RICHMOND E-COMMERCE FORUM 2018

PROGRAMMA CONFERENZE E RELATORI

CONFERENZA D’APERTURA

Talk to Me. eCommerce Future from Voices to Waves

Un’ondata di innovazione tecnologica senza precedenti sta ridisegnando, in maniera progressiva ma inesorabile, le dinamiche di mercato tra imprese, piattaforme e consumatori. Questa trasformazione profonda di modelli ed esperienze sta impattando le strategie di marketing e comunicazione tanto quanto le pratiche di distribuzione e commerciali. Come cambia, allora, la relazione di brand e marketer con i propri consumatori nell’era delle piattaforme e delle applicazioni di ecommerce vocali e subvocali, espressive e gestuali, virtuali e aumentate e, infine, celebrali? A partire dai cambiamenti dei paradigmi strategici lanciati provocatoriamente nel mio ultimo saggio, Il Mondo Dato, esploreremo le frontiere delle tecnologie del nuovo commercio digitale tra smart speaker e brainwave readers.

Cosimo Accoto

Research Affiliate al MIT di Boston

Federica De Stefani

Avvocato e autrice di pubblicazioni giuridiche

Tra GDPR e E-privacy: corso di sopravvivenza

La nuova regolamentazione europea in materia di privacy ha modificato radicalmente l’approccio al trattamento dei dati personali. Quali sono le conseguenze della nuova impostazione per i siti di e-commerce che sempre di più raccolgo dati personali e propongono all’utente soluzioni personalizzate? Come si conciliano le previsioni del GDPR con la direttiva e-privacy e la proposta di Regolamento ancora allo studio del legislatore europeo? L’intervento analizzerà alcuni case history per arrivare a delineare soluzioni concrete per le questioni più controverse.

Come integrare in un ciclo unico le diverse attività di digital marketing per l’ecommerce, ottimizzando tempo, risorse e investimenti

 

Oggi il digitale sta cambiando le regole per fare business, aumentando la richiesta di competenze variegate e le difficoltà per poter gestire ogni attività aziendale, ma offrendo al contempo numerose nuove opportunità.
Per questo è necessario lavorare con un metodo per integrare le diverse attività soprattutto nel marketing e nella comunicazione, allo scopo di ottimizzare gli investimenti, in funzione del business aziendale.
Il metodo del Digital marketing integrato è frutto di esperienze reali e sperimentazioni applicate a realtà aziendali dei principali settori economici, sia nel Business to Consumer (B2C) che nel Business to Business (B2B).
Vedremo insieme strategie, tecniche e strumenti per integrare tra loro varie attività di marketing, online e offline, a partire dalla gestione dei dati: SEO, social media marketing, lead generation, growth hacking, chat bot, email marketing, CRM, pubblicità online, neuromarketing, mobile engagement, employer branding e molto altro.

Francesco De Nobili

Svolge attività di docenza e ricerca in Digital Marketing

Andrea Spedale

Presidente AICEL e Executive Board Member Emota

Prospettive europee nelle vendite online

Grazie allo slancio europeo, i venditori online operano ormai su un’unica grande piattaforma europea: il digital single market.
La fine del geoblocking segna l’inzio di una nuova frontiera dell’ecommerce, l’abbattimento delle barriere nazionali che spinge i merchant ad un nuovo approccio basato su una visione globale della vendita. Nessun settore è sottratto a tale rivoluzione dal legale al fiscale, passando per i pagamenti e tutta la supply chain. Non solo GDPR quindi ma tanti adempimenti che si traducono però in innovazione, competitività ed opportunità. L’Europa reinterpreta l’ecommerce in chiave rivoluzionaria e l’imperativo è rispondere a quest’input con la giusta carica.

Reputation Management

L’asset intangibile della “reputazione” è concretamente in grado di condizionare i comportamenti di acquisto, dei prodotti come dei servizi. Non accompagnare i progetti di marketing con una consapevolezza circa la necessità di gestire il proprio perimetro reputazionale, è ciò che di meno profittevole per il suo business possa fare un’azienda. I Clienti oggi sono consapevoli di “essere parte dell’equazione globale”. In un mondo iper-connesso, i motori di ricerca come Google sono tra i gestori più importanti della reputazione, premiando o punendo i comportamenti con un sistema di posizionamento che influenza le future ricerche sull’organizzazione, e quindi anche la reputazione dei vostri prodotti/servizi. Il reputation management utilizza strumenti efficaci, misurabili e ad alto valore aggiunto per portare i nostri Clienti a passare dal concetto di leader di mercato a quello di leader d’opinione, unico fattore che può realmente fidelizzare un Cliente per la vita.

Luca Poma

Professore, titolare della prima Cattedra in “Reputation Management” in Italia, all’Università LUMSA di Roma

Alessia Camera

Growth Hacker & Head of Marketing, Mentor, Consulente di marketing e growth per startup e progetti innovativi, vive e lavora a Londra

Un percorso di sperimentazione continua, tra analisi dati e utenti: il Growth Hacking

Ogni giorno un professionista di marketing digitale sa che dovrà correre per ottenere quei 5 secondi di attenzione di un utente.
Ogni giorno un brand sa che spenderà budget nel digitale senza essere sicuro del risultato.
Ogni giorno ognuno di noi è bombardato da email, pubblicità e notifiche anche se non abbiamo un’idea di acquisto. I comportamenti sono sempre più frammentati, i canali digitali sempre più saturi e la nostra attenzione limitata.
Come essere vincenti in questo continuo cambiamento ?
Il Growth Hacking evolve il nostro approccio al marketing digitale con un processo che adatta gli e-commerce alle esigenze degli utenti, creando esperienze digitali che soddisfano obiettivi concreti.
Non si tratta semplicemente di mettere assieme una serie di trucchi e segreti ma di sviluppare una metodologia che combina creatività, analisi, strategia e pianificazione e che rappresenta l’innovazione del marketing, focalizzandosi sulla crescita e sulla velocità di applicazione, per essere pronti a superare le sfide di domani.

“Vinci Destination Gusto” –  la gamification cross canale e cross business al servizio della lead generation.

Destinationgusto.it è l’ecommerce di eno-gastronomia di Intesa Sanpaolo nato con la duplice missione di rafforzare la relazione con PMI del settore agroalimentare italiano e di supportare le attività di loyalty e di incentive del marketing della banca. Il negozio è comunque una start-up che deve guadagnare il proprio posizionamento sulla Rete, con questo obiettivo è stato ideato “Vinci Destination Gusto”, un instant win online da offrire ai clienti della Banca attraverso gli Ipad presenti nelle filiali: giocando i clienti scoprono Destination Gusto e si iscrivono alla sua newsletter.
Sinergia tra canali di contatto fisici e digitali, customer journey tradizionali che si innestano su nuovi percorsi immateriali, interazioni con i clienti che da formali divengono giocose e divertenti: Vinci Destination Gusto è molto di più di una campagna di lead generation, è una nuova metodologia di ingaggio dei consumatori.

Sergio Fassi

Direzione Sales&Marketing Retail di Intesa Sanpaolo, Responsabile dell’ecommerce DestinationGusto.it

Anne Van Merkensteijn

Omnichannel Director/ Brand Director

Un approccio ominicanale alla personalizzazione

Fiorella Rubino, primo fast fashion curvy in Italia, ha lanciato ad Aprile 2018 MY WAY, una capsule collection di moda personalizzabile in esclusiva online. Il progetto prevede una customizzazione avanzata, dove le clienti possono scegliere ogni dettaglio – forma, lunghezza, tessuti, colori e accessori – dei capi più amati della collezione.  Una esperienza digitale facile e intuitiva, grazie a una UX mobile first, e l’utilizzo di un software 3D di ultima generazione. Ma anche un’esperienza reale, vissuta attraverso i corner dedicati in 170 negozi monomarca.

Il progetto è stato sviluppato in un’ottica omnicanale: un tavolo congiunto tra prodotto, marketing e digital, con l’obiettivo di costruire un’esperienza a 360°, tenendo conto sia delle esigenze funzionali che della specificità del processo di acquisto curvy.

Insieme esploreremo l’intero processo di ideazione, produzione  e comunicazione, per individuare i punti di innovazione che rendono il progetto competitivo in un mercato dove la personalizzazione è oramai una direzione imprescindibile.

Simona Biancalana

Digital Communication & Ecommerce Manager

Pietro Savastano

Data Scientist

Se ti piace X, forse ti piace anche Y

Come funziona un motore di raccomandazione? Quali dati vanno raccolti? Come possiamo sfruttare sessioni sul sito, informazioni anagrafiche e comportamentali, caratteristiche dei prodotti, carrelli di acquisto? Dal filtro collaborativo passando per Netflix e Amazon, evoluzione dei motori di raccomandazione e consigli pratici per metterne in piedi uno su misura.

UN ASSO NELLA MANICA: L’UTILIZZO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

Sono definite “Soft Skills” e sono le abilità, gli atteggiamenti e i comportamenti che hanno un decisivo impatto positivo nella vita professionale ed individuale. Ma quanti di noi sanno come identificare e utilizzare al massimo le proprie? Come riconoscere quelle competenze che in un mercato in continua evoluzione fanno la differenza?
Attraverso un brainstorming e un momento interattivo, andremo a rappresentare l’insieme delle abilità personali necessarie per far fronte alle richieste dell’ambiente, risolvere i problemi, attivare la capacità di ricalcolo, sapersi relazionare in modo costruttivo allenandosi quindi a prendere decisioni in maniera consapevole, gestendo pressioni e stress del quotidiano.

“Cercate ardentemente di scoprire a che cosa siete chiamati a fare, e poi mettetevi a farlo appassionatamente. Siate comunque sempre il meglio di qualsiasi cosa siate”
Martin Luther King

Alessandra Monasta

Consulente perito fonico per il Ministero di Grazia e Giustizia in ambito di intercettazioni telefoniche

EXHIBITOR CORNER

Brand impact: massimizzare la memorizzazione del messaggio pubblicitario

Gli standard di misurazione della viewability non sono più sufficienti a ottimizzare l’impatto della pubblicità. E’ oggi necessario introdurre a nuovi parametri legati al valore effettivo generato dalla pubblicità sul business. Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia illustrerà come, attraverso un nuovo strumento studiato per aumentare l’impatto delle campagne display, è possibile gestire il tempo di esposizione di un utente ad un banner e massimizzare la memorizzazione effettiva del messaggio pubblicitario stesso.

Gaetano Polignano

Country Manager TRADE LAB

Fabio Monzini

Major Account Executive, Akamai

User Experience: come vincere nel nuovo contesto globale

 

All’interno dei processi di interazione con i servizi al pubblico, la navigazione sul WEB è un passaggio ormai obbligato che, se non rispetta le aspettative di funzionalità, vanifica gli sforzi sul canale mediatico stesso.
Il sito web è ormai di fatto, il principale punto di contatto con la clientela, questo diventa vitale nel contesto mobile o di mercato globale, per mantenere inalterata la user-expirience che ogni giorno ricopre un ruolo sempre più fondamentale in quanto gli utenti sono attratti da siti moderni con una navigazione dinamica ed immediata, accedibile da qualsiasi piattaforma.
Akamai essendo leader mondiale nei servizi di rete per la distribuzione dei contenuti WEB (CDN), rende Internet veloce, affidabile e sicuro, a tutto vantaggio dei Clienti, automatizzando processi onerosi come il rendering delle immagini o l’applicazione di regole di sicurezza in maniera trasparente.

Customer Engagement tra Social, Mobile e Intelligenza Artificiale: strumenti, strategie e casi di successo

 

Il 25% degli italiani utilizza lo smartphone per cercare informazioni, comparare prezzi, cercare opinioni, soprattutto nella fase iniziale del processo di acquisto. Un buon 17% controlla invece con lo smartphone dove è possibile acquistare offline il prodotto. Le maggiori 4 app di messaggistica – WhatsApp, Facebook Messenger, WeChat, Viber – hanno superato per numero di utenti attivi le 4 principali app social – Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram -. L’accesso ai Social da mobile è in forte crescita: 2.56 mld. di utenti in tutto il mondo. Oltre 30 mln. di italiani accedono a Facebook, da tablet o smartphone, almeno una volta al mese, la stessa Facebook punta su Intelligenza Artificiale e ChatBot per sviluppare esperienze di marca coinvolgenti basate sulle conversazioni. Il Customer Engagement sui Social diventa innovativo, interattivo e predittivo: tra strumenti, strategie e casi di applicazione il workshop si propone di illustrare queste tendenze, guidando alla comprensione di una visione nuova del mercato che nasce dalla convergenza tra Social, Mobile e AI.

Antonio Perfido

Direttore del Marketing e Head of Digital, The Digital Box

Fabrizio Cava

Responsabile Marketing Corriere Espresso e Pacchi di Poste Italiane

Migliorare la customer experience per incrementare le vendite: come la fase di consegna diventa un valore differenziante.

La fase della spedizione ricopre un ruolo cruciale nella customer experience dell’e -shopper, che non termina con il pagamento, ma continua con la ricezione, la prova del prodotto e l’eventuale reso, qualora non si adatti ai propri gusti.
I merchant hanno bisogno di offrire servizi di spedizioni veloci e personalizzabili su misura delle esigenze del cliente, ovvero in grado di garantire multicanalità e flessibilità, sia nelle fasi di consegna che di ritorno al mittente.
In quest’ottica, Poste Italiane ha lanciato dei servizi a valore aggiunto come la personalizzazione “in corsa” della consegna e la nuova rete Punto Poste, un network capillare per ricevere e restituire le spedizioni. Con Poste, i merchant hanno a disposizione servizi efficienti per la consegna e la gestione dei resi, che permettono di incrementare la propensione all’acquisto e di generare un vantaggio competitivo in grado di attrarre nuovi Clienti sottraendoli alla concorrenza

Programma conferenze edizioni passate:

Clicca sul link per scaricare

Scarica il Programma Conferenze 2017

Scarica il Programma Conferenze 2016