riesce a coniugare la direzione aziendale alla famiglia, è infatti madre di un bimbo di 7 anni. Crede profondamente che le donne debbano poter proseguire la propria carriera senza rinunciare a diventare madri; ecco perché ha fortemente voluto che RAJA Italia aderisse a “Un Fiocco in Azienda”, progetto che permette alle donne di ottenere diverse agevolazioni durante la maternità.

      IRMA GARBELLA

      Amministratore Delegato dal 2013 di Mondoffice, azienda leader nel mercato italiano della distribuzione di prodotti e forniture per ufficio, con migliaia di imprese e professionisti serviti lungo tutta la penisola. A capo della Direzione Marketing per oltre 10 anni, passa poi alla guida di tutte le Divisioni Commerciali dell’azienda. É una profonda conoscitrice del settore e delle sue dinamiche, anche in ambito internazionale. Da sempre sostenitrice del digitale quale strumento di evoluzione del mercato, nel 2020 ha ricevuto per la Mondoffice, il riconoscimento dell’Istituto Tedesco Qualità ITQF quale miglior e-commerce nelle forniture ufficio. Attiva nella responsabilità sociale d’impresa, che considera volano di sviluppo culturale ed economico per tutta la collettività, guida 350 professionisti di cui il 70% donne. Una laurea in matematica, sposata con due figli, è una grande appassionata di montagna e viaggi.

    • DALLA CUSTOMER EXPERIENCE ALL’EMPLOYEE EXPERIENCE: QUANDO IL CLIENTE È IL DIPENDENTE

      L’esperienza con il brand accomuna il cliente e il dipendente. Entrambi devono essere al centro dell’attenzione dell’azienda e se all’esterno il cliente può diventare un ambassador del brand, ancora di più deve poterlo essere il...
      ALICE ALESSANDRI & ALBERTO ALEO

      Founders, Passodue

      ALICE ALESSANDRI & ALBERTO ALEO

      Founders, Passodue

      L’esperienza con il brand accomuna il cliente e il dipendente. Entrambi devono essere al centro dell’attenzione dell’azienda e se all’esterno il cliente può diventare un ambassador del brand, ancora di più deve poterlo essere il dipendente. L’esperienza del cliente è funzione di quella dei collaboratori che, in modo più o meno diretto, ne gestiscono la relazione creando o distruggendo valore di scambio. Costruire quindi un customer journey eccellente è necessario, ma non sufficiente; bisognerà concentrare la propria attenzione anche sul suo corrispettivo, l’employee journey. Entrambi vanno disegnati e personalizzati con cura affinché a tutti i livelli risulti un’esperienza positiva, in grado di amplificare e supportare il valore di marca soprattutto in una fase di mercato in cui valori come fiducia, empatia e relazione sono diventati imprescindibili.

      ALICE ALESSANDRI & ALBERTO ALEO

      Una coppia nella vita e nel lavoro, sono fondatori della società di consulenza e formazione Passodue che opera nei campi della vendita e del marketing, con un approccio basato sulla business ethics. Sono autori dei libri La Vendita Etica e Business in Love, editi in Italia da FrancoAngeli, pubblicati negli Stati Uniti da Business Expert Press e Routledge. I metodi e le tecniche che applicano nel loro lavoro sono frutto di una ricerca indipendente che ha coinvolto negli anni centinaia di aziende e di professionisti, cui hanno contribuito docenti del Mike Hoffman Center for Business Ethics di Boston, dell’Harvard Business School, della Sloan Business School, del Babson College, della Virginia University e della Northestern University. Articoli di Alice e Alberto sono apparsi su quotidiani e riviste di settore, tra le quali l’Harvard Business Review. All’attività di consulenza e formazione affiancano quella di conferenzieri: in questi anni hanno partecipato a convegni come il Global Business Ethics Symposium a Copenaghen e Boston, la IABS Conference a Salt Lake City e Amsterdam, il Positive Economy Forum a Rimini, la Creating Value Conference a New York e Leicester. Sono redattori del blog www.diariodiunconsulente.com, che registra ogni anno oltre 130.000 lettori, più volte candidato al premio Best Sales Blogger.

    • EMPLOYEE ENGAGEMENT: L’ESPERIENZA DI BENDING SPOONS

      PERCHÉ L’ENGAGEMENT DOVREBBE RIENTRARE TRA LE PRIORITÀ DI MIGLIORAMENTO DELLE AZIENDE E COME IMPATTA SULLA PRODUTTIVITÀ E SULLA CAPACITÀ DI INNOVAZIONE?

      Bending Spoons, nella sua categoria, ha vinto per due anni consecutivi il premio "Great Place to Work". Durante il mio intervento vorrei far conoscere ai partecipanti le motivazioni che da sempre ci hanno spinto e...
      ALICE VALSECCHI

      People Operations Lead, Bending Spoons spa

      ALICE VALSECCHI

      People Operations Lead, Bending Spoons spa

      Bending Spoons, nella sua categoria, ha vinto per due anni consecutivi il premio “Great Place to Work”. Durante il mio intervento vorrei far conoscere ai partecipanti le motivazioni che da sempre ci hanno spinto e dare una grande importanza al prendersi cura dei propri collaboratori, quali strategie abbiamo adottato, quali strumenti abbiamo utilizzato per conoscere i loro bisogni e quali risultati abbiamo ottenuto.

      ALICE VALSECCHI

      Classe 1987, dopo una laurea in Storia e Critica dell’arte e diversi anni di esperienza nel campo dell’organizzazione eventi e gestione staff, lavora per tre anni come office assistant in una multinazionale della cosmesi. Impiegata a Bending Spoons dal 2015 nel team People Operations, con il compito di assicurarsi che ogni dipendente sia felice e produttivo, si impegna a creare le migliori condizioni di lavoro possibili. Appassionata viaggiatrice, nel tempo libero ama stare all’aria aperta con la sua famiglia e leggere.

    • REMOTE O SMART WORKING: GENERAZIONI A CONFRONTO

      Fino a pochi mesi fa lo smart working era un’opzione molto allettante per alcune fasce di lavoratori, in particolar modo per i millennial. Oggi, dopo essere stati costretti a lavorare tutti d remoto (non sempre...
      FILIPPO PALOMBINI

      Direttore Risorse Umane, Gruppo Tper S.p.A.

      FILIPPO PALOMBINI

      Direttore Risorse Umane, Gruppo Tper S.p.A.

      Fino a pochi mesi fa lo smart working era un’opzione molto allettante per alcune fasce di lavoratori, in particolar modo per i millennial. Oggi, dopo essere stati costretti a lavorare tutti d remoto (non sempre in modo smart), diventa prioritario analizzare sia come fare per garantire la sicurezza, sia come supportare le diverse generazioni di lavoratori, soprattutto coloro che vorranno o potranno tornare a lavorare in ufficio, evitando che si creino per loro situazioni svantaggiose.

      FILIPPO PALOMBINI

      Dopo la Laurea in Sciene Politiche con indirizzo economico ed una tesi in diritto del lavoro ho iniziato la mia carriera professionale presso l’ISFOL occupandomi di progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE). Ho collaborato successivamente con l’area Relazioni Industriali di Confapi, Confederazione della Piccola e Media Impresa per poi passare, nel 1998, in TIM S.p.A. come “responsabile Sud Italia” delle Relazioni Sindacali. Nel 2000 ho assunto l’icarico di “Direttore del Personale” del Gruppo Ali S.p.A. e nel 2001 sono passato all’interno del Gruppo Posteitaliane S.p.A. dove ho partecipato attivamente al processo di trasformazione organizzativa del Gruppo attraverso varie esperienze, via via con ruoli crescenti. In particolare, mi sono occupato in qualità di “responsabile delle Relazioni Industriali” dei rapporti sindacali, della normativa del lavoro e del contenzioso del lavoro della Business Unit BancoPosta per tutto il territorio nazionale. Successivamente, come “Responsabile dell’Organizzazione” ho curato la rivisitazione dei processi di collect and delivery del settore Recapito per poi diventare, nel 2009, “Responsabile Risorse Umane e Organizzazione” di PosteMobile S.p.A. partecipando allo start up ed al consolidamento dell’Operatore Virtuale Mobile del Gruppo PI. Nel 2014 sono diventato “Direttore Risorse Umane e Organizzazione” del Gruppo SDA Express Courier curando tutti i processi HR per le aziende Gruppo e le relazioni sindacali con le OO.SS. delle società partner per le ca. 7.000 unità complessive indirette. Dal 2017 sono “Direttore Risorse Umane” del Gruppo Tper S.p.A. società di Trasporto Pubblico Locale dell’Emilia Romagna con sede a Bologna.

      Exhibitor Corner

      • DIGITAL PAYMENTS: LA CRESCITA DELL’AZIENDA PASSA DALLA SUA DIGITALIZZAZIONE

        I NUOVI SERVIZI NEXI A VALORE AGGIUNTO

        Grazie ai nuovi strumenti aziendali, oggi possiamo dire che le barriere che limitano la user experience possono essere abbattute: Nexi fornisce alle aziende soluzioni con un elevato livello di customer experience, lo stesso che offre...
        DANIELE RANUCCI

        Sales Team Leader - Cards Sales & Partnerships, Nexi

        DANIELE RANUCCI

        Sales Team Leader - Cards Sales & Partnerships, Nexi

        Grazie ai nuovi strumenti aziendali, oggi possiamo dire che le barriere che limitano la user experience possono essere abbattute: Nexi fornisce alle aziende soluzioni con un elevato livello di customer experience, lo stesso che offre ai propri clienti retail. A tal proposito parleremo della nuova piattaforma Nexi dedicata alle aziende, con focus sui servizi Modulo Gestione Nota Spese e dello Spending Limit Control e della nuova Travel Account, la piattaforma di pagamento centralizzata per gli acquisti dei titoli di viaggio tramite virtual cards.

        DANIELE RANUCCI

        Nel 2008 inizia la sua carriera professionale nel mondo dei pagamenti elettronici che vede quasi 13 anni di esperienza nelle vendite B2B passando da aziende come American Express, Edenred, Western Union e ricoprendo ruoli via via di maggiore responsabilità. Attualmente ricopre in Nexi il ruolo di Sales Team Leader Centro-Sud per i servizi di pagamento Corporate.

        Media Partner



        Con il patrocinio di:

        Vuoi partecipare?


        Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
        Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

        Come ci hai conosciuto?
        LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro

        Location


        Il Park Hotel ai Cappuccini è un monastero del XVII secolo, sapientemente restaurato. È a Gubbio nel cuore dell’Umbria, immerso nel verde. La sua architettura è tra le testimonianze più alte di un Medioevo colto. Il Park Hotel ai Cappuccini unisce antichi ambienti e nuovi comfort.

        Rivivi l’edizione del 2019


        Ecco cosa è successo