Richmond Facility Management Forum

Gubbio Park Hotel ai Cappuccini 3 - 5 luglio 2022

Ogni giorno di più la gestione integrata degli spazi, della connessione, degli accessi, della sicurezza, della mobilità delle persone e della finanza aziendale, e al tempo stesso l’attenzione alla qualità del tempo speso in azienda sono considerate leve strategiche del business. Dar vita ad habitat che favoriscano produttività, confronto e benessere è diventata una priorità.

Nel 2021 debutta Richmond Facility management forum, uno spazio specifico di discussione e conoscenza dedicato alle figure decisionali che si occupano di spazio del lavoro e capitale umano.

A chi è dedicato?


Delegate


Richmond Facility management forum si rivolge a Facility manager, Responsabili Acquisti e Responsabili Servizi generali. È un’occasione preziosa in cui incontrarsi, conoscere visioni e best practices, fare networking e ascoltare fornitori che si candidano come partner di gestione mono- e multi-servizio.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2022


ACQUEDOTTO PUGLIESE SpA Responsabile Facility Management – ADARE PHARMACEUTICALS Maintenance Manager Italy – ADSP MARE TIRRENO CENTRO SETTENTRIONALE Area Demanio, Patrimonio, Ambiente ed Energia Dirigente – ALPERIA SpA Responsabile Facility Management – ALPERIA SpA Responsabile Building Management – ANGELINI IMMOBILIARE SpA  Facility Management Head – APTAR ITALIA SpA Responsabile Servizi Generali – ARCA TECHNOLOGIES Buyer – ASSO WERKE Responsabile Tecnologie, Manutenzione e Facility – AUTOGRILL ITALIA SpA Procurement Indirect & Services – BALENCIAGA LOGISTICA Srl Health & Safety and General Services Staff | General Services & Health Safety Coordinator – BANCA POPOLARE DI BARI Energy Manager – BARILLA G. e R. FRATELLI SpA Operational Services Purchasing Manager – BASELL POLIOLEFINE ITALIA Srl Facility & General Services Supervisor – BASF ITALIA SpA – SITO PONTECCHIO MARCONI Facility Management & Security di Sito – BIAUTO GROUP Facility Manager – BOEHRINGER-INGELHEIM Facility Manager – BOSCH REXROTH SpA Facility – Security and Travel Manager – BRICOCENTER ITALIA Srl Responsabile Tecnico – CALZEDONIA Construction Project Manager | Facility Manager – CASILLO GROUP Buyer – Ufficio Acquisti – CLUB MED SAS Services & Facilities Management Purchasing Manager – COSMO PHARMACEUTICALS SpA Facility Manager – COTY ITALIA Purchasing e Facility Manager – CREDIT SUISSE ITALY Head of GBSS – CRIS CONF SpA RSPP & Facility Manager – DECATHLON ITALIA Srl Technical Manager – ENAV SpA Responsabile Group Shared Services | Referente per la Compliance Normativa dei Servizi – ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA SpA Facility Manager – ENTE PARTIMONIALE CHIESA DI GESU’ CRISTO SUG Facilities Manager – EQUITA SIM SpA Addetta Facility Management | Responsabile Facility Management – ERG SpA Buyer Procurement Corporate & Cross Services – EVEREL GROUP SpA Building Facilities Specialist – FASTWEB Building Manager – FIERA MILANO Property Manager | Facility Manager – GELLIFY Srl Facility & Office Manager – GENIE – TEREX CORPORATION Facility Manager – GESCO SCA – AMADORI Responsabile Acquisti – GOLDEN GOOSE Facility Manager | Facilities & Maintenance Coordinator – GRANAROLO SEDE USMATE Direttore Tecnico – GROUPAMA ASSICURAZIONI SpA Responsabile Acquisti Generali – GRUPPO GIOCHI PREZIOSI Direttore Acquisti Indiretti e Servizi – GUALAPACK Maintenance Manager – GUCCIO GUCCI SpA Facility Coordinator | Facility Manager – HAPPY CASA STORE Facility Manager – HILTI ITALIA Facility Manager | Procurement & Facility Manager – HUAWEI TECHNOLOGIES Facility Manager | Facility Manager e ASPP – IL SOLE 24 ORE SpA Facility and HSE Manager di Gruppo – ILPA ADESIVI Srl  CFO – ISTITUTO BIOCHIMICO ITALIANO GIOVANNI LORENZINI – I.B.I. SpA Buyer – ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ Health and Safety Manager – ITALGAS HOLDING SpA Group Security – Immobiliare- Settore PFM – Responsabile degli investimenti e del Facility Management (Divisione GEFINV) – ITALIAONLINE SpA Facility Manager – IVECO Energy Specialist| Energy Specialist – KPMG ITALIA Country Facility Manager – LEONARDO SPA Site Management Governance – LIBRERIE FELTRINELLI Responsabile Area Tecnica Procurement Servizi Generali – LIDL ITALIA Srl  Responsabile Reparto Facility Management – MASCHIO GASPARDO SpA Group Purchasing Director – MD SpA Coordinatore Facility Manager Italia – MED COMPUTER Srl Facility Manager – MIROGLIO FASHION Srl Store Maintenance Facility Manager – MISSONI Direttore Property & Facility – MUTTI SPA Group Facility Manager – PITTARELLO SpA Facility Manager – PROMETEON TYRE GROUP Srl Equipment, Logistics and General Services Procurement Manager – RAI PUBBLICITA’ SPA Responsabile Servizi Generali – ASPP | Resp. Ingegneria e Coordinamento Sedi – RETELIT DIGITAL SERVICES SPA Facility Manager | Facility Manager – ST MICROELECTRONICS Facility Director & General Services – STROILI ORO SpA Facility Specialist – SUZUKI ITALIA SpA  Responsabile Logistica e Magazzino Ricambi – TWINSET SpA Facility Manager – Servizi Generali – VILLANI SpA Direttore Tecnico – YOOX NET-A-PORTER GROUP Head of Global Facility Management – ZILLIANT COO

Exhibitor


Gli exhibitor hanno la possibilità di accreditarsi presso i decisori delle maggiori aziende italiane che hanno voce in capitolo in materia di Facility management, con la certezza di ricevere la massima attenzione durante la fase di presentazione delle capabilities.

Conferenza di apertura


FEDERICO BUCCI


PROFESSORE UNIVERSITARIO, POLITECNICO DI MILANO

ARCHITETTURA, AMBIENTE, SOCIETÀ

IL FUTURO DELLA STORIA
Oggi riconosciamo facilmente il valore inestimabile dei capolavori della storia dell’architettura antica. Mentre il giudizio sulle testimonianze del tempo presente, anche quando queste sono ispirate dai principi dell’utilità e della bellezza, rimane spesso confinato negli angoli oscuri della critica specialistica. Con un viaggio tra le opere dei migliori architetti dell’ultimo secolo, l’obiettivo della lezione è quello di offrire un punto di vista utile per interpretare il recente passato e immaginare il futuro dell’architettura, ovvero, l’arte di costruire spazi per la nostra vita quotidiana.

Seminari

  • UN’ANATRA ZOPPA SI AGGIRA PER L’EUROPA: L’EFFICIENZA ENERGETICA

    L’efficienza energetica è stata associata negli ultimi anni alle politiche globali di contrasto ai cambiamenti climatici di origine antropica, dopo che dalla metà degli anni ‘70 del secolo scorso l’efficienza veniva invocata per fronteggiare i...
    NINO DI FRANCO

    Esperto di tematiche energetiche

    NINO DI FRANCO

    Esperto di tematiche energetiche

    L’efficienza energetica è stata associata negli ultimi anni alle politiche globali di contrasto ai cambiamenti climatici di origine antropica, dopo che dalla metà degli anni ‘70 del secolo scorso l’efficienza veniva invocata per fronteggiare i rincari del petrolio conseguenti alla guerra del Kippur. Attualmente è invocata per fronteggiare possibili futuri anni di scarsità di fonti energetiche di approvvigionamento causati della guerra in corso: quindi oggi più che mai, come auspica da molti anni la commissione europea, efficiency first. Tutto ciò confermerebbe come l’efficienza non abbia una legittimazione di per sé, ma come sia invece diventata uno strumento buono per tutte le stagioni, da attivarsi secondo le contingenze, i cui benefici tuttavia non si sa quando, come e in che misura si presenteranno.

    NINO DI FRANCO

    Professore in Energetica Elettrica all’Università di Pavia. In ENEA ho sviluppato competenze istituzionali e
    professionali. Coopero con Ministeri, Enti Locali, Associazioni nazionali ed internazionali per lo sviluppo di nuova
    normativa, attività istruttorie, studi e ricerche nel campo dell’uso razionale dell’energia. Attività a supporto di aziende di
    piccole-medie-grandi dimensioni e distretti industriali, per diagnosi energetiche e studi di fattibilità. Training e attività di
    diffusione (convegni, conferenze, ecc.), in ambito accademico (Università varie, tutoraggi per tesi di laurea) e
    istituzionale a favore di energy managers, professionisti, funzionari PA, associazioni, ecc., in Italia e all’estero. Quattro
    libri, la voce ‘Efficienza Energetica’ per l’Enciclopedia Treccani, articoli su quotidiani e riviste a tiratura nazionale,
    rapporti tecnici. In ENEA ho gestito attività per importi di diversi milioni di euro, introducendo moderne tecniche di
    management di tipo comunicazionale e motivazionale per il coinvolgimento e la valorizzazione di collaboratrici/ori.
    Sono EGE- SECEM ed Energy Manager nominato dell’ENEA.

  • IOT: COME I SENSORI POSSONO GARANTIRE LA QUALITÀ DELLA VITA IN UFFICIO E L’OTTIMIZZAZIONE ENERGETICA

    L'IOT PUÒ RIVOLUZIONARE LA USER EXPERIENCE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO, ARRIVANDO A CAPIRE LE SENSAZIONI E REAZIONI DELL'UTENTE, MA ALLO STESSO TEMPO RISPARMIANDO ENERGIA

    L'IoT, in particolare dopo la pandemia di Covid 19, sarà un mezzo fondamentale per supportare il benessere delle persone nelle città del futuro, massimizzando salute e comfort negli ambienti di vita e di lavoro. La...
    GIAN MARCO REVEL

    Professore Ordinario, Università Politecnica delle Marche

    GIAN MARCO REVEL

    Professore Ordinario, Università Politecnica delle Marche

    L’IoT, in particolare dopo la pandemia di Covid 19, sarà un mezzo fondamentale per supportare il benessere delle persone nelle città del futuro, massimizzando salute e comfort negli ambienti di vita e di lavoro. La possibilità di seguire sensazioni, aspettative e reazioni delle persone apre nuovi scenari nel mondo del lavoro, del business e del supporto alle persone fragili. In questo contesto l’unione di IoT ed Intelligenza Artificiale può fare la differenza, ma occorre prestare attenzione all’interpretabilità delle decisioni che vengono prese, talvolta difficilmente decifrabili. Misure sono ovviamente necessarie anche per supportare la privacy dell’utente. L’impatto atteso può essere rilevante sotto molti punti di vista, anche da quello economico. Basti pensare all’effetto che il comfort ed il benessere possono avere sulla produttività, sia che si parli di smart working che di lavoro tradizionale. La presentazione tratterà questi temi con analisi dei principali trend e di innovative applicazioni.

    GIAN MARCO REVEL

    Gian Marco Revel è professore ordinario di Misure presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche dell’Università Politecnica delle Marche, dove svolge anche il ruolo di Delegato del Rettore alla Progettazione Europea. Si occupa da anni di sistemi di misura e di sensoristica avanzata per applicazioni domotiche, energetiche, acustiche, per controlli non distruttivi e gestione di processi di produzione di materiali da costruzione. Coordinatore del Materials & Sustainability Committee della European Construction Technology Platform – ECTP, è stato Rapporteur per la Commissione Europea nell’ambito del SET-Plan (Strategic Energy Technology Plan).

    Workshops

    • COSTRUIAMO UN ECOSISTEMA

      SPAZI E SERVIZI AL TEMPO DELLA SOSTENIBILITÀ

      Da appendice al core business, a centro di produzione di valore, efficienza ed efficacia: è il mondo della “facility”, al giorno d’oggi. È il tempo di ridiscutere del benessere aziendale e lo spazio diventa luogo…...
      MASSIMO LUCIDI

      Direttore Editoriale, The Map Report

      MASSIMO LUCIDI

      Direttore Editoriale, The Map Report

      Da appendice al core business, a centro di produzione di valore, efficienza ed efficacia: è il mondo della “facility”, al giorno d’oggi. È il tempo di ridiscutere del benessere aziendale e lo spazio diventa luogo… Non basta gestire in modo integrato spazi e connessioni, uomini e intelligenze artificiali, accessi e sicurezza, mobilità e finanza. Bisogna ripensare il tutto secondo un nuovo modello economico coerente e misurabile che chiamiamo sostenibilità. Ma dobbiamo andare oltre la moda all’essenza delle parole. Va ricostruito un ecosistema. L’impresa sostenibile è l’azienda che vive in un ecosistema in cui la “casa”, fatta da supply chain e stakeholders diversi, riconosca il comune prefisso greco di “economia ed ecologia” e che questi mondi tornino a parlarsi. E credetemi, è possibile che pure i conti tornino. Anzi…

      MASSIMO LUCIDI

      Giornalista impegnato in Italia e nel mondo su temi di economia e cultura. Ideatore di numerosi salotti ed eventi tra cui spicca il Premio Eccellenza Italiana a Washington DC. Non nasconde la sua Visione cattolica e liberale a cui si accompagna la cultura del dubbio e dell’accoglienza del diverso. Intransigenti col Peccato, non con i peccatori è il suo motto.

    • WORKPLACE, PAROLA D’ORDINE: FLESSIBILITÀ

      In un momento storico caratterizzato da repentini cambiamenti così significativi e inaspettati, la flessibilità è lo strumento per eccellenza che ha permesso e permette tutt’ora alle organizzazioni di rispondere in maniera proattiva ed efficace alle...
      FRANCESCA FRAULINI

      Head of People & Performance, The Kraft Heinz Company

      GENNARO MATACENA

      HR Administration Manager, The Kraft Heinz Company

      FRANCESCA FRAULINI

      Head of People & Performance, The Kraft Heinz Company

      GENNARO MATACENA

      HR Administration Manager, The Kraft Heinz Company

      In un momento storico caratterizzato da repentini cambiamenti così significativi e inaspettati, la flessibilità è lo strumento per eccellenza che ha permesso e permette tutt’ora alle organizzazioni di rispondere in maniera proattiva ed efficace alle necessità delle proprie persone. “Flessibilità” intesa non solo in termini di orario, ma anche e soprattutto di spazi e di modalità di lavoro. Ed è qui che l’ufficio gioca un ruolo di fondamentale importanza. Sarà una riflessione sul nuovo ruolo del workplace, in cui l’ufficio non si limita più alle quattro mura di un edificio ma è un concetto più esteso, più flessibile. Non più un semplice spazio, ma un luogo fertile che consente di seminare, coltivare e far crescere nuove idee e progetti, stimolando creatività e collaborazione e mettendo le persone sempre al centro. In Kraft Heinz Italia stiamo provando a dare una forma a questo nuovo concetto, e vogliamo condividere con tutti voi il nostro percorso.

      FRANCESCA FRAULINI

      Origini sarde e due figlie che adora, Francesca inizia la sua carriera lavorativa oltre 10 anni fa e fa carriera in Audit prima e in HR poi. Dal 2020 ricopre la posizione di Head of People & Performance presso Kraft Heinz Italia.

      GENNARO MATACENA

      Dopo una laurea magistrale in Scienze della Pubblica Amministrazione presso l’Università Federico II di Napoli, Gennaro inizia la sua carriera nel 2012 dapprima con un’esperienza in uno studio professionale – conseguendo l’abilitazione in Consulente del Lavoro – e poi in società di consulenza di grandi dimensioni, come PwC e Deloitte. Ad oggi prosegue la sua carriera professionale presso la multinazionale americana The Kraft Heinz Company, dove ricopre il ruolo di HR Administration Manager.

    • FOCUS GROUP: FACILITY…MANAGEMENT… QUESTO SCONOSCIUTO!!!!

      LA TRANSIZIONE DAI SERVIZI GENERALI AL FACILITY MANAGEMENT

      Il cambiamento che ha coinvolto, e in parte travolto, le aziende italiane ed europee nell’ultimo ventennio, con il progresso tecnologico, la transizione energetica, la sostenibilità, ha progressivamente modificato le esigenze aziendali in merito al ruolo...
      FILIPPO BLANDINI

      Facility Manager, Cosmo S.p.A.

      FILIPPO BLANDINI

      Facility Manager, Cosmo S.p.A.

      Il cambiamento che ha coinvolto, e in parte travolto, le aziende italiane ed europee nell’ultimo ventennio, con il progresso tecnologico, la transizione energetica, la sostenibilità, ha progressivamente modificato le esigenze aziendali in merito al ruolo dei Servizi Generali. Oggi i facility manager non sono dei meri esecutori di servizi, ma figure strategiche che tutelano importanti voci di costo come le fonti energetiche, la conservazione e l’ammodernamento di asset importanti come i building o la sostenibilità dei processi aziendali.

      In questo quadro il nostro ruolo prevede una spiccata capacità comunicativa e collaborativa con tutti i livelli aziendali. Comunicare e collaborare con le altre unità aziendali e con gli enti esterni è un’attitudine che deve fare parte del nostro bagaglio professionale, coinvolgere gli stakeholder, siano essi interni o esterni, non è sempre semplice, forse non lo è mai.

      In quest’aula, partendo da semplici esempi pratici, ci confronteremo sulle qualità che un facility manager deve mettere in campo per trovare un equilibrio tra le necessità operative ed economiche.

      FILIPPO BLANDINI

      Laureato in Ingegneria Aerospaziale al Politecnico di Milano, iscritto all’Ordine degli Ingegneri di Milano. Forte delle conoscenze e delle competenze acquisite negli anni di studi mi sono proiettato nella carriera lavorativa raggiungendo in poco tempo diversi obbiettivi, apparentemente diversi dalla mia carriera universitaria. Prima RSPP dell’azienda farmaceutica per cui lavoro, poi HSE Manager e in seguito Energy and Facility Manager, sempre applicando un approccio di tipo ingegneristico ai processi aziendali e alle sfide che mi si presentano quotidianamente, sviluppando modelli standardizzati, personalizzandoli successivamente, basati sulle più moderne conoscenze gestionali apprese nel percorso universitario e post-universitario. Nel mio percorso ho imparato quanto sia importante la comunicazione con i membri del Team e esterni al Team, collaborare per condividere esperienze, dubbi, perplessità e migliorare costantemente il livello di performance dei modelli applicati.

    • CASA ANGELINI SMART BUILDING

      DALLA COSTRUZIONE ALLA GESTIONE DI UN HEADQUARTERS

      Smart Working, lavoro in presenza, negli ultimi anni il modo di lavorare è profondamente cambiato e con lui anche il luogo di lavoro. Per questo motivo molti di noi si sono trovati e si troveranno...
      PAOLO CHESSA

      Facility Management Head, Angelini Immobiliare SPA

      GIANLUCA SALIN

      Head of Real Estate Project Manager, Angelini Immobiliare SpA

      PAOLO CHESSA

      Facility Management Head, Angelini Immobiliare SPA

      GIANLUCA SALIN

      Head of Real Estate Project Manager, Angelini Immobiliare SpA

      Smart Working, lavoro in presenza, negli ultimi anni il modo di lavorare è profondamente cambiato e con lui anche il luogo di lavoro. Per questo motivo molti di noi si sono trovati e si troveranno ad operare in un contesto sfidante che deve tener conto delle nuove esigenze delle aziende e dei loro dipendenti. Il luogo di lavoro diventa multiforme, pronto ad adattarsi alle varie circostanze e diventa un centro servizi per il personale (ristorante, palestra, asilo) per un nuovo concetto di welfare. Questo senza trascurare la sfida della sostenibilità. Missione impossibile? No ma sicuramente complessa. In quest’aula condivideremo la genesi e le sfide affrontate per la costruzione e la gestione di Casa Angelini, quartier generale del Gruppo Angelini Industries, mettendo in luce quali elementi strategici sono stati considerati, chi è stato coinvolto, come sono state date le priorità, come siamo riusciti a far rispettare tempi e scadenze. Partendo quindi da temi concreti come il problema energetico e la digitalizzazione di molte attività (desk, posti auto, posti mensa etc.) ci confronteremo su quali siano le sfide future della nostra professione

      PAOLO CHESSA

      Ingegnere, 10 anni di esperienza nel mondo del lean manufactoring come production manager (in Fater SPA, società del Gruppo Angelini), da oltre 3 anni in Angelini Immobiliare SPA si occupa di Facility Management, in particolare come Facility Managament Head di Casa Angelini, responsabile dei servizi alle persone, al building ed all’organizzazione del quartire generale di Roma di Angelini Industries. Appassionato di sport e cinema.

      GIANLUCA SALIN

    • FOCUS GROUP: LA DE-MATERIALIZZAZIONE DEI PROCESSI DI GESTIONE DEGLI ASSET IN UN’AZIENDA RETAIL: L’ESPERIENZA DI LIBRERIE FELTRINELLI

      Gestire il facility non è facile di per sé ma in un'azienda retail la questione si complica notevolmente. L'aumento della complessità in cui operiamo ci impone una revisione dei processi di governance e delle modalità...
      ELENA TOGNOLI

      Responsabile Area Tecnica, Procurement, Servizi Generali, Librerie Feltrinelli

      ELENA TOGNOLI

      Responsabile Area Tecnica, Procurement, Servizi Generali, Librerie Feltrinelli

      Gestire il facility non è facile di per sé ma in un’azienda retail la questione si complica notevolmente. L’aumento della complessità in cui operiamo ci impone una revisione dei processi di governance e delle modalità di relazione con gli store fisici e con i partner. In quest’aula, partendo dal caso concreto di un sistema di digitalizzazione e di centralizzazione delle richieste di intervento, condivideremo un approccio metodologico, i risultati ottenuti ma anche e soprattutto gli ostacoli incontrati e ci confronteremo su come dare priorità alle attività e trarre il massimo dalle relazioni con i nostri partner.

      ELENA TOGNOLI

      Agendo sui processi, sostengo lo sviluppo del business e porto efficienza. In ambito Retail garantisco la declinazione dei valori del Brand in spazi fisici ed esperienziali e ne sostengo le strategie di sviluppo e di cambiamento, nei modi e nei tempi coerenti con gli obiettivi di business. In ambito Operations, colgo le aree “grigie” nei processi operativi e traccio percorsi di innovazione e di ottimizzazione per superarle.

    • FOCUS GROUP: FACILITY MANAGER: RISK MANAGEMENT E RESILIENZA

      NEGOZIARE IL BUDGET IN UN CONTESTO DI RISCHIO ELEVATO

      Il contesto macroeconomico, per effetto dei due anni di pandemia e della guerra recente tra Russia e Ucraina, porta ulteriore incertezza con conseguenze legate sia all’aumento dei prezzi che, nella peggiore delle ipotesi ad una...
      DIEGO CAVALLI

      FACILITY MANAGER, MUTTI SPA

      DIEGO CAVALLI

      FACILITY MANAGER, MUTTI SPA

      Il contesto macroeconomico, per effetto dei due anni di pandemia e della guerra recente tra Russia e Ucraina, porta ulteriore incertezza con conseguenze legate sia all’aumento dei prezzi che, nella peggiore delle ipotesi ad una fase di “stagflazione”. Come può un facility manager garantire all’azienda la miglior efficienza ed efficacia possibile mantenendo alto il focus su aspetti come innovazione, sostenibilità e qualità?

      DIEGO CAVALLI

      Facility Manager, dal 2009 in Mutti Spa, ho lavorato all’interno di varie BU aziendali, dagli acquisti alla parte industriale, fino ad arrivare nel team HR.

    • CONSENSUS BUILDING: QUANDO UN’IDEA VALE PIÙ DI MILLE PAROLE

      UNA BUONA IDEA SENZA IL CONSENSO GIUSTO, RIMARRÀ SEMPRE E SOLO UNA BUONA IDEA. ECCO PERCHÈ SIAMO INONDATI DA BUONE IDEE, MA SOLO POCHE DI ESSE VENGONO SVILUPPATE O REALIZZATE

      Buone idee o iniziative si possono trovare ovunque al giorno d'oggi, anzi molte volte risiedono nei posti, o nelle persone, che meno ci aspettiamo. Una buona idea senza il giusto consenso, rimarrà sempre e solo...
      MATTEO MINGARDI

      Corporate Innovation & RD Manager, PELLICONI & CO SPA

      MATTEO MINGARDI

      Corporate Innovation & RD Manager, PELLICONI & CO SPA

      Buone idee o iniziative si possono trovare ovunque al giorno d’oggi, anzi molte volte risiedono nei posti, o nelle persone, che meno ci aspettiamo. Una buona idea senza il giusto consenso, rimarrà sempre e solo una buona idea. Ecco perché siamo inondati da buone idee, ma solo poche di esse vengono sviluppate o realizzate.

      Una buona idea non è garanzia di un buon risultato, se attorno a questa non viene creato il contesto giusto. Le buone idee, o innovazioni, hanno maggior chance di essere approvate o comprese, tanto più queste idee vengono sentite e percepite dalle persone che dovranno poi finanziarle, o sponsorizzarle. Individuare buone idee, costruire il consenso attorno ad esse, gestirle, promuoverle, realizzarle, è un “vero” lavoro con un solido metodo alla base. Non esistono metodi giusti o sbagliati, ma metodi che funzionano, io vi racconterò il mio.

      MATTEO MINGARDI

      36 anni, laureato in Ingegneria Gestionale presso la facoltà di Ingegneria, Bologna. Nel 2017 partecipa ad un Executive Program in “International Business Management” a Parigi presso AKKAdemy. A Gennaio 2019 consegue un Executive Master in “Gestione Strategica dell’Innovazione” presso il MIP politecnico di Milano. Sempre al politecnico di Milano, partecipa dal 2018 all’osservatorio Startup Challenge. Dal 2022, è’ parte dell’Advisory Bord del Politcenico di Milano per il Master Executive in Digital Transformation, e dell’ Advisory Committee per la Bologna Business School per il Global MBA in Automation & Robotics. Da oltre 10 anni si occupa di innovazione in Indesit, Gruppo Concorde, Akka Tecnologies e oggi in Pelliconi come Corporate Innovation&RD Manager

    • FOCUS GROUP: IL FACILITY MANAGER AI GIORNI D’OGGI

      LE NUOVE SFIDE DEL RUOLO E LE COMPETENZE RICHIESTE DAL MERCATO: LA VISIONE DELL'HEAD HUNTER

      Il Facility Manager è un ruolo sempre più ricercato dalle aziende ma deve essere sempre meno tecnico ed operativo e sempre più strategico. Questa figura, nel mondo attuale dell’industria 4.0, è dotata di competenze digitali...
      STEFANO GAMBARDELLA

      CLIENT DIRECTOR, KILPATRICK

      STEFANO GAMBARDELLA

      CLIENT DIRECTOR, KILPATRICK

      Il Facility Manager è un ruolo sempre più ricercato dalle aziende ma deve essere sempre meno tecnico ed operativo e sempre più strategico. Questa figura, nel mondo attuale dell’industria 4.0, è dotata di competenze digitali che gli consentono di reagire in modo più rapido ed efficace alle emergenze ma anche di affiancare il management nel pianificare strategie di ottimizzazione dei costi, di sicurezza, di comfort e di welfare aziendale. Il Facility Manager deve quindi aggiungere alle proprie competenze tecniche una serie di soft skills che gli consentano di supportare al meglio il proprio cliente interno e dialogare maggiormente con il business
      L’intervento di Stefano Gambardella vuole essere un confronto aperto rispetto a ciò che il mercato del lavoro richiede ai Facility Manager di oggi e come il ruolo deve evolvere per rimanere al passo con i tempi.

      STEFANO GAMBARDELLA

      53 anni, Laurea in Economia e Commercio, background transnazionale acquisito attraverso lo sviluppo di progetti di internazionalizzazione. Ha viaggiato nel mondo coordinando team in contesti multiculturali per una parte rilevante della carriera. Successivamente, ha deciso di consolidare le proprie competenze all’interno delle risorse umane intraprendendo un articolato percorso nella consulenza HR infulcrato su quattro dimensioni: organizzazione, competenze, motivazione e costo del personale. È adesso Client Director di Kilpatrick Group una ‘multinazionale tascabile italiana’ con HQ in Svizzera e sedi proprie in Europa, Americhe e Asia. Esser parte di una leading Headhunting boutique consente di presidiare un osservatorio privilegiato dialogando con aziende e candidati.

      Soft Skills

      • IL POTERE DELLE ABITUDINI

        ROUTINE, RITMI E STRATEGIE

        Le nostre abitudini influenzano in modo significativo sia ciò che facciamo che come lo facciamo. Un imprenditore è un tutt’uno con il proprio brand. Le abitudini personali possono quindi influenzare il business ed essere determinanti....
        ALESSANDRA MONASTA

        PERFORMANCE E BUSINESS COACH METODO R.I.G.O.R.E. – FORMATORE, CONSULENTE FONICO FORENSE, LAW5 S.R.L.

        ALESSANDRA MONASTA

        PERFORMANCE E BUSINESS COACH METODO R.I.G.O.R.E. – FORMATORE, CONSULENTE FONICO FORENSE, LAW5 S.R.L.

        Le nostre abitudini influenzano in modo significativo sia ciò che facciamo che come lo facciamo. Un imprenditore è un tutt’uno con il proprio brand. Le abitudini personali possono quindi influenzare il business ed essere determinanti. Le Abitudini non sono un destino, le possiamo ignorare, potenziare, sostituire o mantenere. Quasi il 40% delle azioni che svolgiamo tutti i giorni sono conseguenza di un’abitudine e non di una scelta consapevole. Gran parte del marketing sfrutta proprio il potere delle abitudini per comprendere i bisogni dei clienti. Spesso associamo le Abitudini al concetto di Routine, inteso come ripetitività rigida, mentre invece è possibile ragionare con più flessibilità, una skill fondamentale in questa nuova fase in cui stiamo vivendo. Faremo un viaggio alla scoperta di come si formano, quanto ci condizionano e soprattutto… come possiamo modificarle o inserirne di nuove. Possiamo innescare il cambiamento esplorando in questo Laboratorio che faremo insieme, alcune straordinarie Strategie. “Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l’eccellenza non è un’azione, ma un’abitudine” (Aristotele).

        ALESSANDRA MONASTA

        Una delle pochissime donne che ha svolto l’attività di Consulente Fonico Forense in ambito di Intercettazioni Telefoniche e Ambientali, occupandosi di indagini di grosso calibro sia italiane che internazionali. Si è specializzata nelle Tecniche d’ascolto e nello Studio della Voce come mezzo espressivo delle emozioni. È Autrice del Romanzo “La cacciatrice di bugie” edito da Longanesi, unico nel suo genere, che apre le porte a chi lavora dietro le quinte delle indagini ascoltando le vite degli altri. Agli inizi del 2014 l’incontro con l’ex Arbitro Stefano Farina, grande leader nel mondo del Calcio e lo studio effettuato insieme, hanno portato alla creazione di una Metodologia innovativa, semplice e funzionale da mettere a disposizione dell’eccellenza dello Sport e dell’Azienda. Il Metodo R.I.G.O.R.E.® e il Progetto S.E.A.® sono strumenti in continua evoluzione, creati per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse personali. Oggi svolge attività di Performance e Business Coach: la LAW5 S.r.l. è la prima Società al mondo che utilizza la metafora dell’Arbitro in Azienda, un’idea che allarga l’orizzonte della Formazione.

      • SCOPRIRE TALENTI E RIVELARE BELLEZZA

        Il manager generativo ha occhi capaci di cogliere la bellezza delle persone. È costantemente impegnato nella ricerca del loro valore, e quando lo trova, lo svela sia a sé sia all’altro. In questo seminario ci...
        A CURA DI HXO

        A CURA DI HXO

        Il manager generativo ha occhi capaci di cogliere la bellezza delle persone. È costantemente impegnato nella ricerca del loro valore, e quando lo trova, lo svela sia a sé sia all’altro. In questo seminario ci alleneremo a diventare attenti osservatori pronti a cogliere gli indizi che ci aiutano a riconoscere la bellezza altrui nonostante i possibili veli che la celano.

        A CURA DI HXO

        Siamo una società di servizi di formazione, coaching e teambuilding per lo sviluppo delle persone, dei gruppi, della managerialità. Crediamo fortemente in quello che facciamo. Ci prendiamo cura di clienti e progetti distinguendoci per ispirazione, profondità e innovazione. Ispirazione, perché siamo certi che in ogni organizzazione, in ogni team, ci sono energie e potenzialità inespresse che aspettano solo un’azione di scoperta, valorizzazione, liberazione. Profondità, perché costruiamo una relazione basata sull’ascolto, co-progettiamo ogni intervento affinché ogni cliente abbia il “suo” progetto, lasciando una traccia indelebile. Innovazione, perché rinnoviamo costantemente modelli, metodi e strumenti, forti di un grande patrimonio e curiosi verso nuove prospettive.

      • RACCONTI DI FUTURO: COSA POSSIAMO IMPARARE DA CIÒ CHE ANCORA NON È STATO

        Siamo abituati a pensare che si impari soprattutto dalle esperienze, dunque dal passato. In questo seminario scopriremo che apprendimenti ancora più stimolanti possiamo trarli dal futuro. Quello che vogliamo costruire. Ci alleneremo a riportare la...
        A CURA DI HXO

        A CURA DI HXO

        Siamo abituati a pensare che si impari soprattutto dalle esperienze, dunque dal passato. In questo seminario scopriremo che apprendimenti ancora più stimolanti possiamo trarli dal futuro. Quello che vogliamo costruire. Ci alleneremo a riportare la capacità di sognare nella nostra quotidianità lavorativa e a trarne stimoli e apprendimenti inaspettati.

        A CURA DI HXO

        Siamo una società di servizi di formazione, coaching e teambuilding per lo sviluppo delle persone, dei gruppi, della managerialità. Crediamo fortemente in quello che facciamo. Ci prendiamo cura di clienti e progetti distinguendoci per ispirazione, profondità e innovazione. Ispirazione, perché siamo certi che in ogni organizzazione, in ogni team, ci sono energie e potenzialità inespresse che aspettano solo un’azione di scoperta, valorizzazione, liberazione. Profondità, perché costruiamo una relazione basata sull’ascolto, co-progettiamo ogni intervento affinché ogni cliente abbia il “suo” progetto, lasciando una traccia indelebile. Innovazione, perché rinnoviamo costantemente modelli, metodi e strumenti, forti di un grande patrimonio e curiosi verso nuove prospettive.

        Media Partner


        Vuoi partecipare?


        Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
        Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

        Come ci hai conosciuto?
        LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro
        Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come da informativa form per:
        finalità di marketing.

        Location


        Il Park Hotel ai Cappuccini è un monastero del XVII secolo, sapientemente restaurato. È a Gubbio nel cuore dell’Umbria, immerso nel verde. La sua architettura è tra le testimonianze più alte di un Medioevo colto. Il Park Hotel ai Cappuccini unisce antichi ambienti e nuovi comfort.