RETAIL BUSINESS FORUM 2017

PROGRAMMA CONFERENZE E RELATORI

CONFERENZA D’ APERTURA

Luciano Ziarelli

Smile manager

ENDURANCE: da capo a leader, storia di un’avventura possibile
Si tratta di un inedito e difficile, ma non impossibile, tentativo di passaggio a nord-ovest di noi stessi: per riflettere sulle nostre possibilità di miglioramento personale e sull’importanza del gioco di squadra. Il tentativo avviene sulle tracce affascinanti dell’Avventura. Quella di Ernest Shackleton in Antartide, a capo di una squadra di 27 uomini coraggiosi e determinati, che riuscirono a sopravvivere ad una tragica odissea durata più di un anno e mezzo. Raccontando la storia, tenteremo di carpire alla storia stessa i fondamentali di questa magica alchimia, la leadership, che consente a qualcuno di essere seguito da molti. Anche quando le cose non vanno per il verso atteso.

Si racconta e si riflette dell’importanza della lealtà, della forza d’animo e della coesione tra compagni di squadra, esercitate in condizioni non ordinarie e, per questo, utili da fotografare nella nostra mente per far emergere poi, individualmente, i fondamentali della leadership da esercitare innanzitutto verso se stessi e poi, magari, verso gli altri, collaboratori, fornitori o clienti che siano.

A rendere la partecipazione emotivamente coinvolgente contribuiscono, in particolare, i materiali originali tratti dagli archivi del National Geographic e di altre fonti di non facile accesso. Filmati, foto e diari di bordo dei partecipanti alla spedizione polare dell’Endurance che avvenne tra il 1914 e il 1916.

Il colore fra vendita e benessere

Il colore è la culla della bellezza che ci circonda. Il colore di un fiore, dell’abito che indossiamo o dell’ambiente in cui lavoriamo, interagisce con il nostro benessere, contribuisce alla personale esperienza di percezione del mondo.
Ciò che il colore comunica è altrettanto determinante e preciso nel mondo del retail.
Un colore studiato e scelto con consapevolezza porterà, il cliente a sentirsi confortevole nel punto vendita e ad acquistare un prodotto invece di un altro.
Nella corretta progettazione di un ambiente destinato alla vendita è fondamentale però anche capire i bisogni di chi lavora all’interno del punto vendita. Un ambiente ostile porterà ad un approccio spigoloso con il cliente. Al contrario, un ambiente in cui l’addetto alle vendite si sente a proprio agio e si identifica permetterà di raccontare il prodotto, non solo di trasformarlo meramente in denaro.
La conferenza è rivolta a quanti desiderano approfondire il potenziale comunicativo ed espressivo che ha il colore studiato per il punto vendita.
Innanzitutto, l’obiettivo sarà analizzare e comprendere il proprio rapporto personale con il colore e a prenderne coscienza.
A seguire, si cercherà di capire il rapporto fra brand e prodotto cercando di sbloccare quei meccanismi che formattano e omologano il cliente finale con troppa facilità.
Con l’ultima parte, invece, si fonderanno i concetti di colore e forma. L’obiettivo è quello di potenziare la consapevolezza del colore per la presentazione corretta del brand e del punto vendita attraverso il concetto di sinestesia.

Pamela Grigiante

Artista

Ferdinando Pellegrino

Psichiatra e psicoterapeuta

Essere leader in un mondo che cambia

Uno degli interrogativi più pregnanti della moderna psicologia è quello inerente le potenzialità umane: perché un individuo è più forte, più agile, più dinamico e creativo rispetto ad un altro pur avendo lo stesso quoziente intellettivo? Quali sono i fattori psicologici che rendono una persona meno vulnerabile allo stress? Quali sono i fattori che rendono una persona più brillante ed efficace? Esiste un modo per accrescere il proprio talento, per essere leader di se stesso?
Avrei voluto essere…
Con il senno del poi tutto è sempre più chiaro!
La moderna psicologia si apre alla prospettiva del futuro e si pone come obiettivo fondamentale lo sviluppo di stili di vita vincenti.
Il cambiamento di prospettiva è determinante e radicale; oggi si parte dal presupposto che la mente possiede le energie sufficienti per creare le condizioni che favoriscono la crescita di personalità mature ed efficaci, con confini ben strutturati e un Io consapevole e forte.
Il corso intende così definire il ruolo dell’individuo in un mondo che cambia, nel tentativo di fornirgli gli strumenti psicologici che lo aiutino a realizzare i progetti intrapresi, a farne altri, e a rafforzare sempre meglio la propria capacità di autonomia e funzionalità. Ciò attraverso l’apprendimento di specifiche strategie di addestramento – il fitness cognitivo-emotivo – che comportino un complessivo miglioramento dello stile di vita.
L’attenzione è quindi rivolta agli aspetti positivi della persona e al rafforzamento dell’autostima: uno stimolo per essere e diventare un buon leader di se stesso, riscoprendo le infinite opportunità della vita.

Quando il gioco si fa duro… i leader si mettono in gioco! – Retail version
Tutto quello che devi sapere e saper fare per essere un leader eccellente in negozio

 

Riesci a mettere i tuoi collaboratori nelle condizioni di dare il massimo?
La competizione con gli store online rappresenta uno stimolo e non un ostacolo?
Vuoi essere pronto a rispondere anche alle esigenze dei millennials?
Queste e tante altre sono le sfide che un buon leader deve affrontare in vendita per raggiungere e superare gli obiettivi quotidiani!

Mettiti tu stesso alla prova in questo gioco a premi di 90 minuti in cui domande, opportunità e imprevisti miglioreranno le tue capacità di leadership.
Divertimento ed efficacia sono assicurati!!

Marianna Marcuzzo

Formatrice

Giuseppe Caprotti

Direttore marketing, direttore acquisti, direttore operativo e AD per quasi 20 anni in Esselunga

La leadership nel retail del futuro: vecchi e nuovi leader per vecchie e nuove sfide

Abbiamo chiesto a Giuseppe Caprotti, esperto conoscitore del settore, che ha vissuto dall’interno le trasformazioni del retail italiano, mantenendo un osservatorio sulla realtà globale, di delinearci le prospettive future dal suo punto di vista.

RETAIL BUSINESS 4.0
Ripensare la Customer Experience

La crescita dei prossimi anni sarà trainata da innovazione e re-invenzione della customer experience.
I negozi fisici non si occupano più solo di vendere prodotti ma di generare esperienze.
Questo significa offrire contenuti eccezionali, supporti decisionali e strumenti basati su intelligenze digitali.

Come possiamo sfruttare le nuove tecnologie per creare esperienze uniche che possano spingere le vendite e aumentare il foot traffic?

Ecco alcuni degli argomenti che verranno coperti durante il seminario:

• Come l’Internet Of Things amplificherà il fenomeno della disintermediazione e cosa il Retail Business può fare per sfruttarlo;
• Perché l’Artificial Intelligence e Conversational Shopping sono i tools più significativi del prossimo periodo e in che modo influenzeranno le strategie di vendita;
• Quali opportunita’ genera il trend Everything-as-a-Service;
• VR, AR e MR: perché sarà possibile teletrasportare Point-of-Sale ovunque;
• Smart retail: come integrare tecnologie per creare un’esperienza veramente personalizzata;
• Run a Store As A Magazine Trend: come integrare storytelling e contenuti nell’esperienza di acquisto.

Alberto Mattiello

Docente di Innovazione Digitale presso l'Università Bocconi e responsabile del Future Thinking Project

Bill Niada

presidente, Fondazione B.Live

La storia bella

Questa Bella Storia nasce a Retail Business forum 2015 da un incontro di Bill Niada (B.Live) con Anna Bertolani di Max Mara.
Uno straordinario percorso di vita, affetto, professione e successo, al cui centro c’è l’essere umano e che ogni azienda potrebbe creare, per costruire un mondo migliore.

Le chiavi della leggerezza

Sì, lo so devo essere leggero.
Sì, lo so non devo prendermela.
Sì, lo so… respirare, guardare da un altro punto di vista, cogliere il positivo…
La teoria della “leggerezza” la conosciamo tutti, ma nel gap fra dire e fare ci si perde facilmente.
Un breve ritorno a pratiche leggere, per attivare il nostro soft brain, scegliere una chiave e portarla nel quotidiano.
“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.”  Italo Calvino

Martina De Marco e Angelo Foti

Associazione Veronica Sacchi ONLUS

Mauro Carbonetti

Amministratore Delegato, Magazzini Gabrielli

Armando Garosci

Giornalista

Alessandro Ravecca

AD di Cibiamo Group

Leadership e modelli organizzativi nel retail.
Armando Garosci conversa con Mauro Carbonetti e Alessandro Ravecca

Il contatto con la clientela, la distribuzione sul territorio, la varietà tra reti dirette e indirette. Questi e altri sono fattori che riferiscono la complessità del business distributivo, in cui i modelli organizzativi e la gestione delle persone hanno un ruolo determinante. Armando Garosci, giornalista di Largo Consumo ed esperto delle dinamiche retail, conversa con l’AD di Magazzini Gabrielli Mauro Carbonetti e con l’AD di Cibiamo Group Alessandro Ravecca sull’importanza della squadra, della sua guida, e della scelta dei modelli organizzativi.

Social Network e Retail: come trasformare una pagina Social nella più potente leva di brand
Un articolo di giornale, una trasmissione televisiva, un programma radiofonico, un film al cinema: conosciamo bene sia i linguaggi che i prodotti pubblicitari dei media tradizionali e sappiamo come sfruttarli per acquisire e ritenere clienti. Negli ultimi anni abbiamo anche familiarizzato con nuovi strumenti digitali.
Spesso però ci perdiamo nella giungla dei Social Network, un territorio vasto e mutevole che però offre la più preziosa delle opportunità: far parlare di sé in modo gratuito, memorabile e su una scala potenzialmente vasta quanto il proprio target.

Giulio Ravizza

Esperto di Social Media

EXHIBITOR INSIGHTS

A cura di AKITE

I Servizi Cloud: un “Lego” per innovare nel Retail

Il Cloud sta diventando la nuova normalità, ma spesso è interpretato come semplice Hosting di applicazioni tradizionali, che, a fronte di investimenti limitati, offre anche vantaggi altrettanto ridotti.
Una riprogettazione secondo nuovi paradigmi, consente invece enormi salti in avanti in termini di qualità, evoluzione continua e apertura verso fornitori e soprattutto clienti, già sul Cloud da tempo con i loro smartphones. Le API (Application Programming Interface) standard e aperte, consentono di avere a disposizione dei “blocchetti Lego” facilmente combinabili tra loro per creare soluzioni adatte alle più diverse e impreviste esigenze. Tra i nuovi Servizi sono particolarmente importanti quelli Cognitivi, basati su tecniche Intelligenza Artificiale, alla base, ad esempio, del nuovo format Amazon Go e delle liste di raccomandazione di molti eCommerce. Le potenzialità di questi servizi sono enormi, tanto da essere alla base della 4° rivoluzione industriale, ma forse alla fine la caratteristica più importante è la semplicità sul Punto di Vendita in quanto tutta la complessità viene spostata sul Cloud dove viene gestita attraverso tecnologie avanzatissime e da personale qualificato.