LOGISTICS  FORUM 2019

ANTEPRIMA PROGRAMMA CONFERENZE E RELATORI

Sabrina Bonomi

Docente presso Università eCampus e Scuola di Economia Civile

IL DIRETTORE DELLA LOGISTICA E DELLA SUPPLY CHAIN

RICONOSCIUTO LEADER IN AZIENDA?

La leadership adatta ai direttori della logistica e/o della supply chain è propria o è dovuta al ruolo? È incentrata sulle persone o sul lavoro? È carismatica o del “laissez faire”? È transazionale o trasformazionale? E soprattutto… è possibile guardarla soltanto come una mera logica di potere e controllo o esiste anche la prospettiva affascinante di una “servant leadership”, che armonizzi efficacia ed efficienza dei processi con la disponibilità a fare ciò che serve, tipica di questa funzione? Cercheremo la prospettiva migliore per una rete di relazioni che crei valore e lo veda riconosciuto in azienda.

Massimo Marciani

Presidente del Freight Leaders Council

IL FUTURO DELLA LOGISTICA FRA INNOVAZIONE ED AUTOMAZIONE

LA LOGISTICA: L’INDUSTRIA DELLE INDUSTRIE

Soddisfare i bisogni di questo tempo senza compromettere il futuro delle nuove generazioni è un tema centrale nello sviluppo delle attività industriali e logistiche attuali. È quindi necessario gestire al meglio i processi di trasformazione dell’economia che si sono fatti sempre più rapidi con cicli di sviluppo tecnologico ristretti e l’affermazione di tecnologie disruptive. La nuova condizione di normalità è dunque quella in cui segmenti o interi settori industriali sono costantemente spiazzati dall’innovazione: un mondo VUCA (Volatile, Uncertain, Complex, Ambiguous) ovvero uno scenario economico volatile, incerto, complesso e ambiguo come mai prima d’ora. I temi legati alla logistica, l’industria delle industrie appunto, hanno forse per la prima volta, superato lo steccato degli addetti ai lavori e stanno diventando materia di discussione pubblica. L’obiettivo di questo intervento è quello di mettere a sistema le informazioni esistenti attivando un momento di riflessione ragionata sui grandi temi che stanno interessando il settore: dalle mega navi alla concentrazione dei porti, al raddoppio Suez, Panama fino ai nuovi modelli di consumo dei cittadini e industria 4.0 senza perdere di vista le nuove tecnologie come per esempio gli esoscheletri, droni, veicoli a guida autonoma, big data e blockchain.

Renzo Provedel

Vice Presidente e Cofondatore di SOSLOG, Associazione Italiana di Logistica Sostenibile

DIVENTARE UN’AZIENDA PIÙ COMPETITIVA APPLICANDO I PRINCIPI DI SOSTENIBILITÀ ALLA PROPRIA SUPPLY CHAIN. VENTUNO SFIDE DI SOSTENIBILITÀ, LE VOSTRE TRE PRIORITÀ, GLI OSTACOLI E LE LEVE DI CUI FARETE ESPERIENZA

CAMBIARE IL SISTEMA PER CAPIRLO

Applicare i principi della sostenibilità alla Logistica significa affrontare 21 sfide. Ogni azienda si concentra su alcune: sono tre quelle prioritarie e pertinenti che vi chiediamo di identificare, a fronte di una lista di 21. Sono i partecipanti ad essere i protagonisti di questo “laboratorio” nel quale ciascuno potrà far crescere le sue conoscenze e consapevolezze sugli effetti di mercato delle scelte di sostenibilità: maggiore riconoscimento del “brand”, migliore esperienza del Cliente, maggiori ricavi per l’azienda. La sostenibilità diventa una leva per migliorare la competitività aziendale. Potete fare voi stessi questa esperienza.

Daniele Marazzi

Consigliere Delegato di Consorzio DAFNE

DDT E POD DIGITALI – L’EVOLUZIONE DIGITALE NELLA FASE DI CONSEGNA

ELIMINARE LA CARTA NELLE ATTIVITÀ DI CONSEGNA E RICEVIMENTO MERCI HA IMPATTI DI EFFICIENZA ED EFFICACIA NEI PROCESSI LOGISTICI DI OUTBOUND E DI INBOUND, MA PUÒ DISPIEGARE IMPATTI DI MAGNITUDO DECISAMENTE SUPERIORE AMPLIANDO LA PROSPETTIVA E TRAGUARDANDO LE FASI A MONTE E A VALLE NELLA GESTIONE DEL CICLO TRANSAZIONALE

Il contesto di business attuale è caratterizzato da complessità e incertezza crescenti. La condivisione tempestiva delle informazioni è fattore determinante per assicurare velocità e flessibilità alla supply chain. In questo scenario, il Digitale gioca un ruolo chiave: non solo per ottimizzare e snellire i processi interni alle singole organizzazioni, ma soprattutto per abilitare alla gestione integrata e sincrona dei processi interaziendali, coinvolgendo nell’azienda estesa i partner di filiera. Oggi forse come non mai, le “condizioni al contorno” sono favorevoli per declinare il Digitale anche nelle attività di consegna e ricevimento merci, integrando DDT e POD. Molteplici i benefici, per tutti gli attori: lato Operations, lo snellimento e la semplificazione delle attività di outbound, eliminando i DDT cartacei; e l’ottimizzazione delle attività di inbound, ricevendo in anticipo rispetto alla merce i DDT digitali che abilitano il precarico a magazzino e la gestione automatizzata di informazioni rilevanti. Lato Finance, il Fornitore ha una prova “certificata” della sussistenza del credito, tramite la POD digitale “in real time”; il Cliente può velocizzare lo sblocco dei propri fidi commerciali, segnalando eventuali non conformità e/o resi in modo tempestivo grazie al medesimo canale digitale.

Stiamo lavorando al Programma Conferenze della prossima edizione
Vuoi suggerirci delle tematiche? Vuoi candidarti come Speaker?
Contattaci!
mailto: info@richmonditalia.it Tel. 02 312009

Programma conferenze edizioni precedenti:

Clicca sul link per scaricare

Programma Conferenze Logistics Forum 2018

Programma Conferenze Logistics Forum 2017