Richmond Energy Business Forum Autumn

Rimini GRAND HOTEL 20-22 Ottobre, 2021

L’energia, in tutte le sue nuove forme. Un giorno e mezzo di conferenze, workshop e incontri di new business per capire le spinte che investono il mondo dell’energia.

Un appuntamento di business dedicato all’incontro tra Energy Manager, Responsabili delle scelte strategiche in ambito energetico e fornitori di soluzioni, prodotti e servizi del settore

In parallelo con conferenze e seminari, si svolge l’agenda degli incontri tra invitati (delegate) e società fornitrici (exhibitor).

Nel 2021 Richmond Italia propone anche l’edizione internazionale on-line, una straordinaria opportunità per espandere il confronto e il business su scala europea.

A chi è dedicato?


Delegate


I delegate avranno la possibilità di confrontarsi con persone che occupano lo stesso ruolo in altre aziende. In più, potranno valutare le offerte e le idee di un gruppo selezionato di fornitori, specialisti del settore energia.

Visualizza la lista

Lista Delegate 2021


ABBVIE Facility, Utilities & Energy Manager – ABOCA Energy Manager –ADSP MAR TIRRENO CENTRO SETTENTRIONALE Dirigente Area Demanio Energia Patrimonio Ambientale – ARNEG SpA Direttore Ingegneria Industriale – ASL BI-BIELLA Energy Manager – AUTOSTRADE PER L’ITALIA Responsabile Ingegneria degli Impianti – AUTOSTRADE PER L’ITALIA Responsabile Unità Impianti Elettrici AZIENDA USL DELLA ROMAGNA Dirigente Energy Manager – BANCA CARIFERMO SpA Security Manager – BASF ITALIA SpA Vice Responsabile Security – BAXTER HEALTHCARE Energy Manager – BENNET SpA Energy Efficiency – BENNET SpA Dirigente Impianti – BITRON SpA Resp. Gestione & Manutenzione Impianti – BORMIOLI LUIGI SpA Energy Project Manager – CHIESI FARMACEUTICI SpA Global Asset, Facility & Industrial Procurement – CNH INDUSTRIAL Energy Department Director – CNH INDUSTRIAL Energy Specialist – COC FARMACEUTICI Srl Energy Manager & Technical Service – CONSIGLIO NAZIONALE PERITI INDUSTRIALI Consigliere CDA – COSMO PHARMACEUTICALS SpA Energy & HSE/ RSPP – COSMO PHARMACEUTICALS SpA Maintenance & Facility ManagerCREMONINI GROUP Energy & Purchasing Manager – D’AMICO SOCIETA DI NAVIGAZIONE SpA Fleet Performance Manager – DANONE Europe Engineering Manager – DOPPEL FARMACEUTICI Responsabile Ingegneria & Manutenzione – EGIDIO GALBANI SpA – GRUPPO LACTALIS Energy Manager – ELI LILLY ITALIA SpA Energy Minimization Program – EVEREL GROUP SpA Indirect Purchasing Manager – EVOTEC Strategic Buyer – EVOTEC Head of Procurement – F.LLI BERETTA Operations Manager – FERRERO INDUSTRIAL SpA Energy Manager – FONDAZIONE TORINO MUSEI Member of Board – FONDERIA DI TORBOLE SpA Energy Manger – GEOX SpA Retail & Facility Manager – GOTHA COSMETICS Srl Procurement Manager – GRANDI NAVI VELOCI SpA Energy & Environment Manager – GRANDI SALUMIFICI ITALIANI SpA Energy Manager – HAIER EUROPE Global HSE Manager – HGEARS Maintenance Manager – IBI LORENZINI SpA Procurement Officer – IRCCS POLICLINICO SAN DONATO Procurement Manager – ISA SpA Sustainability Manager – IVECO Energy Specialist – LEONARDO SpA Site Management Governance – LYONDELL BASELL SpA Electrical Supervisor Energy Manager – METLAC SPA HSE&Sustainability Director – MEVIS SpA Corporate CIO – OSPEDALE ”CASA SOLIEVO DELLA SOFFERENZA” Dirigente Ingegnere – PAMA SpA Category Manager – PHILIP MORRIS Facility & Mobility Project Manager – ROECHLING AUTOMOTIVE  ITALIA Maintenance Manager – SANOFI Reliability,General Maint. & Utilities Manager – SCM GROUP Group Facility Manager – SERVIZI OSPEDALIERI SpA Energy Manager – SISECAM FLAT GLASS ITALY Srl Energy Manager –   SOGAER SpA Ernergy Manager – SOLO ITALIA Responsabile Tecnico – TEDDY SpA Purchasing & Procurement – THUN SpA HSE & Facility Manager – TIM Local Energy Manager – TRENITALIA Energy Industrial Plants – UGITECH ITALIA Srl QHSE Manager – UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Energy Manager

Vai ai Delegate2020

Exhibitor


Gli exhibitor potranno misurarsi con il top delle aziende italiane, conoscere i competitor e creare new business: proponendo direttamente ai decision maker tutte le novità e gli scenari inerenti il mondo dell’energia.

Conferenza di apertura


CHICCO TESTA


Dirigente d'azienda, scrittore e giornalista

VERSO UNA GREEN ECONOMY: IL RUOLO DELL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FARE PIÙ CON MENO

Decoupling e innovazione sono le due parole chiave che guideranno la transizione ecologica e ne decreteranno il grado di successo. Decoupling, disaccoppiamento, significa la capacità di “fare più con meno”. Continuare a crescere e migliorare il benessere di tutta la popolazione consumando sempre meno risorse ambientali. È un processo che è in corso da secoli, almeno dalla prima rivoluzione industriale in avanti, e che ci ha consentito di raggiungere una popolazione di 7,5 miliardi di persone. Basti pensare che con la stessa superficie coltivata di 70 anni fa nutriamo una popolazione più di 3 volte maggiore. Grazie alle innovazioni introdotte nella coltivazione dei terreni (fertilizzanti, meccanizzazione, miglioramento genetico, pesticidi). Le innovazioni tecnologiche, prima, seconda e terza rivoluzione industriale hanno consentito questi miglioramenti. Forza vapore, elettricità, informatica. Oggi siamo alla vigilia, anzi siamo già dentro una nuova rivoluzione che, anche guidata dalle tematiche ambientali, spinge ulteriormente verso il processo del decoupling. Fonti rinnovabili, auto elettrica, biotecnologie, nanotecnologie e nuovi materiali, robotica e soprattutto intelligenza artificiale ci consentono di incrementare la produttività dei nostri sistemi, lavorando anziché su maggiori quantità di risorse su un loro più intelligente utilizzo.

Seminari

  • NEXT GENERATION EU: IL PIANO DI RESILIENZA E LA TRANSIZIONE ENERGETICA

    IL PIANO DI RECUPERO, LA TRANSIZIONE ECOLOGICA, LE OPPORTUNITÀ DI TRASFORMAZIONE PER IL SETTORE ENERGETICO

    Il piano Next Generation EU prevede per l’Italia investimenti di più di 200 miliardi di Euro, a supporto della ripresa economica, della trasformazione digitale e della conversione ambientale sostenibile. Il Piano Nazionale di Ripresa e...
    FEDERICO RENON

    Indipendent Advisor

    FEDERICO RENON

    Indipendent Advisor

    Il piano Next Generation EU prevede per l’Italia investimenti di più di 200 miliardi di Euro, a supporto della ripresa economica, della trasformazione digitale e della conversione ambientale sostenibile. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza deve esplicitare le missioni, cluster e progetti di impiego di questi fondi; partecipare attivamente a queste iniziative è per il nostro sistema economico e produttivo una opportunità irripetibile e irrinunciabile, per emergere dalla crisi COVID in una logica strategica nuova e di lunga durata. Tutti i progetti hanno come linea guida fondamentale la transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile. Il settore energetico ha in questo contesto una opportunità unica di contribuire proattivamente alla definizione delle strategie di budget, di progetto e di impiego dei finanziamenti, a sostegno non solo della continuità, ma anche e soprattutto della innovazione e trasformazione sostenibile del business. Parleremo del Next Generation EU, del Piano Nazionale, e dei progetti ad esso collegati, esaminandone le linee guida, lo stato di avanzamento, obiettivi e scadenze, le possibilità di partecipazione. Capiremo meglio insieme come valorizzare al massimo le opportunità di questo programma, in logica di ecosistema, coniugando digitalizzazione, automazione, efficienza di sistema e circolarità.

    FEDERICO RENON

    Ha una lunga storia professionale di successo nell’innovazione, con competenze di Business Intelligence, Tecnologie innovative (ICT, wireless, efficientamento energetico), Procurement. Come responsabile acquisti innovativi nel gruppo Telecom Italia ha condotto progetti di procurement E2E riguardanti soluzioni sia convenzionali che innovative, basata sulla competenza acquisita in R&D. È attualmente tutor e membro del comitato scientifico di SC Italia.

    Workshops

    • COME SI FA LA TRANSIZIONE ENERGETICA NEI PROSSIMI 5 ANNI?

      LA DIGITALIZZAZIONE DEI PROCESSI E L’AUTOMAZIONE NEI VARI SETTORI INDUSTRIALI SONO L’OCCASIONE PER RENDERE LE NOSTRE AZIENDE ENERGETICAMENTE SOSTENIBILI. IL SEGRETO È NEL METODO.

      L’economia circolare e la sostenibilità energetica sono una tendenza, un’opportunità di business o un’esigenza? Per rispondere a questa domanda è necessario cambiare l’approccio ai dati presenti in azienda e il metodo di analisi di questi...
      AUGUSTO BIANCHINI

      Professore di Ingegneria Industriale all'Università di Bologna

      AUGUSTO BIANCHINI

      Professore di Ingegneria Industriale all'Università di Bologna

      L’economia circolare e la sostenibilità energetica sono una tendenza, un’opportunità di business o un’esigenza? Per rispondere a questa domanda è necessario cambiare l’approccio ai dati presenti in azienda e il metodo di analisi di questi ultimi. In Unibo è stato sviluppato un modello di visualizzazione che supporta le imprese nel progettare ed implementare una concreta transizione energetica volta alla decarbonizzazione dei processi, evitando green washing o soluzioni non competitive. L’approccio di filiera, inoltre, permette non solo di cogliere appieno i gap che caratterizzano alcuni distretti e alcuni prodotti, ma dalla messa a sistema degli interessi dei vari attori si riescono a cogliere quei vantaggi che rendono la sostenibilità conveniente. Saranno mostrati alcuni casi studio in cui sarà possibile immedesimarsi sul come attuare la transizione nel proprio contesto aziendale, andando a sfruttare le varie opportunità che la digitalizzazione e l’automazione dei processi e degli impianti energetici offrono oggi come opportunità già mature o anche attraverso soluzioni più innovative.

      AUGUSTO BIANCHINI

      Professore all’Università di Bologna, svolge le sue ricerche nell’ambito dell’automazione degli impianti con particolare interesse alle tecnologie abilitanti dell’Industry 4.0, gestione dei rifiuti nel contesto dell’economia circolare, ottimizzazione dei processi sostenibili e ingegneria dei flussi multifase.

    • L’ENERGIA RINNOVABILE AL CENTRO DELL’ECONOMIA CIRCOLARE

      IL BIOMETANO: DA RIFIUTO ORGANICO A COMBUSTIBILE ECOSOSTENIBILE SIA PER AUTOTRAZIONE CHE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA

      Sostituire il concetto di rifiuti con quello di risorse, eliminarne lo smaltimento improduttivo e progettarne attentamente il riutilizzo è il concetto che sta al centro del concetto di Economia Circolare. E l’energia ottenibile dai rifiuti...
      GUIDO CECCHERELLI

      Presidente, EffeGi Eco-business Consulting

      GUIDO CECCHERELLI

      Presidente, EffeGi Eco-business Consulting

      Sostituire il concetto di rifiuti con quello di risorse, eliminarne lo smaltimento improduttivo e progettarne attentamente il riutilizzo è il concetto che sta al centro del concetto di Economia Circolare. E l’energia ottenibile dai rifiuti si basa su fonti rinnovabili, contribuendo così anche a limitare la produzione e l’utilizzo di combustibili fossili. Inoltre, ci consente di tracciare, minimizzare, se non in molti casi eliminare del tutto l’uso di sostanze tossico-nocive per l’uomo e l’ambiente. L’intento di questo seminario non è quello di condensare in mezz’ora tutto il sapere dell’energia producibile dall’economia circolare. Più modestamente si vuole stimolare la curiosità e la conoscenza dei partecipanti su alcune importanti soluzioni per produrre rinnovabili da rifiuti, con un focus un po’ più specifico sul biometano. Quest’ultimo è un prodott odell’upgrading di biogas derivante da rifiuti organici di origine agricola, urbana o industriale, così come dai fanghi di depurazione delle acque, e che solo nei prossimi dieci anni potrà consentirci di sostituire fino al 12-13% il consumo di metano fossile. Un’opportunità la quale, oltre a tutti gli importantissimi benefici ambientali derivanti, contribuirà anche a migliorare il saldo della bilancia commerciale del nostro Paese che è tra i primi importatori di metano al mondo.

      GUIDO CECCHERELLI

      ESPERIENZE PROFESSIONALI:
      – Da fine 1979 al 1998 ricopro diversi ruoli nel settore fine-chemicals, sia in Italia che per più anni all’estero [gruppo Bayer (D), Lamberti (I), Sun Chemicals (GB) e infine Cabot Corp. (USA)].
      – 1998 Managing Director di CTP, società del gruppo franco-statunitense LAB leader nei sistemi di depurazione gas esausti generati da processi di combustione (waste to energy, petrolchimico, acciaio, cemento).
      – A inizio 2006 con altri due soci fondiamo Ecospray Technologies che, grazie a un costante processo di ricerca e innovazione tecnologica arriva in soli 6 anni ad essere un leader globale nella progettazione, realizzazione e installazione di sistemi di depurazione aria e gas in molteplici settori industriali, nel navale e nella produzione di energia rinnovabile (biogas-biometano).
      – Lasciata ogni responsabilità operativa in Ecospray a fine 2018, mi occupo ora di EffeGi Consulting, società nata già nel 2010, che in collaborazione con altri (ex)imprenditori o top manager esperti porta avanti attività di consulenza su progetti di ri-posizionamento strategico e/o di start-up focalizzati sulla sostenibilità ambientale e la produzione di energie rinnovabili da rifiuti.

      STUDI E ASSOCIAZIONI:
      – MBA c/o IPSOA, Milano (1981-82)
      – facoltà Scienze e Tecnologie Alimentari c/o UNIMI (1974-79)
      – diploma Chimica ind.le (1969-74).
      – Dal 2014 al 2020 membro del Consiglio Generale di Assolombarda (Confindustria Milano, Monza, Lodi e Pavia) e dal 2017 Board Member del Green Economy Network (settore ambientale, riciclo rifiuti, rinnovabili e affini).

    • LE DIAGNOSI ENERGETICHE OBBLIGATORIE EX ART. 8 DEL DLGS 102/14

      LA MONTAGNA HA PARTORITO IL TOPO?

      La direttiva n. 27/2012 – recepita in Italia dal DLgs 102/2014 – ha imposto alle grandi imprese della UE l’esecuzione di una diagnosi energetica, auspicando con ciò la maturazione di una più marcata sensibilità aziendale...
      NINO DI FRANCO

      Dirigente di ricerca, ENEA

      NINO DI FRANCO

      Dirigente di ricerca, ENEA

      La direttiva n. 27/2012 – recepita in Italia dal DLgs 102/2014 – ha imposto alle grandi imprese della UE l’esecuzione di una diagnosi energetica, auspicando con ciò la maturazione di una più marcata sensibilità aziendale sugli usi finali dell’energia. Dopo due campagne di diagnosi obbligatorie, terminate il 5 dicembre rispettivamente del 2015 e del 2019, e a seguito delle quali sono pervenute nella banca dati dell’ENEA decine di migliaia di documenti, si può affermare che a livello sistemico gli obiettivi raggiunti sono stati deludenti: gli interventi di razionalizzazione individuati sono stati mediamente pochi, ed ancor meno quelli ad oggi realizzati. Tutto ciò pone non pochi dubbi sull’efficacia di una prescrizione così dispendiosa, invasiva e a largo spettro. Sarebbe il caso di introdurre nella norma semplici accorgimenti di fine tuning che complessivamente potrebbero orientare in modo ottimale lo strumento, agendo in particolare sulla definizione di “grande impresa”, sul rapporto con le aziende ISO 50001 e EMAS, sull’obbligo di realizzazione degli interventi individuati.

      NINO DI FRANCO

      Professore in Energetica Elettrica all’Università di Pavia. In ENEA ho sviluppato competenze istituzionali e professionali. Coopero con Ministeri, Enti Locali, Associazioni nazionali ed internazionali per lo sviluppo di nuova normativa, attività istruttorie, studi e ricerche nel campo dell’uso razionale dell’energia. Attività a supporto di aziende di piccole-medie-grandi dimensioni e distretti industriali, per diagnosi energetiche e studi di fattibilità. Training e attività di diffusione (convegni, conferenze, ecc.), in ambito accademico (Università varie, tutoraggi per tesi di laurea) e istituzionale a favore di energy managers, professionisti, funzionari PA, associazioni, ecc., in Italia e all’estero. Quattro libri, la voce ‘Efficienza Energetica’ per l’Enciclopedia Treccani, articoli su quotidiani e riviste a tiratura nazionale, rapporti tecnici. In ENEA ho gestito attività per importi di diversi milioni di euro, introducendo moderne tecniche di management di tipo comunicazionale e motivazionale per il coinvolgimento e la valorizzazione di collaboratrici/ori. Sono EGE- SECEM ed Energy Manager nominato dell’ENEA.

    • IL FUTURO DELL’ENERGIA IN UN MONDO IN PROFONDA TRASFORMAZIONE

      UN LABORATORIO ESPERIENZIALE PER RE‐IMMAGINARE IL DOMANI E PER VIVERE CON PIÙFLESSIBILITÀ IL CAMBIAMENTO E L’INCERTEZZA

      CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO IMMAGINIAMO IL MERCATO DELL’ENERGIALaboratorio immaginativo a cura di Maurizio Goetz e Gloria Puppi Il mini workshop interattivo utilizza e potenzia le nostre competenze immaginative per riflettere sul futuro di...
      MAURIZIO GOETZ

      CEO, Danubio srl - DivisioneImagination Design Coaching

      GLORIA PUPPI

      Presidente Novus Lab - Co-direttrice Speculative Design Hub (Italian Institute for the Future)

      MAURIZIO GOETZ

      CEO, Danubio srl - DivisioneImagination Design Coaching

      GLORIA PUPPI

      Presidente Novus Lab - Co-direttrice Speculative Design Hub (Italian Institute for the Future)

      CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO IMMAGINIAMO IL MERCATO DELL’ENERGIA
      Laboratorio immaginativo a cura di Maurizio Goetz e Gloria Puppi

      Il mini workshop interattivo utilizza e potenzia le nostre competenze immaginative per riflettere sul futuro di un operatore dell’energia
      utilizzando uno sguardo differente. L’obiettivo è espandere i propri modelli mentali e paradigmi di pensiero, potenziando la capacità di
      leggere la realtà emergente per osservare il futuro con gli occhi del futuro, al fine di sviluppare le più adeguate strategie di adattamento
      immaginativo. Il workshop si propone di trovare le migliori narrazioni in grado di rappresentare possibili ruoli futuri per un operatore
      dell’energia, cercando di allargare lo sguardo verso nuove direzioni. Impareremo ad allargare la visuale e sviluppare nuovi modelli
      interpretativi della realtà evolutiva in condizioni di incertezza. L’Immagination Lab non richiede competenze specifiche, ma invita i
      partecipanti ad abbandonare gli schemi mentali abituali e a sospendere il giudizio, per essere in grado di allargare l’esplorazione
      immaginativa percorrendo nuove strade inesplorate. Una volta immaginato qualcosa di nuovo, bisogna implementarlo. È qui che
      affrontiamo la paura di sbagliare nel fare qualcosa che non abbiamo mai fatto prima. Perché tutto ciò che è nuovo, ci costringe a uscire
      dalla nostra zona di comfort. Quindi dobbiamo imparare a gestire noi stessi.
      I partecipanti si immergeranno in un ambiente del 2041 vivendo una simulazione esperienziale di futuro, attraverso alcune metodologie
      dello Speculative Design e di Design Fiction della scuola canadese e italiana. Questi approcci, nati negli anni Duemila, offrono la
      possiblità di creare narrazioni future che ci aiutano ad interpretare e ad affrontare meglio le criticità e i segnali deboli del presente in cui
      viviamo. Perchè il futuro non è uno, ma molteplice e viene creato in base alle nostre scelte strategiche attuali.

      MAURIZIO GOETZ

      È fondatore di Imagination Design Coaching, un insieme di metodologie per aiutare le organizzazioni a sviluppare competenze immaginative strategiche, indispensabili per fronteggiare gli choc e le discontinuità che caratterizzano gli ambienti competitivi complessi e interconnessi e per definire strategie adattive orientate al futuro.

      GLORIA PUPPI

      Fondatrice di Novus Lab e Read My Script e Co-direttrice dello Speculative Design Hub dell’Italian Institute for the Future si occupa di anticipazione strategica unendo metodi di storytelling con i Futures Studies.

      Exhibitor Corner

      • CYBERSECURITY ED EFFICIENZA ENERGETICA

        POSSIAMO AFFIDARE L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO A SISTEMI NON CYBER-SICURI?

        L’efficientamento energetico di impianti ed edifici passa attraverso sistemi di monitoraggio ed automazione; la spinta globale alla digitalizzazione dei processi, potenzia i benefici raggiungibili, ma anche i rischi. Perchè dobbiamo inserire la cybersecurity tra i...
        ALESSIO COSTANTINI

        International Product Manager, Carlo Gavazzi Controls SpA

        ALESSIO COSTANTINI

        International Product Manager, Carlo Gavazzi Controls SpA

        L’efficientamento energetico di impianti ed edifici passa attraverso sistemi di monitoraggio ed automazione; la spinta globale alla digitalizzazione dei processi, potenzia i benefici raggiungibili, ma anche i rischi. Perchè dobbiamo inserire la cybersecurity tra i criteri di valutazione e progetto dei nostri sistemi di efficientamento? Cosa dobbiamo fare per evitare effetti indesiderati sui nostri sistemi di monitoraggio e controllo dell’efficienza energetica? Ci sono delle linee guida e delle norme che ci possano aiutare?

        ALESSIO COSTANTINI

        Alessio Costantini si occupa di sviluppo e promozione di prodotti e soluzioni hardware e software per l’efficienza energetica, come International Product Manager per Carlo Gavazzi Controls SpA. Laureatosi a Padova in Ingegneria Elettronica, ha lavorato come sviluppatore software, consulente IT ed organizzativo, project e product manager, collaborando con aziende dei settori manufatturiero e servizi.

        Soft Skills

        • L’ARTE DELL’ASCOLTO

          STRATEGIA O UN MODO DI ESSERE?

          L’ascolto è una competenza fondamentale per ogni tipologia di relazione e sapere ascoltare è un’arte che poche persone sanno realmente esercitare. I 4 punti cardine di un “ascolto attivo”: una sessione interattiva per mettersi in...
          ALESSANDRA MONASTA

          Life/Sport, Business Coach Metodo R.I.G.O.R.E - Fonico Forense, LAW5 S.r.l.

          ALESSANDRA MONASTA

          Life/Sport, Business Coach Metodo R.I.G.O.R.E - Fonico Forense, LAW5 S.r.l.

          L’ascolto è una competenza fondamentale per ogni tipologia di relazione e sapere ascoltare è un’arte che poche persone sanno realmente esercitare. I 4 punti cardine di un “ascolto attivo”: una sessione interattiva per mettersi in gioco e navigare nelle relazioni usando una vera e propria “bussola” imparando ad evitare le barriere che intralciano il processo di comunicazione. Siamo abituati a filtrare le parole degli altri secondo nostri meccanismi interni e personali, che ci allontanano da una reale comprensione. Qual è la chiave della capacità di ascoltare?
          “Parlare è un bisogno. Ascoltare è un’arte.” Goethe

          ALESSANDRA MONASTA

          Nasce a Firenze nel 1969, e lo sviluppo della sua carriera professionale viaggia su un doppio binario. Per oltre vent’anni ha svolto attività di Consulente Fonico Forense in ambito di Intercettazioni Telefoniche, occupandosi di indagini di grosso calibro sia italiane che internazionali e si è specializzata nell’ascolto e nello studio della voce come mezzo espressivo delle emozioni. È Autrice del Romanzo “La cacciatrice di bugie” edito da Longanesi, unico nel suo genere. Agli inizi del Terzo Millennio l’incontro con un leader della Serie A del mondo Arbitrale nel Calcio e lo studio effettuato insieme, hanno generato lo sviluppo di una Metodologia innovativa, semplice e funzionale da mettere a disposizione dell’eccellenza dello Sport e dell’Azienda. Il Metodo R.I.G.O.R.E.® e il Progetto S.E.A.® sono strumenti in continua evoluzione creati per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse personali, che favoriscono un solido ed efficace equilibrio fra la vita privata e la vita professionale. Dai giudici di Aula ai giudici di Campo, svolge oggi attività di Formazione nello Sport e in Azienda. Il doppio binario è diventato quindi un unico progetto di consulenza rivolto al “benessere e alla formazione”. Entrambi passano da un percorso di consapevolezza dei bisogni delle persone che è quello che favorisce il cambiamento.

        • CRITICAL THINKING

          Sei capace di sfidare il pensiero prevalente? Rifuggi il pensiero pigro e conformista? Dubiti di te stesso e delle tue verità? Chi riesce a essere pensatore critico è capace di creare collegamenti, vuole divergere, mettere...
          FRANCESCASOLLAZZO

          Psicologa e Senior consultant di HXO (Humanities inventriX Opera)

          FRANCESCASOLLAZZO

          Psicologa e Senior consultant di HXO (Humanities inventriX Opera)

          Sei capace di sfidare il pensiero prevalente? Rifuggi il pensiero pigro e conformista? Dubiti di te stesso e delle tue verità? Chi riesce a essere pensatore critico è capace di creare collegamenti, vuole divergere, mettere in dubbio, rinuncia alle certezze, riesce a scoprire e ama esplorare, evita la semplificazione, ha in sé la forza per ribellarsi agli schemi e alle rigidità del contesto sapendo fare a meno della compiacenza, per portare energie nuove, per porre domande, per provocare e spingere il cambiamento. Il suo motore è la tensione a comprendere, è la curiosità, la continua mediazione fra immaginazione e pensiero previsionale.

          FRANCESCASOLLAZZO

          Psicologa, senior consultant HXO, si occupa di sviluppo organizzativo, formazione comportamentale e manageriale e coaching. Lavora con dedizione, generosità e passione nella progettazione e realizzazione di progetti ed eventi per promuovere l’evoluzione continua delle persone e dei gruppi.

        • INCLUSIVE MANAGEMENT

          Le parole chiave di un Inclusive Management sono Custodire e Innestare. Custodire le peculiarità individuali, valorizzando ciò che differenzia e distingue, rifuggendo il rischio di livellamento, rinunciando alla certezza dell’omologazione, favorire senso di autoefficacia personale....
          FRANCESCA SOLLAZZO

          Psicologa e Senior consultant di HXO (Humanities inventriX Opera)

          FRANCESCA SOLLAZZO

          Psicologa e Senior consultant di HXO (Humanities inventriX Opera)

          Le parole chiave di un Inclusive Management sono Custodire e Innestare. Custodire le peculiarità individuali, valorizzando ciò che differenzia e distingue, rifuggendo il rischio di livellamento, rinunciando alla certezza dell’omologazione, favorire senso di autoefficacia personale. Innestare il contributo individuale entro il team, favorendo partecipazione, equità, riconoscimento del contributo, condivisione di valori, trasparenza e dissenso sostenibile. Creare un clima di Custodia e Innesto comporta un forte equilibrio personale e del team, richiede integrità e solidità, un’integrazione della centratura su di sé e della consapevolezza dell’altro.

          FRANCESCA SOLLAZZO

          Psicologa, senior consultant HXO, si occupa di sviluppo organizzativo, formazione comportamentale e manageriale e coaching. Lavora con dedizione, generosità e passione nella progettazione e realizzazione di progetti ed eventi per promuovere l’evoluzione continua delle persone e dei gruppi.

          Attività Extra

          • MORNING YOGA..

            PER INIZIARE AL MEGLIO LA TUA GIORNATA

            Un approccio semplice ad una delle più antiche discipline per la salute e il benessere di mente e corpo. Semplici ed efficaci asana, tecniche di respirazione e rilassamento ti aiuteranno ad iniziare la giornata nel...
            JULIA CARLINI

            Insegnante di Yoga

            JULIA CARLINI

            Insegnante di Yoga

            Un approccio semplice ad una delle più antiche discipline per la salute e il benessere di mente e corpo. Semplici ed efficaci asana, tecniche di respirazione e rilassamento ti aiuteranno ad iniziare la giornata nel miglior modo possibile, riducendo lo stress, l’ansia ed i pensieri negativi. Fare yoga al mattino ti aiuterà ad attivare la mente, il corpo, allungare i muscoli ed acquisire maggiore elasticità. Prenditi cura di te, rilassando corpo e mente, per iniziare la tua giornata con ottimismo e buon umore facendo il pieno di energia!

          • IL MEGLIO CHE 6! C’È UN ATLETA DENTRO DI TE, NON LASCIARLO SEDUTO!

            Correre o camminare regolarmente rappresentano per milioni di persone una sana e piacevole abitudine, eppure la maggior parte di noi non riesce a cambiare abitudini.Partecipa al workshop motivazionale «il meglio che 6» e scoprirai i...
            ANDREA GIOCONDI

            Campione olimpico e primatista del mezzofondo

            MAX MONACO

            Life e motivational coach

            ANDREA GIOCONDI

            Campione olimpico e primatista del mezzofondo

            MAX MONACO

            Life e motivational coach

            Correre o camminare regolarmente rappresentano per milioni di persone una sana e piacevole abitudine, eppure la maggior parte di noi non riesce a cambiare abitudini.
            Partecipa al workshop motivazionale «il meglio che 6» e scoprirai i segreti per guidare la tua mente e cambiare facilmente lo stile di vita!
            Il workshop è tenuto da Max Monaco e Andrea Giocondi, rispettivamente mental coach e preparatore tecnico della cantante e campionessa paralimpica Annalisa Minetti.
            Sono oltre 20.000 le persone “ex sedentarie” che Max e Andrea hanno attivato in modo duraturo.
            A tutti i partecipanti in omaggio il «Personal ActivationBook®» e la possibilità di fare un primo allenamento (solo 15 minuti) con Max e Andrea la mattina successiva al workshop.
            Metti in valigia le tue scarpe da jogging, se non lo fai potresti pentirtene!

            ANDREA GIOCONDI

            Campione olimpico e primatista del mezzofondo. Vincitore del Golden Gala 1995. Dottore in scienze motorie, tecnico nazionale di atletica leggera e preparatore atletico della Federazione Italiana Arbitri. Medaglia d’argento al valore sportivo. Coach tecnico e atleta guida del Comitato Paralimpico. Ha personalmente allenato e accompagnato la cantante non vedente Annalisa Minetti a vincere la medaglia olimpica alle paraolimpiadi di Londra. È direttore sportivo Top Runners della Maratona di Roma.

            MAX MONACO

            Life e motivational coach, master trainer in PNL. Collaboratore scientifico dell’Università Roma 3 e Tor Vergata. Coach e formatore di grandi aziende italiane e internazionali. Dal 2014 ha aiutato oltre 20.000 persone sedentarie ad attivarsi e migliorare lo stile di vita in modo duraturo. Tra le persone che ha seguito con attività di mental coaching, merita una citazione la cantante e campionessa paralimpica Annalisa Minetti. È stato un ultramaratoneta ed ha un passato come venditore e top manager di importanti multinazionali.

            Media Partner


            Vuoi partecipare?


            Compila il modulo per conoscere le esclusive condizioni di partecipazioni al forum ed essere ricontattato.
            Se preferisci, chiamaci allo 02 312009.

            Come ci hai conosciuto?
            LinkedInFacebookBanner su internetGiornali / RivistePassaparolaNewsletter / Email RichmondAltro

            Location


            Simbolo della Dolce Vita e luogo dell’immaginario felliniano, il Grand Hotel di Rimini ha un posto nella leggenda. Vanta una storia centenaria: dal 1908, è la quinta ideale di uno spettacolo caleidoscopico con i suoi saloni storici e le nuove, modernissime zone relax.

            Rivivi l’edizione del 2020


            Ecco cosa è successo