RICHMOND E-COMMERCE FORUM 2017

PROGRAMMA CONFERENZE E RELATORI

 CONFERENZA D’APERTURA

Luciano Canova,

Economista e divulgatore scientifico

“Spingere gentilmente verso il cambiamento”

Cambiamento è una parola sulle tastiere di tutti, ma come ottenerlo in modo rapido ed efficace? L’approccio del nudge (spinte gentili, per gli amici) si propone proprio di presentare un metodo incentivante in grado di migliorare le decisioni delle persone. Termini come architettura della scelta, bias cognitivi, paternalismo libertario, saranno messi al servizio dell’audience per riflettere insieme su come e perché le persone sbagliano, a volte; altre volte fanno scelte che sembrano irrazionali; e altre ancora non riescono a modificare un comportamento. Per rendere più semplice una decisione e indurre le persone a un cambiamento, a volte basta un nudge”

Dopo i negozi online, è l’ora dell’online nei negozi

16 milioni di italiani stanno cambiando le loro abitudini di acquisto attraverso l’uso delle tecnologie e dei servizi digitali. Sono gli “Smart Shoppers”, responsabili del 90% del valore dell’eCommerce italiano (25 miliardi nel 2016), caratterizzati da una capacità di spesa molto più elevata della media e da una precisa fisionomia sociodemografica. Gli Smart Shoppers usano i servizi e le opportunità del digitale per costruire un loro personale Omnichannel Customer Journey anche negli acquisti tradizionali. Gran parte del retail italiano non è pronto a raccogliere questa sfida e deve fare un veloce salto di qualità per stare al passo con le aspettative del segmento di consumatori più ricco e dinamico.

Giacomo Fusina,

CEO, Human Highway

Andrea Boscaro

Fondatore del think tank dedicato al marketing digitale The Vortex e Amministratore Delegato di Become

Vendere su un sito proprietario o su un marketplace?

La scelta di vendere online, in Italia ed all’estero, oggi trae una nuova opportunità dalla maggior diffusione dei marketplace come Amazon ed eBay e dall’offerta strutturata che tali piattaforme offrono alle aziende grazie a soluzioni di gestione self-service dei prodotti disponibili.Tale opportunità però sollecita a definire il giusto posizionamento del sito e-commerce proprietario rispetto all’attivazione della presenza sui singoli marktplace. Per affrontare tale scelta occorre analizzare tutti gli aspetti su un piano strategico e, di seguito, operative.

 

Sicurezza e trattamento dei dati personali nelle piattaforme di e-commerce.

 

La diffusione di soluzioni di e-commerce sempre più personalizzate sui gusti dei clienti/utenti pone costantemente l’attenzione su come vengano raccolti e trattati i dati personali. Il nuovo Regolamento Generale sulla protezione dei dati, infatti, impone ai titolari del trattamento l’adozione di misure di sicurezza che pongano al riparo i dati degli interessati anche da possibili massicci furti di dati (c.d. data breaches). Nel corso della sessione si vedranno gli aspetti più salienti del Regolamento direttamente applicabili alla realtà di una piattaforma di e-commerce e quali accortezze sono richieste dal Legislatore per poter operare in maniera corretta.

Pierluigi Perri

Avvocato, ricercatore e professore presso l'Università Statale di Milano.

Andrea Spedale

Presidente AICEL (Associazione Italiana Commercio Elettronico)

Ecommerce B2B: modelli operativi e opportunità per le PMI

 

L’e-commerce è una grande opportunità di crescita e sviluppo. Ancora poche le aziende italiane che hanno già iniziato un percorso di crescita on-line con la vendita al consumer, ancora meno quelle che nel B2B hanno affiancato il canale on-line ai canali tradizionali.
La scelta e il posizionamento dell’offerta on-line devono passare da un’attenta analisi dei modelli operativi e del mercato di riferimento e, soprattutto, devono essere frutto di una precisa strategia d’impresa.

In un mondo sempre più digitalizzato, veloce e competitivo si rende necessario essere persuasivi ed efficaci.
Quali tecniche di comunicazione mi permettono di raggiungere questo obiettivo?

Attraverso la tecnica del Design Thinking le persone saranno chiamate a confrontarsi attivamente intorno a questa domanda.
Il design thinking è un processo incentrato sulla persona (human-centered), sui suoi bisogni e sulle soluzioni che vengono ideate. È l’utente, attraverso un processo di osservazione e confronto attivo, che trova le soluzioni più innovative.

Agnese Salvagno

Formatrice esperienziale e psicologa del lavoro

Nicola Antonelli

Project Manager in LUISAVIAROMA.COM

Insourcing e internazionalizzazione, due sfide, due opportunità.

In un contesto storico dove la maggior parte delle aziende hanno esternalizzato una larga parte dei servizi del canale digitale e di internazionalizzazione, Luisa Via Roma ha fatto l’esatto contrario. La scelta, guidata in una prima fase da un contesto all’interno del quale non era facile trovare aziende terze in grado di garantire un alto livello di professionalità nel canale digitale, si è poi trasformata in un punto imprescindibile della strategia aziendale. Due sfide ambiziose, due grandi opportunità che LVR ha saputo cogliere al meglio. Nell’intervento vedremo i come e i perché di questa scelta raccontando la storia di un’azienda che oggi fattura 120 milioni di € e che da lavoro a oltre 200 persone.

Le chiavi della leggerezza

Sì, lo so devo essere leggero.
Sì, lo so non devo prendermela.
Sì, lo so… respirare, guardare da un altro punto di vista, cogliere il positivo…
La teoria della “leggerezza” la conosciamo tutti, ma nel gap fra dire e fare ci si perde facilmente.
Un breve ritorno a pratiche leggere, per attivare il nostro soft brain, scegliere una chiave e portarla nel quotidiano.
“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.”  Italo Calvino

Martina De Marco e Angelo Foti

Associazione Veronica Sacchi

Sabrina Lucini

Ecommerce manager, IKEA

IKEA punta su eCommerce e omni-canalità per avere il Cliente sempre al centro

 

La mission di IKEA è quella di creare una vita quotidiana migliore  per la  maggioranza delle persone offrendo un assortimento di articoli belli, funzionali e sostenibili, a un prezzo accessibile. La dimensione fluida della realtà legata agli acquisti ha reso necessario accogliere le esigenze dei consumatori, offrendo loro differenti soluzioni di contatto e di acquisto attraverso un pluralità di canali fisici e digitali che offrano un’esperienza rilevante e integrata. In IKEA #siamofattipercambiare: come cambiano le esigenze dei nostri consumatori, così è cambiata e sta cambiando la nostra offerta, anno dopo anno.

 

NOON The impossible dream: Vendere online nel deserto

Ecommerce un business case da 1 bilion dollar: successi, errori, strategie, fallimenti e gestione di un progetto senza precedenti nel settore.  Il setup, il day by day, tra tecnologie, architetture e valore umano. Persone da 5 continenti per un progetto interculturale dove vengono riconfigurati termini come “brand”, “made in..” , “logistica”, “servizio al cliente”. La complessità a supporto del progetto, tra Agile, stand up e shut-up meeting e centri di sviluppo disseminati in tre continenti. L’evoluzione della figura del CTO durante le varie fasi del progetto. Il marketing e la customer journey di contesto.

Beppe Carrella

Manager e docente nel mondo dell'ICT

Salvatore Pittera

Head of E-commerce Europe Eataly Net

Laura Corallo

Chief Marketing and Operating Officer Eataly Net

Modelli e-commerce su misura: dall’internazionalizzazione del business all’offerta city-based

In uno scenario in cui l’utente online è sempre più evoluto e il mercato e-commerce cresce a ritmi sempre più serrati, lo sviluppo di una strategia customer-centrica diviene elemento chiave del successo di ogni business online. Eataly Net, branch digital del gruppo Eataly focalizzata sulle attività di vendita online, risponde a quest’esigenza con la differenziazione del servizio, puntando da un lato ad e-commerce transnazionali e dall’altro a modelli evoluti city-based.

 

EXHIBITOR INSIGHT

La trasformazione digitale Sales & Marketing nelle aziende  B2B: nuove opportunità e modelli di business per ingaggiare e vendere su tutti i canali ditali.

Entro il 2020 il 57% dei Buyers abbandonerà i fornitori che non sanno anticipare i loro bisogni: quale approccio devono avere le aziende B2B per vincere questa sfida contro il tempo?
Lo speech di Tecla, leader company per i progetti di digital transformation e omnichannel commerce, vi illustrerà – settore per settore – le opportunità e i modelli digitali per competere sui mercati digitali. Dalle nuove competenze “mar-tech” alla sinergia con il reparto IT, dai processi di digitalizzazione del catalogo all’analisi degli insights fino alle soluzioni concrete che permettono di vincere la sfida della digital transformation nel settore B2B, per ingaggiare i clienti e aumentare il conversion rate.

Product Information: la prima leva per affrontare la sfida di AI e bots

I Retailer devono assicurarsi di avere le migliori informazioni e tutti gli strumenti necessari per offrire ai clienti l’esperienza desiderata.
In un contesto caratterizzato da un rapido cambiamento tecnologico ed in cui le innovazioni come Intelligenza Artificiale, Realtà Virtuale e Chatbots, modificano le regole del gioco, i marketing manager sono molto focalizzati sullo scaling e sulla connessione della loro organizzazione al cliente: questo al fine di offrire un’esperienza il più possibile fluida e personalizzata. Ma che cosa fanno per i loro prodotti? Come possono i marketing manager superare queste sfide per offrire la migliore product experience?
Lo scopo di questa sessione è comprendere come offrire la migliore product experience e come un sistema PIM (Product Information Management) sia fondamentale per supportare la vostra crescita.

Make them buy at least twice

Il cliente è sempre più propenso ad utilizzare più canali per comunicare questo è senz’altro vero, ma siamo sicuri che sia questa la caratteristica saliente dei clienti di oggi?
Non è forse che, nascondendoci dietro a questa, che di fatto è quasi solo una difficoltà tecnologica, omettiamo di ragionare su quelle che sono le vere caratteristiche dei clienti di oggi e del prossimo futuro?
Durante la presentazione analizzeremo insieme lo scenario in cui le aziende si trovano ad operare e partendo da un paio di case history proveremo a immaginare come si possa in tempi rapidi e concretamente intraprendere la strada dell’omnicanalità, da qui il titolo … “Make them buy at least twice”, i vostri clienti s’intende.

Gian Musolino, Sales Manager, Selligent

The Omni-Commerce Revolution

Come Marketer, hai assoluta necessità di fondere l’esperienza di vendita on ed off-line. Il concetto di retail sta evolvendo e mentre l’e-commerce cerca le sue estensioni sul canale fisico, il negozio tradizionale cerca un contatto sul digitale che vada oltre il presidio del territorio.
L’urgenza di tutti è quella di diminuire o eliminare la frammentazione nel processo di relazione con l’individuo per costruire un rapporto con il brand efficace e duraturo.
Panoramica su alcuni processi basati su casi reali di aziende internazionali che attraverso la piattaforma di Retail Marketing Cloud di SPLIO hanno reso azionabili i dati sui loro clienti.
Differenze di approccio tra mercato Occidentale e Cina.

Fabio Maglioni, Country Manager, SPLIO Italia

Il caso Poste

La domanda e-commerce in Italia cresce rapidamente e le persone che comprano online sono aumentate del 26% negli ultimi anni. I principali trend: l’utilizzo dei social network per l’acquisto online, l’easy re-ordering, il mobile payment, l’espansione all’estero e un’impennata del mobile commerce (+52% nel 2017). Cresce il peso del numero di prodotti acquistati rispetto ai servizi: la consegna diventa quindi una fase fondamentale dell’esperienza d’acquisto.

Per soddisfare l’esigenza di personalizzazione e flessibilità della consegna Poste sta ampliando la sua rete di punti per la consegna e il ritiro delle spedizioni: gli Uffici Postali saranno affiancati da una rete di locker ed esercizi commerciali. Sarà anche possibile scegliere di consegnare l’ordine ad un vicino in caso di assenza del destinatario e modificare, in corsa, la data, l’indirizzo o il destinatario impostati inizialmente. In questo scenario Poste, con i suoi asset unici, mira ad affermarsi come l’operatore più affidabile e il partner ideale per le imprese.

Fabrizio Cava, Resp.Marketing e Logistica Poste Italiane

Come aumentare le vendite online con l’email marketing automation

Nell’era dell’omnicanalità, la comunicazione è un asset strategico per aumentare le vendite, sia online che offline. Nel segmento retail, in particolare, conoscere e guidare il customer journey è fondamentale per far vivere al cliente un’esperienza unica con il brand, valorizzando tutti i punti di contatto sia sullo store fisico che su quello online. La tecnologia dell’email marketing automation, integrata all’eCommerce, può supportare l’azienda nella realizzazione di un piano di comunicazione cross-canale volto ad attrarre nuovi utenti, accompagnarli all’acquisto e fidelizzarli, creando una relazione one to one duratura nel tempo. Durante il workshop vedremo esempi pratici di flussi di Marketing Automation per eCommerce (benvenuto, post acquisto, carrello abbandonato, ecc.) sviluppati per alcuni clienti (es. Stroili, Bellissima, Happiness..). Vedremo insieme come, oltre ad aumentare la vicinanza degli utenti al brand, il canale email si è rivelato strategico per dare un impulso alle vendite.

Claudia Temeroli, Marketing Manager Diennea MagNews