Richmond Human Resources Forum Autumn

Rimini Grand Hotel 16 - 18 ottobre, 2022

Le risorse umane sono la vera ricchezza delle aziende e chi le gestisce ha un ruolo centrale nell’andamento del business.

Questo evento si rivolge ai Direttori del Personale con l’intento principale di presentare loro fornitori in grado di facilitare il day by day, attraverso servizi di alto livello.

Al top management del HR si offre l’opportunità di conoscere il quadro reale delle altre aziende, attraverso un confronto diretto con i loro rappresentanti.

A chi è dedicato?


Delegate


Un flusso di stimoli ed esperienze che arricchisce il proprio metodo di lavoro: ecco ciò che trova un Direttore del Personale in questo forum. Oltre a confrontarsi con colleghi preparati, avrà una panoramica delle nuove proposte presenti sul mercato nel settore delle risorse umane.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2022


A.TESTONI SpA HR Manager – ACEA SpA Accouting Sviluppo – ACSM AGAM HR Director – AEFFE SpA HR Director – AIRDOLOMITI SpA VP – Chief Human Resource Manager – ALBALEASING HR – AON HR Director – ARCELORMITTAL COMMERCIAL ITALY Srl CFO & HR Manager – ARIETE GRUPPO DELONGHI International Trade & Digital MKT & HR Projects – ASF AUTOLINEE Responsabile Risorse Umane e Organizzazione – AWM Srl (GRUPPO SCHNELL) Responsabile HR / Amministrazione – AXA XL Head of Spain & Italy – BANCA IFIS Responsabile Onboarding Reti – BARRY CALLEBAUT HR Manager – BIMBO QRS ITALIA Srl HR Generalist – BNL HR Business Partner – BONATTI SpA HR Manager Training Organization Development  – BORBONESE SpA HR  Manager – BOSCH REXROTH SpA HR Administration Specialist – BRICO IO HR Generalist | Responsabile Personale – CARONTE&TOURIST HR – CEREAL DOCKS SpA HR Specialist – CESVI FONDAZIONE Head of HR – COLACEM SPA Selezione Formazione e Sviluppo – CONSERVE ITALIA SCA Direttore Risorse Umane e Organizzazione – CRÈDIT AGRICOLE VITA SpA Chief HR Officer, Communication, Organizational Asset, Facilities and Mobility Management – DELIVEROO Head of People – DENSO MANUFACTURING ITALIA SpA HR & Payroll – Coordinator – DIVERSEY SpA Italy HR Manager – ECOPOL SpA HR & Organization Director | HR Manager – EDILIZIACROBATICA SpA HR Generalist & HR Digital Manager | Recruitment Manager – EMAK Innovation Partner – EUROBET ITALIA HR Director – F.LLI TESTORI SpA HR Manager | HR Specialist – FAB GROUP Srl HR Specialist – FALCK RENEWABLES Global HR Head – FONDAZIONE AVSI HR Manager – GRUPPO FELSINEO HR Director – GVS SpA HR Manager Italy | HR Business Partner – HAPPY CASA STORE HR Regional Manager – ICCREA BANCA Head of Group HR Management & Development – IUNGO SpA HR Manager – JSB SOLUTIONS HR Manager | HR Generalist – KOMATSU ITALIA MANUFACTURING Senior Mgr HR/EHS – KUEHNE+NAGEL Total Rewards Manager – LAMINAZIONE SOTTILE SpA Group HR & Organization Director – LEO PHARMA HR Business Partner  – LIOMATIC SpA HR Manager – MAIOR Srl HR Manager – MASCO GROUP Group HRD – MATICMIND HR Business Partner – MIROGLIO GROUP Chief People & Culture Officer – MULTICEDI Srl Consulente HR e Relazioni Industriali – NEOTRON SpA HR Learning Coordinator – OBI ITALIA Srl Responsabile Selezione, Formazione e Sviluppo Personale – OMB SALERI SpA Purchasing Director & HR Partner – ONTEX Global Talent Manager – PITAGORA SpA HR Manager – PORTO INTERMODALE RAVENNA SpA S.A.P.I.R. Coordinatrice Ufficio Risorse Umane – PRIMARK ITALY Srl HR Administration / Payroll Manager – PURATOS ITALIA Srl HR Country Manager – REITHERA Head of HR – RHENUS LOGISTICS SpA Talent & People Development Manager – ROCCO FORTE & FAMILY (ROME) SpA Regional Director of Human Resources – ROJ Srl CFO & HR Manager – SAMSON Srl CFO-CHRO – SARA ASSICURAZIONI SpA HR Director | HR Training Manager – SCHNELL SpA HR – SOGIMI SpA Group HR & Controller – SPERLARI HR Director – STANHOME SpA SB HR Director – TESI GROUP HR Manager – THALES ITALIA HR Director – TOSHIBA HR Director – VALMEX Responsabile Selezione Formazione Sviluppo | Ammonistrazione del Personale e Payroll – VILLANI SpA HR Director – YVES ROCHER ITALIA HR Director

Vai ai Delegate 2021

Exhibitor


Agli exhibitor, questo forum propone opportunità concrete, che nascono dalla certezza di incontrare i Direttori del Personale di molte grandi aziende. E con loro, gettare le basi di una futura collaborazione.

Workshops

  • QUALE PEOPLE STRATEGY PER UN MONDO VUCA?

    RIPENSARE L'ORGANIZZAZIONE OUT OF THE BOX

    Il cambiamento che l’acronimo VUCA definisce come volatile, uncertain, complex e ambiguous, ci circonda. Per decifrarlo, comprenderlo e gestirlo bisogna uscire dal perimetro dato per avventurarsi nei terreni a geometria variabile di una organizzazione tutta...
    DANIELA BANDERA

    Amministratrice Delegata, Nomesis - Intelligence for solutions

    DANIELA BANDERA

    Amministratrice Delegata, Nomesis - Intelligence for solutions

    Il cambiamento che l’acronimo VUCA definisce come volatile, uncertain, complex e ambiguous, ci circonda. Per decifrarlo, comprenderlo e gestirlo bisogna uscire dal perimetro dato per avventurarsi nei terreni a geometria variabile di una organizzazione tutta da ripensare i cui confini sono ancora da disegnare. E’ necessario un allargamento delle prospettive così come sono indispensabili nuove strategie di gestione delle risorse umane che portano, all’interno dell’organizzazione la complessità esterna. Ripensare l’organizzazione con un approccio out of the box significa guardare alle organizzazioni che hanno saputo rinnovarsi con coraggio per comprendere le soluzioni inedite di cui si sono dotate.

    Quali scenari attendono coloro che si interessano delle risorse umane, coloro che sanno che la soddisfazione per il proprio lavoro e l’orgoglio di appartenere ad una organizzazione sono i fattori competitivi in un mondo VUCA? Come far fronte ad una cultura che filtra nell’impresa, che si basa sull’idea che si vive una volta sola e scardina la cultura del lavoro a cui si era abituati e sulla quale sono state modellate le People Strategy degli ultimi decenni? Come evitare che il fenomeno delle great resignation sottragga i talenti e che le strategie inadeguate ne rendano difficile il reclutamento? Ma soprattutto, come rendere il mondo VUCA una opportunità? Sono queste le domande a cui Daniela Bandera, sociologa delle organizzazioni e del lavoro, cercherà di dare risposte concrete, perché il mondo VUCA ha bisogno di scelte inedite, di pensare out of the box ma anche del coraggio di prendere decisioni organizzative e people strategy che sappiano guardare oltre.

    DANIELA BANDERA

    Dopo la laurea in Sociologia, conseguita presso la Libera Università degli Studi di Trento, discutendo una tesi di Sociologia del Lavoro, ho completato la mia formazione universitaria con studi di dottorato ottenendo il Diplòme d’ Ètudes Approfondies(D.E.A.) in Sociologie du Travail all’Université de Nancy in Francia. Autrice del libro L’impresa coevolutiva, Franco Angeli 2019, di articoli e saggi e del libro “Sindacato e rappresentanza tra coscienza di classe e nuove forme di razionalità, Franco Angeli, 1988. Co-Fondatrice nel 1989 di Nomesis – ricerche sociali e di Marketing di cui è CEO, realizza costantemente ricerche nelle organizzazioni sia pubbliche che private e coordina azioni di orientamento delle imprese al mercato. E’ esperta di Gender Studies e ha svolto numerose indagini sulla condizione femminile nel mercato del lavoro e sulla crescita delle donne nei ruoli apicali. E’ Innovation Manager conosciuta dal MISE, founder e Past presidente di EWMD Italia, co-responsabile del gruppo LE Imprenditrici di Confindustria Brescia. Tutte queste esperienze professionali e associative, costituiscono il substrato culturale e conoscitivo dell’approccio coevolutivo che permette una relazione matura e robusta tra l’impresa e l’ambiente, sia dal punto di vista della sostenibilità, sia dal punto di vista della creazione del valore.

    Il suo motto: Senza l’ impresa non c’è prosperità.

  • IL PURPOSE NELLE ORGANIZZAZIONI: PERCHÉ DIVENTA IMPORTANTE

    QUANDO IL PERCHÉ UN'ORGANIZZAZIONE ESISTE PUÒ FARE LA DIFFERENZA VERSO L'ESTERNO, MA SOPRATTUTTO VERSO L'INTERNO

    In un'epoca in cui abbiamo tanti strumenti per favorire le connessioni, non siamo mai stati così distanti. L'introduzione del purpose, dello scopo, del "grande perché" un'azienda esiste , se comunicata in maniera concreta e percepibile,...
    LUCIANA DE LAURENTIIS

    Head of Internal Communication&Inclusion, Fastweb

    LUCIANA DE LAURENTIIS

    Head of Internal Communication&Inclusion, Fastweb

    In un’epoca in cui abbiamo tanti strumenti per favorire le connessioni, non siamo mai stati così distanti. L’introduzione del purpose, dello scopo, del “grande perché” un’azienda esiste , se comunicata in maniera concreta e percepibile, costruisce un legame emozionale non solo con la clientela, ma anche a favore dello sviluppo delle persone che lavorano in azienda. Quali sono i bisogni delle persone appartenenti alla cosiddetta generazione P, cioé generazione Purpose? Come può la cultura aziendale, intesa come l’insieme dei comportamenti e abitudini, favorire lo sviluppo delle persone e la ricerca di senso nel mondo del lavoro? Come far sì che le organizzazioni siano sempre più un luogo sicuro e inclusivo in cui le persone possano esprimere con orgoglio la propria unicità?

    LUCIANA DE LAURENTIIS

    Appassionata di parole e persone, è Coach, Formatrice, attualmente Head of Corporate Culture&Inclusion in Fastweb. Esperta di comunicazione, comportamenti organizzativi efficaci, personal branding, porta avanti progetti di trasformazione culturale, comportamentale e manageriale, con particolare attenzione all’evoluzione della comunicazione e della convivenza tra differenze nelle relazioni professionali efficaci. Ama creare connessioni tra idee, progetti e persone

  • PERFORMANCE MANAGEMENT

    I FONDAMENTALI DEL PROCESSO ALLA LUCE DI UNA NUOVA CULTURA ORGANIZZATIVA DEL RISULTATO

    ll ripensamento del performance management è iniziato molto prima dell’arrivo della Pandemia. Rivederne i suoi fondamentali diventa oggi un imperativo sempre più incalzante. E anche le organizzazioni che non lo hanno mai applicato devono rivedere...
    GABRIELLA VALENTINOTTI

    HR SENIOR ADVISOR & RETAIL TRANING EXPERT

    GABRIELLA VALENTINOTTI

    HR SENIOR ADVISOR & RETAIL TRANING EXPERT

    ll ripensamento del performance management è iniziato molto prima dell’arrivo della Pandemia. Rivederne i suoi fondamentali diventa oggi un imperativo sempre più incalzante. E anche le organizzazioni che non lo hanno mai applicato devono rivedere sia il punto di partenza che il punto di arrivo. Certamente, grazie all’accelerazione dello Smart Working, la cultura del risultato appare enormemente rafforzata rispetto a quella del controllo, così come il feedback continuo sembra superare di gran lunga la “pagella” di fine anno. Tuttavia il ripensamento del processo parte da una consapevolezza maturata sul campo che comprende riflessioni più profonde e che necessita di un confronto tra professionisti HR. Cosa non funziona più? E quali sono gli elementi che non possono mancare nel performance management del futuro? Cosa significa rendere il processo agile? Ne parliamo con Gabriella Valentinotti, HR Senior Advisor, esperta di processi HR, che condividerà alcuni spunti per disegnare ed implementare un Performance Management sempre più orientato ai bisogni delle persone senza perdere di vista il punto di vista pragmatico delle organizzazioni.

    GABRIELLA VALENTINOTTI

    Oltre 20 anni di esperienza nel campo delle Risorse Umane con ruoli di Responsabile Formazione, Sviluppo ed Engagement Corporate & Retail. Da due anni opera come HR senior advisor con energia, entusiasmo e vicinanza alle persone.
    È appassionata di formazione Retail, crede nel ruolo centrale dello Store Manager per il quale sviluppa e realizza interventi di formazione e crescita continua. Oggi valorizza la propria esperienza professionale sul campo per supportare le organizzazioni nell’implementazione di processi HR di Talent Management, Training e People Development

  • ORGANIZZAZIONI POSITIVE E SCIENZA DELLA FELICITÀ

    UN DIVERSO APPROCCIO AL CAMBIAMENTO CULTURALE DI PERSONE ED ORGANIZZAZIONI

    Le Organizzazioni Positive oggi sono un fatto. Abbiamo a disposizione numeri, ricerche empiriche e una vastissima fonte di contenuti a firma di uomini e donne di scienza che hanno indagato in modo solido il legame...
    VERUSCKA GENNARI

    Filosofa, divulgatrice e imprenditrice

    VERUSCKA GENNARI

    Filosofa, divulgatrice e imprenditrice

    Le Organizzazioni Positive oggi sono un fatto. Abbiamo a disposizione numeri, ricerche empiriche e una vastissima fonte di contenuti a firma di uomini e donne di scienza che hanno indagato in modo solido il legame tra luoghi di relazione e lavoro, benessere individuale e organizzativo. Oggi possiamo argomentare e proporre casi e modelli per tracciare un nuovo percorso verso un cambiamento culturale tanto importante quanto urgente. Come si può accompagnare questa evoluzione culturale e renderla sostenibile? Quali processi, comportamenti e modelli vanno incentivati e quali disincentivati? Per rispondere a queste domande, anticipare futuri preferibili e adottare strategie vincenti le organizzazioni positive si appoggiano al costrutto della scienza della felicità. La felicità non è solo un’emozione ma una competenza e come tale possiamo allenarla. Può̀ essere innestata all’interno dei processi organizzativi, delle strategie, dei modelli di leadership, può essere misurata e accompagnare la trasformazione culturale di persone, organizzazioni e sistemi. Ci sono realtà anche in Italia che stanno andando in questa direzione e a cui possiamo ispirarci per dettare un nuovo ritmo al cambiamento.

    Sembra quasi che di fronte alla possibilità che qualcun altro possa decidere per loro sia esistenzialmente preferibile assumersi il rischio più alto di decidere per se stessi, al costo di sbagliare e pagare di persona. Meno ci si fida del contesto e più si investe a livello personale nelle proprie sfide, soprattutto se si è confindent nelle proprie capacità, conoscenze e competenze e si ritiene di poter essere in grado di gestire la complessità dei nostri tempi. Non è un caso che questo fenomeno si sia presentato prevalentemente negli USA dove l’individualismo e il “senso della frontiera” ispira le strategie personali e si sia affacciato solo più tardi anche nel nostro paese dove invece era prevalente l’aspettativa del “posto sicuro per la vita”. Dov’è finito il desiderio di tranquillità? Chi se ne va e chi resta? C’è uno specifico di genere in tutto quello che sta accadendo? Quali People strategy si dovranno mettere in atto per trattenere i talenti che più di altri sono capaci di intravedere le opportunità che una situazione di crisi offre? Sono queste le domande utili e opportune per affrontare il tema delle dimissioni volontarie e per dare risposte concrete anche attraverso uno sguardo di genere.

    VERUSCKA GENNARI

    Filosofa, divulgatrice e imprenditrice. Ha guidato la sede italiana di Six Seconds, network mondiale di Intelligenza emotiva applicata. Nel 2016 è stata invitata all’ONU per presentare il lavoro di divulgazione e ricerca svolto in Italia sul costrutto della scienza della felicità e delle organizzazioni positive. Co-autrice dei libri “La Scienza delle Organizzazioni Positive” e “Chief Happiness Officer”, Ed Franco Angeli

  • L’EMPLOYEE ENGAGEMENT: 10 HR LEADING PRINCIPLES PER SFIDARE LE ORGANIZZAZIONI

    Ripensare le nostre People Strategy alla luce delle trasformazioni in corso all’interno delle organizzazioni sta diventando una sfida alla quale i professionisti HR sono chiamati a rispondere in modo consapevole, innovativo e tempestivo. Non esiste...
    GIUSEPPE CAVATTONI

    Group HR Director, Arper

    GIUSEPPE CAVATTONI

    Group HR Director, Arper

    Ripensare le nostre People Strategy alla luce delle trasformazioni in corso all’interno delle organizzazioni sta diventando una sfida alla quale i professionisti HR sono chiamati a rispondere in modo consapevole, innovativo e tempestivo. Non esiste infatti una Business Strategy vincente senza una People Strategy a sostegno dell’Employee Experience. Ascolteremo il punto di vista di Giuseppe Cavattoni, HR Director di Arper che condividerà la sua strategia fondata su 10 HR Leading Principles ideati per sfidare i contesti organizzativi e soprattutto per ottenere risultati attraverso strategie di engagement delle persone. L’engagement infatti non deve essere inteso come un processo da misurare ma come un vero e proprio valore e vantaggio competitivo.

    GIUSEPPE CAVATTONI

    Laureato in economia e commercio all’Università degli studi di Verona, ha poi intrapreso il proprio percorso in ambito HR presso alcune delle maggiori aziende del settore Fashion & Luxury. . GiuseppeCavattoni vanta ad oggi una carriera trentennale sviluppata in aziende del calibro di Gruppo Marzotto, Gruppo Zoppas, Hugo Boss, Gruppo Coin, Gucci, Benetton group e Chanel. Oggi è HR Director per il gruppo Arper.

    E’ ideatore ed implementatore di “People Strategy” che mirano a valorizzare “l’employee centricity” consentendo alle persone di liberare ed esprimere il loro potenziale professionale e personale all’interno delle Organizzazioni.

    Exhibitor Corner

    • ALGORITMO DI JOB MATCHING E ALTRI USI DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NELLA TALENT ACQUISITION

      COME L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE MIGLIORA IL "MATCHING" TRA DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO

      L’intelligenza artificiale sta cambiando il modo di fare recruitment. Grazie all’AI, i recruiters possono ormai fare screening di candidati in modo più efficace, creare shortlist più precise e migliorare nel complesso la candidate experience. Affronteremo...
      FABIO PANELLA

      Director of Sales & Operations - Southern Europe, Talent.com Europe Sàr

      FABIO PANELLA

      Director of Sales & Operations - Southern Europe, Talent.com Europe Sàr

      L’intelligenza artificiale sta cambiando il modo di fare recruitment. Grazie all’AI, i recruiters possono ormai fare screening di candidati in modo più efficace, creare shortlist più precise e migliorare nel complesso la candidate experience. Affronteremo insieme come il nostro algoritmo di job-matching utilizza i dati per personalizzare la proposta di offerte di lavoro tramite SMS e job alerts.

      FABIO PANELLA

      Dopo una serie di esperienze in giro per il mondo (Italia, Svizzera, Francia e Australia) ed una laurea ed un master in International Business Development, ho trovato la mia oasi in Talent.com (conosciuto in passato come neuvoo). Dal 2017 ho vissuto lo start up e la crescita di quella che oggi è la seconda piattaforma mondiale per la ricerca di lavoro. Da stagista ad account manager, a country manager fino a ricoprire il ruolo di direttore regionale, ho sempre avuto a cuore la nostra mission: connettere il mondo al lavoro.

      Soft Skills

      • TEAM BLOSSOM: GUIDARE LA RINASCITA DEL TEAM

        Per riconoscere i bisogni prioritari del team e identificare i canali e le iniziative che possono rispondere a questi bisogni. La discontinuità ci ha dato disorientamento, in varie forme, e ci ha dato la grande...
        A CURA DI HXO

        A CURA DI HXO

        Per riconoscere i bisogni prioritari del team e identificare i canali e le iniziative che possono rispondere a questi bisogni. La discontinuità ci ha dato disorientamento, in varie forme, e ci ha dato la grande opportunità di tornare a cercare nuove forme di convivenza e di esistenza. Ognuno di noi ha maturato alcune intuizioni su se stesso e ogni team fa i conti con l’impatto che queste rivelazioni hanno avuto. Quali sono i bisogni che maggiormente si respirano entro il team? Troveremo insieme le domande che aiutino i team a costruire un proprio processo di ricerca, a trovare il proprio peculiare modo di esistere, lavorare e convivere e a costruire insieme la propria evoluzione, la propria produttività e il proprio benessere.

        A CURA DI HXO

        Siamo una società di servizi di formazione, coaching e teambuilding per lo sviluppo delle persone, dei gruppi, della managerialità. Crediamo fortemente in quello che facciamo. Ci prendiamo cura di clienti e progetti distinguendoci per ispirazione, profondità e innovazione. Ispirazione, perché siamo certi che in ogni organizzazione, in ogni team, ci sono energie e potenzialità inespresse che aspettano solo un’azione di scoperta, valorizzazione, liberazione. Profondità, perché costruiamo una relazione basata sull’ascolto, co-progettiamo ogni intervento affinché ogni cliente abbia il “suo” progetto, lasciando una traccia indelebile. Innovazione, perché rinnoviamo costantemente modelli, metodi e strumenti, forti di un grande patrimonio e curiosi verso nuove prospettive.

      • PAROLE AMICHE E PAROLE NEMICHE

        Le parole che scegliamo nel nostro dialogo interiore e che utilizziamo quando interagiamo con gli altri sono molto di più di semplici parole. Il linguaggio è un segnale intenso di appartenenza, testimonia la condivisione di...
        A CURA DI HXO

        A CURA DI HXO

        Le parole che scegliamo nel nostro dialogo interiore e che utilizziamo quando interagiamo con gli altri sono molto di più di semplici parole. Il linguaggio è un segnale intenso di appartenenza, testimonia la condivisione di una cultura, ne racconta la storia, i valori e l’evoluzione. Le parole che usiamo sono specchio del nostro pensiero, del modo in cui raccogliamo e organizziamo le informazioni; se le si ascolta raccontano le nostre convinzioni, il nostro modo di interpretare la realtà e leggere i contesti. Disporsi a porre una rinnovata attenzione al linguaggio che scegliamo di agire con noi stessi e con gli altri significa scegliere di cambiare, perché per accogliere nuove e diverse parole e lasciar andare vecchie espressioni, occorre prima di tutto arricchire gli schemi con cui osserviamo noi stessi, gli altri e il mondo.

        A CURA DI HXO

        Siamo una società di servizi di formazione, coaching e teambuilding per lo sviluppo delle persone, dei gruppi, della managerialità. Crediamo fortemente in quello che facciamo. Ci prendiamo cura di clienti e progetti distinguendoci per ispirazione, profondità e innovazione. Ispirazione, perché siamo certi che in ogni organizzazione, in ogni team, ci sono energie e potenzialità inespresse che aspettano solo un’azione di scoperta, valorizzazione, liberazione. Profondità, perché costruiamo una relazione basata sull’ascolto, co-progettiamo ogni intervento affinché ogni cliente abbia il “suo” progetto, lasciando una traccia indelebile. Innovazione, perché rinnoviamo costantemente modelli, metodi e strumenti, forti di un grande patrimonio e curiosi verso nuove prospettive.

      • PENSARE CREATIVO PER PRENDERE DECISIONI DIFFICILI

        ALLENARSI AI PUNTI DI VISTA

        La forma di pensiero, le competenze e le abilità, sono tutti strumenti che sono già dentro di noi. Per poterli sfruttare al massimo, dobbiamo trovare la giusta chiave per farli emergere: oggi lo sperimenteremo insieme attraverso...
        ALESSANDRA MONASTA

        PERFORMANCE E BUSINESS COACH METODO R.I.G.O.R.E. – FORMATORE, CONSULENTE FONICO FORENSE, LAW5 S.R.L.

        ALESSANDRA MONASTA

        PERFORMANCE E BUSINESS COACH METODO R.I.G.O.R.E. – FORMATORE, CONSULENTE FONICO FORENSE, LAW5 S.R.L.

        La forma di pensiero, le competenze e le abilità, sono tutti strumenti che sono già dentro di noi. Per poterli sfruttare al massimo, dobbiamo trovare la giusta chiave per farli emergere: oggi lo sperimenteremo insieme attraverso un Metodo diverso e innovativo. Il pensiero laterale è un modo di pensare che ha come obiettivo quello di vedere le cose in modo differente e generare alternative ma soprattutto nuove idee. Fermarsi e osservare da un altro punto di vista, aiuta a riflettere, amplia l’orizzonte e apre la mente, bisogna sempre guardare le cose da angolazioni diverse. Cambiare prospettiva, modificare il punto di osservazione, avere il giusto mindset è una peculiarità di tutte le persone di successo, sia nella vita privata che in quella professionale. Allenare il punto di vista, abbracciarne di diversi, vuol dire sviluppare consapevolezza. È una modalità di risoluzione di problemi logici che prevede l’osservazione del problema da diverse angolazioni, contrapposta alla concentrazione su una soluzione diretta al problema. Se nella vita ci sono cose che non possiamo controllare perché non dipendono da noi, ce ne sono invece altre, in cui siamo noi a fare la differenza. “Per quanto si diventi bravi, occorre sempre desiderare di essere migliori” (Edward De Bono).

        ALESSANDRA MONASTA

        Una delle pochissime donne che ha svolto l’attività di Consulente Fonico Forense in ambito di Intercettazioni Telefoniche e Ambientali, occupandosi di indagini di grosso calibro sia italiane che internazionali. Si è specializzata nelle Tecniche d’ascolto e nello Studio della Voce come mezzo espressivo delle emozioni. È Autrice del Romanzo “La cacciatrice di bugie” edito da Longanesi, unico nel suo genere, che apre le porte a chi lavora dietro le quinte delle indagini ascoltando le vite degli altri. Agli inizi del 2014 l’incontro con l’ex Arbitro Stefano Farina, grande leader nel mondo del Calcio e lo studio effettuato insieme, hanno portato alla creazione di una Metodologia innovativa, semplice e funzionale da mettere a disposizione dell’eccellenza dello Sport e dell’Azienda. Il Metodo R.I.G.O.R.E.® e il Progetto S.E.A.® sono strumenti in continua evoluzione, creati per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse personali. Oggi svolge attività di Performance e Business Coach: la LAW5 S.r.l. è la prima Società al mondo che utilizza la metafora dell’Arbitro in Azienda, un’idea che allarga l’orizzonte della Formazione.

        Vuoi partecipare?


        Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
        Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

        Come ci hai conosciuto?
        LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro
        Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come da informativa form per:
        finalità di marketing.

        Location


        Simbolo della Dolce Vita e luogo dell’immaginario felliniano, il Grand Hotel di Rimini ha un posto nella leggenda. Vanta una storia centenaria: dal 1908, è la quinta ideale di uno spettacolo caleidoscopico con i suoi saloni storici e le nuove, modernissime zone relax.

        Rivivi l’edizione del 2019


        Ecco cosa è successo